sabato, 16 dicembre 2017 - 23:34
Home / Esperienze / Subaru Snow Experience: il nostro racconto
Subaru Snow Experience

Subaru Snow Experience: il nostro racconto

Tempo di lettura: 3 minutiAnche quest’anno è andata in scena la Subaru Snow Experience (ultima tappa 3/5 marzo), un’occasione per mettere alla prova le proprie abilità sulla neve, contando sulle capacità delle Subaru. Dopo aver fatto tappa a Tarvisio, Courmayeur e Riva Valdobbia, l’ultimo passaggio è al Passo del Tonale dove anche noi abbiamo avuto la possibilità di provare esercizi, capacità e limiti delle vetture prodotte dalla Casa delle Pleiadi. Ecco com’è andata.

Cosa fa di una Subaru una Subaru?

Prima di raccontarvi la nostra Subaru Snow Experience, è d’obbligo rispondere ad una domanda così importante, soprattutto quando si parla di un Marchio relativamente piccolo (che vuole restare tale) come Subaru. Sono sicuramente due componenti fondamentali: il motore boxer e la trazione integrale permanente Simmetrical All Wheel Drive. Tutta la gamma, infatti, a parte la BRZ che è mossa dalla trazione posteriore, può contare su queste caratteristiche, che dal 1966 monta il boxer e dal 1972 gode della trazione integrale (qui tutta la sua storia). A queste due componenti fondamentali si aggiungono tre elementi che, dal lato cliente, rappresentano la forza di Subaru: la sicurezza, la versatilità e affidabilità. Tre caratteristiche che hanno un valore non indifferente e rappresentano in pieno la concretezza di un Marchio che da qualche anno a questa parte ha puntato anche ad aumentare l’appeal delle proprie auto.

La Subaru Snow Experience

Subaru Snow Experience Con l’intera gamma a disposizione, lo staff della Subaru Driving School ha riservato ad ogni vettura un esercizio o un percorso che facesse capire in maniera più efficace il funzionamento della trazione integrale. Siamo partiti dalla prova di frenata e di slalom a bordo di Levorg e XV, uno dei punti di forza della gamma che del totale venduto copre oltre l’80% con i SUV. In questi due esercizi abbiamo potuto comprendere, anche attraverso la registrazione delle strumentazioni, la potenza della forza frenante su fondo neve/ghiaccio (pari anche a 0,4 g), la trazione e la direzionalità dell’auto tra i birilli. Poi è venuto il turno di affrontare una delle prove offroad più difficile, il percorso all’interno di una piccola foresta, a bordo di Forester. L’ottimo angolo di attaccato ci ha permesso di percorrere i binari scavati nella neve fresca, godendo di nuovo di una trazione che non ci ha mai fatto titubare durante i vari saliscendi nella natura incontaminata. Tornati dal bosco, ci siamo dedicati al drift, un aspetto divertente che in Subaru non hanno mai sottovalutato, sia con la ben nota WRT STI (da noi provata), sia con la BRZ, appena restilizzata e unico modello in gamma dotato della sola trazione posteriore. In condizioni difficili, dovute alla presenza di neve e ghiaccio, abbiamo danzato attorno ai birilli, toccando con mano l’azione dei differenziali presenti sulla WRX, che le permettevano di trasferire maggiore coppia all’anteriore o al posteriore in base alla necessità. Il piccolo esercizio effettuato con la BRZ è stato di puro divertimento a causa della poca trazione, ma anche questo piccolo excursus fuori dal mondo 4×4 ci ha permesso di capire quanto faccia la differenza avere due ruote motrici in più e quanto queste garantiscano sicurezza di guida e maggiore efficacia tra le curve. Subaru Snow Experience Infine, è venuto il momento di godere delle capacità della WRX STI in un piccolo, ma molto impegnativo, circuito di handling, con il quale abbiamo potuto mettere in atto tutto quello che avevamo imparato negli esercizi precedenti, in cui avevamo ascoltato attentamente tutti i suggerimenti degli istruttori. Quest’ultima prova ha mostrato in maniera molto chiara tutte le capacità della sportiva giapponese e ci ha fatto capire che guidare su ghiaccio e neve è quasi un’“arte”, una disciplina che, per chi frequenta spesso la montagna, è importante imparare e per saperla eseguire al meglio è meglio farsi insegnare da chi fa di questo mondo la propria disciplina, come i piloti professionisti della Driving School. La Subaru Snow Experience è stata formativa e divertente, da provare, sperando che tutti i Marchi sempre di più offrano questo tipo di esperienze.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

Peugeot 3008 Percorsi Italiani Valle d’Aosta

Tra relax e cultura: la Valle d’Aosta a bordo della Peugeot 3008

Tempo di lettura: 9 minutiIl ponte dell’Immacolata del prossimo 8 dicembre è alle porte ed è l’occasione giusta per …