mercoledì, 23 agosto 2017 - 13:57
Home / Notizie / Tecnologia / CES 2017: la mobilità intelligente secondo Nissan

CES 2017: la mobilità intelligente secondo Nissan

Tempo di lettura: 2 minuti

Carlos Ghosn, Chairman e CEO di Nissan, è salito sul palco del CES di Las Vegas per annunciare i progressi effettuati da Nissan nell’ambito della mobilità intelligente, un progetto fortemente voluto dalla Casa giapponese per trasformare stile di guida, modalità di alimentazione e integrazione delle auto nella società.

Vediamo le novità principali annunciate da Nissan. Partiamo dal sistema “Seamless Autonomous Mobility” (SAM) sviluppato a partire da una tecnologia della NASA, la piattaforma SAM affianca all’intelligenza artificiale (AI) di bordo la logica umana per consentire ai veicoli a guida autonoma di prendere decisioni in caso di imprevisti quali incidenti o ostacoli improvvisi andando ad incrementare le conoscenze del sistema. Grazie a questa soluzione, che rientra nella strategia di Nissan Intelligent Integration, milioni di auto a guida autonoma da qui a pochi anni saranno in grado di coesistere con i conducenti prima di quanto non si pensi.

Annunciata poi la nuova generazione della elettrica Leaf con tecnologia ProPILOT di Nissan che permetterà all’ecologica giapponese di procedere in autonomia in autostrada rimanenendo all’interno della singola corsia. L’intenzione è di consolidare la leadership dell’azienda nel settore dei veicoli elettrici: non a caso sono oltre 250.000 le Nissan Leaf vendute in tutto il mondo dal 2010.

L’Alleanza Renault-Nissan sta continuando la collaborazione con Microsoft per mettere a punto tecnologie di nuova generazione per le auto connesse. Sul palco è stata fatta una dimostrazione di come Cortana, l’assistente virtuale di Microsoft, possa favorire una guida più integrata ed efficiente. E questa è solo la prima delle tante tecnologie che l’alleanza tra i due colossi produrrà nel futuro prossimo, grazie alla visione condivisa per le auto connesse, puntando a migliorare l’esperienza del cliente per rendere la guida più intuitiva, intelligente e piacevole.

È stata infine avviata una nuova partnership con 100 Resilient Cities (100RC), un programma globale non-profit promosso dalla Rockefeller Foundation che si propone di aiutare le città a sviluppare la resilienza necessaria ad affrontare cambiamenti strutturali, sociali ed economici. In Italia, Roma e Milano sono già in prima linea nello sviluppo di questo programma. Insieme, Nissan e le città di 100RC getteranno le basi per la guida autonoma, i veicoli elettrici e nuovi servizi di mobilità. Nissan è il primo partner automobilistico di 100RC

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

eSport

Liberty Media lancia gli eSport con Formula 1 2017

Tempo di lettura: 2 minutiNell’ottica di rinnovamento intrapresa da Liberty Media, i nuovi padroni commerciali della F.1,  partirà a …