in

56° Easter Jeep Safari: ecco i 7 concept pazzeschi

Jeep Easter Safari
Tempo di lettura: 12 minuti

Alimentazione elettrica, capacità 4×4 e prestazioni top saranno i temi principali dell’edizione di quest’anno dell’Easter Jeep Safari, la “home away from home” del marchio Jeep. Protagonista assoluto dell’evento il meglio della produzione dei team di Jeep e Jeep Performance Parts by Mopar (JPP) saranno protagonisti con una straordinaria gamma di concept 4×4 e 4xe personalizzati per conquistare gli iconici tracciati in terra rossa di Moab, Utah. Migliaia di appassionati e fedelissimi del marchio provenienti da tutto il mondo faranno tappa a Moab dal 9 al 17 aprile per il tradizionale raduno annuale: una settimana dedicata alla guida off-road tecnica su tracciati suggestivi.

Quest’anno 10 concept targati Jeep e JPP unici nel loro genere sono dotati di propulsori di ultima generazione. A nobilitare l’eccezionale gamma il ritorno trionfale della Jeep Wrangler Magneto, il primo concept elettrico a batteria (BEV) del marchio Jeep. Ancora più potente e migliorata nelle prestazioni, Jeep Wrangler Magneto 2.0 testimonia, insieme ad altri quattro concept Jeep 4xe, l’impegno del marchio Jeep nei confronti della missione “Libertà a zero emissioni”. Inoltre, ogni concept prevede la produzione e il prototipo JPP di Mopar, sviluppato con specifiche rigorose tenendo conto della leggendaria capacità 4×4.

I concept sviluppati per l’edizione 2022 dell’Easter Jeep Safari sono:

Jeep Wrangler Magneto 2.0

Jeep® Wrangler Magneto 2.0 Concept

Un anno fa il concept Jeep Wrangler Magneto dimostrò che il sistema di propulsione a batteria sarebbe stato perfetto per esaltare le prestazioni su strada e fuoristrada di Wrangler. Un veicolo che dimostrava l’impegno del marchio Jeep per l’obiettivo “Libertà a zero emissioni”.

Con Jeep Wrangler Magneto 2.0 queste caratteristiche sono state letteralmente amplificate, creando un fuoristrada capace di dominare qualsiasi terreno e di esaltarsi fuori dalle piste battute.

La versione base del propulsore di Magneto 2.0 è costituita da:

  • Motore elettrico personalizzato a flusso variabile con funzionamento fino a 5.250 giri/min
  • Cambio manuale a sei marce per il massimo controllo sul sistema di propulsione
  • Quattro pacchi batteria agli ioni di litio distribuiti in diversi punti del telaio per bilanciare il peso, che offrono una potenza combinata di 70 kW/h e un sistema da 800 volt
  • Un invertitore di derivazione sportiva converte la corrente continua in corrente alternata per il motore ad alta tecnologia

L’amperaggio massimo del sistema di propulsione è più che raddoppiato a 600 A. Ciò consente a Magneto 2.0 di erogare all’istante 1150 Nm (850 libbre-piedi) di coppia massima alle ruote – oltre il triplo della coppia offerta dal concept dello scorso anno – e 625 CV per affrontare i percorsi rocciosi più impegnativi.

Grazie a una nuova calibrazione del motore elettrico che consente di mantenere il picco di amperaggio fino a 10 secondi – una sorta di protossido di azoto elettronico –, Magneto 2.0 è in grado di passare a 0 a 60 m/h in 2 secondi.

Il rapporto della prima marcia del cambio manuale è passato da 5,13 a 3,36. Abbinato alla scatola di rinvio Rock-Trac di Jeep Wrangler Rubicon, Magneto 2.0 è impareggiabile nell’affrontare i percorsi rocciosi grazie alla trasmissione immediata della coppia “on demand”. La funzione Max Regen selezionabile dal guidatore aggiunta al sistema di propulsione offre una vera esperienza di guida a pedale unico.

Per garantire tutta questa coppia è stato necessario effettuare alcune modifiche alla struttura.

