giovedì, 22 giugno 2017 - 14:11
Home / Peugeot al Salone di Ginevra 2014

Peugeot al Salone di Ginevra 2014

Tempo di lettura: 5 minuti

Sullo stand, dell’84° Salone di Ginevra, PEUGEOT svela le carte vincenti di una duplice offensiva: prodotto e tecnologica.

Da un lato le nuove PEUGEOT 108 e 308 SW, dall’altro, il nuovo motore benzina PureTech 3 cilindri 1.2 litri, le nuove motorizzazioni diesel BlueHDi (Diesel Euro6), l’offerta ibrido diesel HYbrid4 e la concept car 2008 HYbrid Air confermano il suo know-how tecnologico e ambientale oggi e in futuro. PEUGEOT afferma anche, con RCZ R, 308 R Concept e la 208 T 16 Pikes Peak, che la velocità è sempre al centro dei loro pensieri.

Nuove PEUGEOT 108

Nell’estate 2014, ricca di una magnifica carriera commerciale – più di 800 000 unità vendute – la PEUGEOT 107 cederà il posto alla PEUGEOT 108. Dopo aver rinnovato completamente l’offerta nei segmenti B e C, PEUGEOT presenta a Ginevra la sua nuova city-car e fa soffiare un vento di novità sul dinamico segmento A, che ormai rappresenta quasi il 10 % del mercato europeo.
Compatta (lunghezza 3,47m), leggera (a partire da 840 kg), naturalmente adatta alla città, la PEUGEOT 108 si propone nella versione berlina 3 e 5 porte, o nella decappottabile 108 TOP!.

Il suo design chic ed elegante, in cui le linee precise, i proiettori tecnologici e gli sbalzi ridotti al massimo accentuano il dinamismo, fa appello alla personalizzazione : a ciascuno la sua 108. I clienti potranno scegliere fra otto tinte di carrozzeria, due delle quali esclusive, tre colori della capote sulla 108 TOP!, due vernici bicolore sulla berlina 3 porte, ma anche sette temi di personalizzazione e di ambienti interni.

La PEUGEOT 108 contribuisce alla crescita all’interno della gamma del marchio: la ricchezza esterna prosegue all’interno, con un abitacolo comodo, facilmente accessibile, dotato, in base ai livelli di allestimento, di un grande touchscreen da 7”, retrocamera, del keyless system, della climatizzazione automatica, dei retrovisori elettrici termici, dell’accensione automatica dei fari. A proprio agio nella sua epoca, la city-car PEUGEOT 108 è ovviamente ultraconnessa, come testimonia l’offerta della nuova tecnologia Mirror Screen.

I clienti della PEUGEOT 108 potranno scegliere tra quattro gruppi motopropulsori basati su due motori 3 cilindri benzina (1.0 l VTi 68 e PureTech 1.2 l VTi 82), dai consumi contenuti – a partire da 88 g/km di CO2. Per muoversi in città, il suo servosterzo elettrico e la qualità dei suoi collegamenti al suolo le garantiscono un comportamento sicuro, vivace ed efficace in tutte le circostanze.

Nuova PEUGEOT 308 SW

La nuova PEUGEOT 308 si colloca al cuore del mercato, nel segmento C strategico, che rappresenta più di un terzo del mercato europeo. Con oltre 46.000 ordini cumulati (a fine gennaio 2014), di cui più del 40% nei livelli di allestimento superiori, la nuova Berlina 308, lanciata nell’autunno del 2013, soddisfa già gli obiettivi ambiziosi che le erano stati assegnati.
A partire dal prossimo aprile, l’offerta della nuova 308 si arricchirà di una seconda variante.

Completamente ripensata – riprende soltanto il nome dalla vettura che l’ha preceduta – la nuova PEUGEOT 308 SW propone un’alternativa in termini di volume, abitabilità, modularità e praticità.

I designer e gli ingegneri l’hanno dotata di numerose carte vincenti: progettazione efficiente basata su una radicale procedura di alleggerimento, design dinamico, posto di guida innovativo, esperienza di guida unica, motori innovativi con consumi contenuti e qualità ai massimi livelli.

Grazie alla nuova piattaforma EMP2, hanno saputo conciliare dimensioni generose (lunghezza 4,58 m), un’abitabilità e un volume di carico (da 610 a 1.660 dm3 VDA) tra i migliori del mercato, con una riduzione della massa di 140 kg rispetto alla vettura precedente.

Associate a un’aerodinamica ottimizzata (Cx: 0,28, Scx: 0,64) e ad una massa ridotta, le due motorizzazioni benzina turbocompresse 1.2l e 1.6l da 130 e 155 CV e le quattro motorizzazioni diesel 1.6 e 2.0 HDi da 92 a 150 CV, molte delle quali sono già conformi alle norme Euro 6, conferiscono alla nuova PEUGEOT 308 SW emissioni particolarmente controllate: infatti, l’inedito motore 3 cilindri benzina turbo PureTech 1.2 e-THP da 130 CV limita le emissioni di CO2 a 109 g/km, mentre la nuova versione 1.6l BlueHDi 120 CV abbinata a un cambio meccanico a sei marce consuma, nel ciclo misto, solo 3,2 l/100km, ossia 85g/km di CO2 – il record del segmento.

Numerosi aiuti alla guida tecnologici, come il controllo dell’angolo morto di retrovisione, il regolatore di velocità attivo, l’allarme di rischio di collisione e la frenata automatica di emergenza aumentano la serenità. Una connettività sempre più estesa, il sistema Park Assist o il Driver Sport Pack sono altrettanti equipaggiamenti al servizio dell’emozione e del comfort della vita a bordo. Ancora inediti nel segmento, i proiettori Full Led sono di serie nei livelli di allestimento superiori.

