domenica, 17 dicembre 2017 - 12:55
Home / Archivio / Carrera Cup Italia: Cerqui torna in testa prima di Gara 2 e De Amicis è campione Michelin Cup

Carrera Cup Italia: Cerqui torna in testa prima di Gara 2 e De Amicis è campione Michelin Cup

Tempo di lettura: 4 minuti

Monza – La Carrera Cup Italia arriva all’ultima gara con due piloti ancora in lizza per il titolo assoluto. Alberto Cerqui centra la quarta vittoria stagionale in Gara 1 all’Autodromo di Monza (già online su www.carreracupitalia.it) e riconquista la testa della classifica in un Campionato emozionante che si deciderà solo alla conclusione dell’ultimo atto, confermando l’incertezza che ha caratterizzato tutta la stagione.

Il bresciano dell’Ebimotors – Centri Porsche Milano ha fatto valere il vantaggio di scattare dalla pole position e, dopo aver svoltato in testa alla prima curva, ha preso il controllo della corsa con una determinazione che non aveva ancora mostrato. Il giovane lombardo ha costruito la sua prima affermazione in Gara 1 (che assegna più punti), mentre negli altri appuntamenti ha beneficiato dell’inversione della griglia dei primi sei in Gara 2. Alberto sembra aver assimilato al meglio i due giorni a Oschersleben dove ha rappresentato la Carrera Cup Italia nell’International Scholarship Program, stando a contatto con i tecnici di Porsche Motorsport.

Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport) che era arrivato all’appuntamento nel “tempio della velocità” con due punti di vantaggio, ora si trova a inseguire l’avversario per due lunghezze. Il marchigiano, dopo un taglio di chicane al quinto giro, è stato costretto a restituire la posizione a Edoardo Liberati (Erre Esse – Antonelli Motorsport) nel corso della nona tornata, prima che partisse una sanzione, ma nel frattempo aveva colto il giro più veloce della corsa che è valso un preziosissimo punto aggiuntivo. Lo jesino è stato freddo nel non farsi coinvolgere dalla bagarre e domani potrà partire una posizione davanti a Cerqui nello schieramento di partenza della gara decisiva, grazie all’inversione della griglia dei primi sei.

In ballo, però, non c’è solo il titolo piloti assoluto, ma anche quello dei team. In questa speciale graduatoria l’Heaven Motorsport, precede solo di un punto l’Ebimotors. Un solo risultato, quindi, dovrà sancire i vincitori di due graduatorie. Un anno, una stagione in una corsa di 18 minuti + 1 giro.

Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport), invece, è già fuori dai giochi. Il piemontese ha pagato una qualifica poco incisiva perché è rimasto senza benzina nel giro conclusivo e si è dovuto accontentare del sesto posto in griglia. Il torinese d’altro canto ha già blindato la terza piazza assoluta dai possibili attacchi del giovane romano. Liberati, infatti, prima della bandiera a scacchi è stato penalizzato per non aver percorso la via di fuga fra i birilli nel taglio della Prima Variante, quando è arrivato lungo per contenere un attacco di Milos Pavlovic al debutto con la Bonaldi Motorsport, la squadra bergamasca che ha fatto il suo ritorno nel monomarca riservato alle 911 GT3 Cup.

Alberto De Amicis è il nuovo Campione della Michelin Cup, la classifica riservata ai Gentleman Driver. Il pilota ortonese dell’Ebimotors – Centri Porsche Milano ha centrato il titolo con una gara di anticipo grazie al settimo successo stagionale su tredici gare disputate. “Sono contentissimo di aver raggiunto il risultato che mi ero prefissato all’inizio della stagione e mi dedico il titolo perché sono riuscito a conseguire questo successo in un anno molto difficile per me al di fuori delle corse. Ringrazio la squadra di Enrico Borghi per avermi dato piena fiducia e sono orgoglioso di averla ripagata. Oggi avevo il passo per stare con il gruppo dei migliori, ma quando ho visto che davanti c’era battaglia ho preferito evitare i guai, lasciando che si avvicinasse Gianluca Giraudi che poi ha concluso terzo. Domani potrò andare all’attacco perché non avrò più niente da temere.”