In primo luogo, al passo della Wrangler a due porte sono stati aggiunti 12 pollici (circa 30 centimetri), creando così ulteriore spazio per i componenti del propulsore. Le dimensioni di Magneto 2.0 sono così simili a quelle della versione “LJ” Unlimited del 2004-2006. Il veicolo è inoltre dotato di un kit di sollevamento personalizzato da 3 pollici e pneumatici off-road da 40 pollici montati su cerchi da 20 pollici.

Il robusto telaio specifico per la guida fuoristrada presenta un asse anteriore Dynatrac 60 Pro-Rock e un potente asse posteriore Pro-Rock Dynatrac 80 con un rapporto di 5,38 e bloccaggi per entrambi gli assi, albero di trasmissione personalizzato e sospensioni off-road.

Leggeri paraurti personalizzati sull’anteriore e sul posteriore sostituiscono quelli in dotazione di serie. Passaruota in fibra di carbonio anteriori e posteriori coprono gli pneumatici di grandi dimensioni, senza che ciò comporti un’eccessiva aggiunta di peso garantendo migliori angoli di attacco e di uscita.

La livrea Surf Blue, il montante centrale personalizzato in fibra di carbonio, il tetto Bikini e il cofano in fibra di carbonio danno a Magneto 2.0 un look particolarmente solido e potente. Il cofano personalizzato presenta una finestra azzurra trasparente che lascia intravedere il motore sottostante.

Concept Jeep Grand Cherokee Trailhawk 4xe

Jeep® Grand Cherokee Trailhawk PHEV Concept

In estate in Italia arriverà Jeep Grand Cherokee 4xe, la prima versione elettrificata del SUV più premiato di sempre. L’Easter Jeep Safari offre al marchio Jeep e al suo team di progettisti l’opportunità di portare i propri veicoli di serie, quali la Grand Cherokee 4xe, a un livello superiore.  

Silenziosità e sicurezza di sé sono evidenti in questo concept ispirato ai veicoli “overland”. Il concept Jeep Grand Cherokee 4xe Trailhawk abbina alle leggendarie capacità 4×4 di Jeep la libertà della propulsione elettrica per garantire bassi consumi e massima autonomia.

La nuova Trailhawk 4xe, la Grand Cherokee più sostenibile e in grado di offrire le migliori capacità off-road di sempre, ha conquistato il Rubicon Trail in modalità full electric e ora è pronta ad affrontare tutti gli ostacoli che incontrerà sulla sua strada a Moab. Offre un nuovo scollegamento della barra stabilizzatrice, esclusivo per la categoria, che permette una migliore articolazione e trazione su rocce e terreni accidentati.

Come il nuovo modello Grand Cherokee 4xe, il concept Grand Cherokee Trailhawk 4xe è alimentato da due motori elettrici, un pacco batterie da 400 volt, un motore turbo a quattro cilindri da 2,0 litri e una trasmissione automatica TorqueFlite a otto marce per la massima efficienza e capacità. È inoltre dotato di sospensioni ad aria Quadra-Lift, esclusive per la categoria, per ottimizzare le prestazioni, mentre lo scollegamento della barra stabilizzatrice, anch’esso un’esclusiva per la categoria, permette una migliore articolazione e trazione su rocce e terreni accidentati.

Il design alla base del concept Grand Cherokee 4xe Trailhawk prende ispirazione dalla passione dei proprietari di SUV e pick-up “overland” che osano avventurarsi fuori dai sentieri battuti e affrontare l’ignoto.

Il concept sfoggia una livrea personalizzata Industrial Blue, oltre a esclusivi ganci di traino 4xe Lagoon Blue e una decalcomania Trailhawk nero e blu opaco antiabbagliamento sul cofano. A esaltare il look avventuroso, binari personalizzati sul tetto con cinghie integrate, rivestimento del tetto Rhino nero per una maggiore resistenza, cornici dei fendinebbia personalizzate con proiettori quadrupli a LED e grafica laterale in vinile personalizzata per la protezione contro i detriti. I rock-rails Mopar garantiscono ulteriore protezione contro gli agenti naturali più ostili.

Gli interni presentano sedili rivestiti in tessuto personalizzato Saddle con inseriti pied-de-poule “Rodney”. I sedili sono contraddistinti anche dall’esclusivo badge 4xe Trailhawk e da cuciture Surf Blue.