Il know-how tecnologico PEUGEOT

Nel 2013 il Marchio ha ridotto ulteriormente le emissioni medie ponderate di CO2 delle sue gamme europee: con 115,2 g/km nel 2013, contro 121,6 g/km nel 2012, PEUGEOT ha conquistato il podio europeo dei marchi più virtuosi – un risultato straordinario con un’offerta prodotto ampiamente rappresentata nei segmenti C e D.

La nuova PEUGEOT 308 SW 1.2l e-THP 130 CV inaugura l’inedito motore tre cilindri benzina PureTech, nella sua versione turbocompressa a iniezione diretta abbinata a un cambio manuale a sei marce. Con una coppia massima di 230 Nm ottenuta a 1750 g/min, presenta il miglior compromesso fra coppia ai bassi regimi e potenza del mercato. Il 95 % della coppia rimane disponibile tra 1500 e 3500 g/min, il che rende il suo utilizzo ottimale in tutte le circostanze.
A parità di potenza e piacere di guida, consumi e le emissioni di CO2 sono ridotti del 21% PEUGEOT espone a Ginevra la sua nuova tecnologia antinquinamento diesel BlueHDi, che equipaggia numerose versioni delle PEUGEOT 308, 308 SW e 508.

Inaugurato sulla 508 2.0 BlueHDi 180, il nuovo cambio automatico a sei rapporti AISIN di terza generazione è disponibile anche sulla 308 SW, abbinato al motore 2,0l BlueHDi 150. Questo nuovo cambio automatico dispone della tecnologia Quickshift che permette un inserimento dei rapporti più rapido e garantisce un’eccellente fluidità e un piacere di utilizzo di alto livello. E’ stato progettato per ridurre drasticamente le emissioni di CO2.

Ma per raggiungere a termine l’obiettivo di un veicolo di serie accessibile che consumi soltanto 2 litri/100 km, PEUGEOT s’orienta verso soluzioni di rottura. Così, con la tecnologia HYbrid Air, una tappa fondamentale verso quest’obiettivo, PEUGEOT si conferma pioniere.

2008, modello a vocazione internazionale, è il supporto naturale di questa nuova catena di trazione, che associa un motore benzina all’aria compressa in una tecnologia dai costi contenuti, applicabile dal 2016 sulle autovetture e i VCL dei segmenti B e C e accessibile alla stragrande maggioranza dei clienti nei cinque continenti.

2008 HYbrid Air associa due energie per ottenere il rendimento migliore in funzione delle diverse situazioni: l’aria compressa derivata soprattutto dal recupero di energia in fase di frenata e di decelerazione assiste e va persino a sostituirsi al motore 3 cilindri benzina di ultima generazione ottimizzato nei sui migliori punti di funzionamento.

Composta, per la parte pneumatica, di un serbatoio ad alta pressione posizionato nel tunnel centrale, di un serbatoio a bassa pressione a livello del retrotreno e di un gruppo motore/pompa installato sulla trasmissione, la catena di trazione HYbrid Air preserva l’abitabilità e la modularità del veicolo e offre al guidatore tre modalità di utilizzo: Aria (ZEV), Benzina e Combinata.

PEUGEOT SPORT

Sullo stand PEUGEOT di Ginevra, i visitatori potranno scoprire un’altra illustrazione del know-how del Marchio in termini di design e di sensazioni di guida. L’esclusiva RCZ R, versione «ultrapotenziata» dell’emblematica coupé sportiva RCZ che ha già sedotto più di 57 000 appassionati, è dal momento del lancio avvenuto all’inizio di quest’anno, il modello di serie più potente della storia del Marchio.

O la 308 R Concept che, con la sua posizione ribassata, le carreggiate ampie e le fiancate marcate, ben piantata sulle ruote da 19” a tulipano, non fa mistero della sua vocazione sportiva e del suo temperamento esasperato. Sotto la carrozzeria bicolore in carbonio, nasconde il motore della RCZ R, il 4 cilindri benzina da 1.6 l da cui gli ingegneri di PEUGEOT SPORT hanno saputo estrarre 270 CV, ossia una potenza specifica, record nella categoria, di circa 170 CV/litro. Per sfruttarne tutto il potenziale, 308 R Concept è dotata di un avantreno con differenziale a slittamento limitato Torsen e di un impianto frenante sovradimensionato.

Il 2013 è stato anche l’anno dei superlativi per PEUGEOT SPORT con le versioni da competizione dell’erede della saga delle serie 2 PEUGEOT.

Non c’è dubbio che il pubblico svizzero si affollerà intorno alla 208 T16 Pikes Peak: 25 anni dopo la prima vittoria di Ari Vatanen e della sua 405 T 16 nella mitica corsa americana, al volante dell’ormai leggendaria 208 T 16 Pikes Peak, versione estrema della 208 (V6 bi-turbo da 3,2 l, 875 cavalli per 875 chili, da 0 a 100 km/h in 1”8) Sébastien Loeb ha polverizzato, in 8′ 13” 878, il record dei 20 km di salita. Un’avventura umana e meccanica che esprime il gusto dell’eccellenza di tutto un Marchio.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

International Engine of the Year Awards

L’ International Engine of the Year Awards al V8 turbo Ferrari

Tempo di lettura: 1 minutoPer il secondo anno consecutivo, il  V8 3.9 litri turbo che equipaggia le 488 GTB …