venerdì, 18 agosto 2017 - 10:48
Home / ŠKODA Octavia G-TEC: in anteprima a Ginevra

ŠKODA Octavia G-TEC: in anteprima a Ginevra

Tempo di lettura: 1 minuto

All’inizio di marzo, al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, sarà possibile ammirare la ŠKODA Octavia G-TEC. Per la prima volta, la Octavia sarà disponibile con alimentazione a gas metano e andrà ad affiancare la Citigo, il primo modello ŠKODA con questa alimentazione. La versione ecologica sarà disponibile sia per Octavia berlina sia per Octavia Wagon dalla seconda metà del 2014.

“Le motorizzazioni a gas metano sono un elemento importante nella strategia di sostenibilità ŠKODA e per questo la proponiamo sul nostro modello bestseller”, commenta Frank Welsch, Membro del Consiglio di Amministrazione ŠKODA per Sviluppo Tecnico e Design. “L’utilizzo della tecnologia CNG unisce al meglio mobilità ecologica e convenienza di utilizzo. La versione G-TEC trasforma la nostra gamma Octavia in un modello ancora più attraente ed eco-friendly”.

La nuova ŠKODA Octavia G-TEC è equipaggiata con un motore a benzina 1.4 TSI turbo 110 CV (81 kW) a doppia alimentazione, gas metano e benzina. Il pacchetto G-TEC comprende una serie di caratteristiche tecnologiche, come il sistema Start-Stop e di recupero dell’energia in frenata. Questa motorizzazione soddisfa anche gli standard di emissione definiti dalla normativa Euro 6, in vigore da settembre 2014.

I valori di autonomia della nuova Octavia G-TEC sono davvero straordinari: già in modalità di alimentazione esclusivamente a metano, la Octavia G-TEC copre fino a 410 km senza necessità di rifornimento. I consumi si attestano sui 5,4 m3 di gas metano per 100 km, a fronte di emissioni di CO2 di soli 97 g/km. In modalità a benzina, l’autonomia raggiunge i 920 km; la Octavia G-TEC può dunque percorrere fino a 1.330 km.

Con il lancio della nuova Octavia G-TEC, ŠKODA definisce ancora una volta gli standard in termini di veicoli ecocompatibili. La Casa produce attualmente 97 modelli con emissioni sotto i 120 g CO2/km, tra cui 17 con valori inferiori a 100 g/km di CO2.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

droni

Anche i droni fanno le multe

Tempo di lettura: 1 minutoI droni fanno parlare di sé. Se da una parte da qualche anno a questa …