Il fuoristrada è dotato inoltre di cerchi da 20 pollici Neutral Gray metallizzato opaco con pneumatici da fango da 33 pollici BFG. I vani ruota decorati con ampi passaruota personalizzati formano un abbinamento perfetto con la solida combinazione di cerchi e pneumatici.

Concept Jeep ‘41

Jeep® ’41 Concept

“Dal 1941” è ben in vista: un distintivo d’onore sui veicoli Jeep, un simbolo che celebra gli oltre 80 anni di storia nel settore dei veicoli militari e delle leggendarie capacità 4×4 del marchio.

Durante l’Easter Jeep Safari, Jeep rende onore ai veicoli del passato. Quest’anno le luci sono puntate sulla Wrangler Willys.

Ogni veicolo del marchio Jeep ha una storia da raccontare, una storia che risale all’originale Willys MB – un affidabile veicolo 4×4 sviluppato su richiesta dell’U.S. Army. La Willys MB faceva di tutto, andava dappertutto e ha esercitato una notevole influenza sui veicoli a quattro ruote motrici costruiti successivamente.

Il concept Willys rétro diretto verso l’edizione di quest’anno dell’Easter Jeep Safari unisce alla grinta e alla determinazione dei veicoli militari la tecnologia della Wrangler 4xe elettrica. Il propulsore 4xe plug-in hybrid offre circa 33 chilometri di guida in modalità full-electric silenziosa e a zero emissioni, rendendo il concept la Wrangler tecnicamente più avanzata, più ecologica e dalle migliori prestazioni di sempre.

L’avanzato sistema di propulsione montato sulla Wrangler 4xe offre un’esperienza su strada e in fuoristrada unica grazie alla combinazione di due motori elettrici, un pacco batteria ad alta tensione, un motore turbocompresso I-4 da 2,0 litri high-tech e una collaudata trasmissione automatica TorqueFlite a otto marce.

Gli esterni del concept, inclusi i passaruota e le calotte degli specchi, sono verde oliva ‘41 opaco con paraurti in acciaio nero verniciato, verricello Warn e paraurti con tubolare JPP. La copertura rétro mette ancora più in risalto la capote marrone chiaro, mentre le mezze porte JPP offrono una straordinaria esperienza di guida all’aria aperta per immergersi ancora di più nella natura circostante. Un pacchetto di elementi grafici a stampa personalizzati prodotti da Jeep Graphic Studio e ganci di traino del colore degli inserti sono il perfetto tocco finale per un vero generale a cinque stelle.

All’interno, il concept ‘41 presenta una leva del cambio rétro con pomello personalizzato realizzato da Jeep Graphic Studio, oltre a sedili rivestiti in tessuto caratterizzati da inserti camo digitali e cuciture Serafil 1043. Il ruvido pavimento con rivestimento Rhino verde ‘41 opaco garantisce maggiore resistenza. Anche gli inserti del quadro strumenti del concept sono verde ‘41 opaco mentre il cruscotto presenta una grafica rétro Williys personalizzata.

Il concept ‘41 è dotato di un kit di sollevamento da 2 pollici JPP e pneumatici da fango da 35 pollici abbinati a cerchi Fifteen52 da 17 pollici verde ‘41 opaco.

Concept Jeep Rubicon 20° anniversario

Jeep® Rubicon 20th Anniversary Concept

Iconici percorsi off-road, come il leggendario Rubicon Trail nella California settentrionale e i sentieri in terra rossa dell’entroterra di Moab, nello Utah, rappresentano i luoghi in cui sono nati SUV leggendari, concepiti per affrontare terreni accidentati. Vent’anni fa, il marchio Jeep presentava il veicolo di serie dalle migliori prestazioni off-road del suo tempo: la Wrangler Rubicon.

Ispirata alla nuova Wrangler a due porte model year 2003 e battezzata con il nome di un percorso leggendario, la Wrangler Rubicon invase il mercato nell’estate del 2002. L’iconico modello Rubicon, ispirato dagli appassionati che lo sognavano e spesso cercavano di farsene uno per conto proprio, poteva ora essere ordinato direttamente dalla fabbrica, e per di più con la garanzia. Era dotato di optional sconosciuti all’epoca e non disponibili su nessun SUV Jeep di serie, tra cui assi Dana 44, bloccaggi anteriori e posteriori, scollegamento della barra stabilizzatrice, rock rails, passaruota e pneumatici da fango maggiorati da 31 pollici per una guida fuoristrada di livello superiore.

