giovedì, 14 dicembre 2017 - 5:32
Home / Notizie / Tecnologia / La guida autonoma di Volvo è diventata realtà

La guida autonoma di Volvo è diventata realtà

Tempo di lettura: 2 minuti

Volvo Cars ha dato ufficialmente inizio a Drive Me, l’esperimento di guida autonoma su strade pubbliche studiato dalla casa svedese per studiare l’evoluzione di questa tecnologia.

Vi abbiamo parlato della partnership con Uber finalizzata allo sviluppo congiunto della prossima generazione di vetture con guida autonoma e nella giornata di ieri è stata prodotta la prima vettura completa con tecnologia di guida autonoma che verrà utilizzata nell’ambito del Drive Me Project in programma nella città di Goteborg. Sulla base del SUV Volvo XC90 la prima auto a guida autonoma della casa svedese verrà nelle prossime settimane prodotta in serie e affidata ad alcune famiglie residenti a Goteborg affinchè possano sperimentare la guida senza pilota e darne  così un parere incondizionato sulla guida totalmente assistita, differenziandosi così dagli altri progetti di guida autonoma condotti e recensiti principalmente da personale tecnico.

Volvo sta spingendo molto sulla guida autonoma convinta che solo con questa nuova tecnologia si avrà una drastica riduzione degli incidenti stradali, troppo spesso causa di disattenzioni da parte dei guidatori. La Casa automobilistica svedese, il cui nome è sinonimo di sicurezza per le auto sin da quando inventò la cintura di sicurezza a tre punti nel 1959, sta aprendo la strada allo sviluppo dei sistemi di guida autonoma come condizione per realizzare il proprio obiettivo di azzeramento entro il 2020 del numero di vittime o feriti gravi a seguito di incidente in una Volvo di nuova costruzione.

Tale tecnologia promette poi di decongestionare il traffico sulle strade più battute e di ridurre l’inquinamento, consentendo ai conducenti di utilizzare in modo più efficace il tempo trascorso a bordo dell’auto. Attualmente Volvo propone già una funzionalità di guida semi-autonoma chiamata Pilot Assist sulle vetture della Serie 90 il quale provvede a correggere la traiettoria dello sterzo fino a 130 km/h.  

Questa è una tappa importante per il progetto Drive Me,” ha commentato Erik Coelingh, Senior Technical Leader per la Sicurezza Attiva di Volvo Cars, nell’osservare le fasi conclusive di rifinitura della vettura. “I clienti guardano le loro auto in modo diverso da noi ingegneri, quindi siamo impazienti di sapere come utilizzeranno queste vetture nella loro vita quotidiana e di ricevere i primi riscontri.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Uconnect HD Live

Fiat 500L: debutta il nuovo Uconnect HD Live

Tempo di lettura: 2 minutiSu  nuova 500L integrare lo smartphone, sia iOS sia Android, diventa una pura formalità. Con …