sabato, 16 dicembre 2017 - 10:08
Home / Notizie / Tecnologia / Le soluzioni Bosch per un futuro connesso

Le soluzioni Bosch per un futuro connesso

Tempo di lettura: 4 minuti

Il futuro è connesso. Bosch prevede che entro il 2022 circa 14 miliardi di oggetti saranno collegati a Internet.

IoT Suite è la base tecnologica di molte applicazioni per l’Internet delle cose e la multinazionale tedesca, che ne ha saputo riconoscere tempestivamente la potenzialità, oggi offre già molte soluzioni concrete. Bosch è leader del mercato mondiale dei sensori micromeccanici che costituiscono la base di molte soluzioni connesse. Per esempio, i sensori Bosch rilevano i parcheggi liberi, mentre le “centrali virtuali” utilizzano i software Bosch per gestire la domanda e la produzione di energia. Di seguito una selezione di soluzioni per il mondo connesso.

1) La connettività alla base delle soluzioni di mobilità

L’app “Charge&Pay for Mercedes-Benz” consente di ricaricare i veicoli elettrici più facilmente. Chi viaggia con un’auto elettrica e vuole ricaricarla deve avere infrastrutture e servizi adatti. In Germania esistono circa 3.000 punti di ricarica accessibili e abilitati per il web, 230 operatori e differenti sistemi di pagamento. Per offrire ai guidatori un processo di ricarica e pagamento molto più semplice e comodo, Daimler offre l’app “Charge&Pay for Mercedes-Benz”, sviluppata e fornita da Bosch Software Innovations. Usando questa app, ricaricare l’auto dalla stazione di ricarica è semplice e veloce, in quanto funziona indipendentemente dal fornitore. L’app mostra tutti i punti di ricarica liberi nelle vicinanze e il costo applicato da ogni stazione. Anche la verifica dell’identità è gestita dall’app, mentre la fatturazione viene effettuata automaticamente tramite PayPal. Ideato per gli smartphone, il servizio è disponibile ovunque e in qualsiasi momento, senza obblighi contrattuali o costi fissi.

La connettività è importante anche nel momento in cui un’auto deve essere sottoposta a interventi di manutenzione o riparazione. Bosch ha creato una soluzione per le officine che facilita la ricerca dei guasti, semplificando, così, gli interventi di riparazione. Il sistema di diagnosi Flex Inspect legge in modalità wireless il registro guasti del veicolo e controlla, per esempio, il livello di carica della batteria, la pressione degli pneumatici e la geometria del telaio, visualizzando le informazioni su un tablet. La diagnosi live con la realtà aumentata è parte di questa soluzione innovativa: il tecnico dell’officina non deve far altro che puntare la fotocamera del suo tablet verso il veicolo e sopra l’immagine dell’auto, nelle posizioni corrispondenti, sono visualizzate le informazioni contestuali.

Cercare ogni giorno un parcheggio, in centro o nei garage, è frustrante e fa perdere molto tempo. Bosch ha sviluppato alcune soluzioni che creano in tempo reale le mappe degli spazi di parcheggio liberi. I sensori wireless installati sul manto stradale e nei veicolo in transito, riconoscono se uno spazio è occupato o meno e trasmettono l’informazione via Internet all’auto che vi passa accanto. Le informazioni vengono, così, visualizzate su una mappa e trasmesse agli smartphone degli utenti o direttamente ai dispositivi di navigazione delle loro auto. Tale sistema contribuisce a ridurre gli estenuanti tempi di ricerca di un parcheggio e di conseguenza le emissioni di CO2 a vantaggio dell’ambiente.

I nuovi servizi telematici di Bosch garantiscono completezza di informazioni e una panoramica più chiara ai gestori di flotte. I dati relativi ai viaggi e alle prestazioni vengono inviati a Bosch per l’analisi attraverso l’interfaccia del sistema di diagnostica “on board” (OBD) del veicolo. I gestori di flotte possono utilizzare i dati valutati per ottimizzare, per esempio, i tempi di esercizio e di manutenzione. Sono disponibili anche servizi come il registro elettronico e il sistema antifurto grazie al GPS installato nel veicolo. In questo modo si riducono i costi totali di esercizio.

2) Energia connessa per una maggiore sostenibilità

Da settembre 2014 un nuovo sistema software, con controllo tramite connessione wireless, contribuisce alla stabilità della rete elettrica di Berlino. Il software è stato sviluppato da Bosch Software Innovations, in collaborazione con l’operatore di telefonia mobile e*Message. Questa nuova tecnologia consente di gestire in modo flessibile migliaia di generatori di corrente e utenze locali, attivandoli e disattivandoli in modo sicuro, affidabile ed economicamente efficiente. Le utenze e i sistemi di generazione di energia possono essere gestiti in modo flessibile, collettivamente o individualmente, tramite un processo ad hoc, scaglionato nel tempo o programmato. A seconda delle condizioni meteo, per esempio, gli accumulatori notturni di calore possono essere accesi, ogni giorno a orari diversi, oppure è possibile regolare gli impianti fotovoltaici in base alle necessità, impedendo così sovraccarichi della rete.

Smart City Rheintal è un consorzio che sviluppa diversi progetti innovativi nella regione del Vorarlberg, in Austria. La regione si è posta l’obiettivo di raggiungere l’autonomia energetica, a zero emissioni di CO2, entro il 2050. Nel sottoprogetto “smart grid”, Bosch sta lavorando con altri partner per progettare e sviluppare una centrale virtuale che assocerà domanda e produzione di energia. Un insieme di impianti fotovoltaici crea un’unica fonte virtuale di elettricità, la cui produzione potrà essere controllata aumentando o riducendo l’ingresso di energia proveniente dai singoli impianti fotovoltaici che la compongono, in questo modo si evita di accumulare molta energia solare quando non è necessaria.

3) Soluzioni per la domotica

Bosch ha già lanciato sul mercato i suoi primi elettrodomestici connessi, che possono essere gestiti tramite app: un forno e una lavastoviglie. L’app Home Connect di Bosch è la prima applicazione al mondo che consente di gestire elettrodomestici di diverse marche in modo centralizzato e di utilizzare molte altre funzioni. Entro l’autunno del 2015, ogni categoria di prodotti di Bosch comprenderà elettrodomestici connessi.

4) e.Control: sistemi per energia connessi in modo intelligente

Bosch offre anche soluzioni innovative per collegare in modo intelligente i sistemi energetici domestici. Collegando un impianto fotovoltaico a una pompa di calore con tecnologia avanzata, i consumatori possono sfruttare gran parte dell’energia solare, per i consumi energetici di casa, riducendo considerevolmente le bollette. Il cuore di questo sistema è rappresentato dal sistema di controllo intelligente e.Control: collegato al contatore, monitora i flussi di energia in casa, dando priorità agli elettrodomestici che sono in funzione in quel momento. Aggiungendo all’impianto un sistema di accumulo di energia di Bosch, i proprietari della casa possono utilizzare per loro stessi una quantità maggiore di energia solare. Il sistema, infatti, garantisce che la pompa di calore riceva elettricità sufficiente anche quando il cielo è nuvoloso oppure dopo il tramonto.

Autore: Redazione Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

Uconnect HD Live

Fiat 500L: debutta il nuovo Uconnect HD Live

Tempo di lettura: 2 minutiSu  nuova 500L integrare lo smartphone, sia iOS sia Android, diventa una pura formalità. Con …