Alle spalle di De Amicis si è inserito Alex De Giacomi (MIK Events) ottimo sesto assoluto dopo una bella rimonta dalla dodicesima piazza della griglia di partenza. Il bresciano ha ridotto il margine da Giacomo Scanzi (Krypton Motorsport) a sole tre lunghezze e può ambire al secondo posto di classe, poiché l’altro lombardo ha pagato una partenza sbagliata che lo ha fatto precipitare nel gruppo e alla fine si è dovuto accontentare di un quarto posto alle spalle di Angelo Proietti (Erre Esse – Antonelli Motorsport).

De Giacomi potrà far valere la partenza in pole position in Round 14, per il fatto che si rovesciano le prime tre file. Da segnalare anche l’incidente di Nicolò Granzotto (Antonelli Motorsport) nel corso del quinto giro che ha sbattuto contro le barriere all’uscita della seconda curva di Lesmo dopo aver pizzicato il tappetino in erba sintetica all’esterno del cordolo.

Round 14 si disputerà domani pomeriggio, 20 ottobre, con partenza alle ore 14,00. La gara sarà trasmessa in diretta televisiva da Sportitalia2 (canale 61 del Digitale Terrestre e canale 226 della piattaforma di Sky), in live streaming da www.carreracupitalia.it (disponibile anche su iPhone e iPad), da www.motormedia.tv e www.panorama-auto.it. Il commento è di Guido Schittone collegato alla pitlane con Mauro Gentile. Il sito OmniCorse.it aggiornerà in tempo reale il Pit Live con fatti, racconti e retroscena di pista e della vita nel paddock, mentre su Twitter potrete seguire con noi la diretta live su @auto_app.

Le Classifiche

Assoluta: 1. Cerqui punti 162; 2. Fulgenzi 160; 3. Giraudi 137; 4. Liberati 102; 5. Monti 72; 6. De Amicis 47; 7. De Giacomi 40; 8. Scanzi 34; 9. Chatin 32; 10. Gaidai 23; 11. Granzotto e Proietti 19; 13. Bignotti 14; 14. Cicognani 11; 15. Benucci 10; 16. Roda 8.

Michelin Cup: 1. De Amicis punti 71; 2. Scanzi 60; 3. De Giacomi 57; 4. Proietti 41; 5. Granzotto 37; 6. Bignotti 26; 7. Roda 19; 8. Benucci 17; 9. Negra 6; 10. Cassarà e Bagnasco 2.

Team: 1. Heaven Motorsport punti 164; 2. Ebimotors 163; 3. Antonelli Motorsport 144; 4. Erre Esse – Antonelli Motorsport 109; 5. Tsunami RT 73; 6. MIK Events 64; 7. Krypton Racing 62; 8. GDL Racing by Centro Porsche Padova 42; 9. Kinetic Racing 24; 10. Bonaldi Motorsport 1.

GT ITALIANO

 In concomitanza con la Carrera Cup Italia si è disputata anche Gara 1 del settimo appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo GT3: Vito Postiglione e Luigi Lucchini hanno vinto la corsa con la 911 GT – R dell’Ebimotors che adesso guida la classifica tricolore con 14 punti di vantaggio sulla Ferrari 458 del Black Bull Swiss Racing. Il dominio della Casa di Stoccarda è stato sancito anche dal secondo posto di Christian Passuti e Marco Mapelli con la 911 GT3 – R dell’Antonelli Motorsport che ha preceduto l’altra GT3 – R dei tedeschi Robert Renauer e Martin Ragginger.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

Binomio al vertice per DS Virgin Racing nella tappa argentina della Formula E

Tempo di lettura: 2 minutiIl Team DS Virgin Racing sbarca fiducioso in America del Sud per l’ePrix di Buenos …