La Jeep Wrangler Rubicon è ancora oggi una vera “proof of concept” per il marchio e per l’intera gamma Jeep, sulla spinta delle lezioni apprese nei templi dell’off-roading come Moab e dei feedback di appassionati e fedelissimi del marchio.

Il concept Rubicon 20° anniversario, ispirato alla Wrangler più veloce e più potente di sempre – la Jeep Wrangler Rubicon 392 – porta avanti la tradizione nata due decenni fa proponendosi come nuovo parametro di riferimento in termini di prestazioni e di capacità off-road grazie al motore V-8 da 6,4 litri, agli esterni personalizzati e agli straordinari interni.

La Wrangler Rubicon 392 a quattro porte modificata presenta uno scarico attivo a doppia modalità che viene definito da selvaggio a scandaloso, un cofano performante con presa centrale, mezze porte personalizzate e Sky One-Touch Powertop con pannelli laterali rimovibili per sentirsi liberi all’aria aperta.

Ganci da traino e badge dorati, la decalcomania Rubicon 20° anniversario sul cofano, la decalcomania della bandiera americana sui parafanghi e il compressore dell’aria del portellone targato Mopar mettono in risalto gli esterni in vinile Granite Crystal opaco.

 Per migliori prestazioni su terreni insidiosi e in condizioni fuoristrada impegnative, sono stati aggiunti un kit di sollevamento JPP da 2 pollici, cerchi antistallonamento personalizzati da 17 pollici con pneumatici da fango da 37 pollici, paraurti in acciaio e tubolare con verricello Warn e puntale in acciaio.

Concept Jeep Bob

Jeep® Bob Concept

Progettato come una fusione tra due potenti fuoristrada come Jeep Wrangler e Gladiator, il concept Jeep Bob è un brioso spin-off ispirato dalla tendenza di “tagliare” i lunghi sbalzi dei cassoni dei pick-up per trasformare questi ultimi in fuoristrada adatti a qualsiasi terreno.

Le caratteristiche principali di questo veicolo basato sulla Jeep Gladiator Rubicon non risiedono nelle sue dotazioni, ma piuttosto in ciò che manca. Le quattro porte e i montanti centrali sono stati rimossi per sentirsi pienamente liberi all’aria aperta. Inoltre il veicolo presenta un hard top personalizzato perforato e ricoperto con una capote di tessuto che garantisce un riparo dagli elementi atmosferici permettendo tuttavia alla luce naturale di entrare nell’abitacolo.

Il cassone del Gladiator è stato tagliato di un piede (circa 30 centimetri). I paraurti anteriore e posteriore personalizzati garantiscono migliori angoli di attacco e di uscita, e sono stati concepiti per resistere a tutte le difficoltà della guida off-road, conferendo comunque al veicolo un look elegante e sofisticato. Ispirati al mondo del fuoristrada, gli alti passaruota fanno spazio agli pneumatici maggiorati.

Le potenzialità off-road sono ulteriormente amplificate dal kit di sollevamento da 3 pollici con sospensioni da fuoristrada personalizzate, assi Dynatrac Pro-Rock 60 supportati da una combinazione di ammortizzatori King Coils e Bypass, e robusti pneumatici da 40 pollici montati su cerchi antistallonamento da 20 pollici, per un’esperienza di guida 4×4 senza pari.

La palette degli esterni presenta combinazioni di tinte lucide e opache per un tocco di originalità e di carattere. All’interno, i luminosi rivestimenti del pianale, abbinati ai sedili con inserti personalizzati, creano un ambiente divertente e sportivo. Il cofano in carbonio con prese d’aria conferisce al veicolo un look sportivo e garantisce un miglior apporto di aria al motore.

Il concept Bob è alimentato dal pluripremiato motore EcoDiesel V6 da 3,0 litri. Per gestire i maggiori carichi di coppia, il motore EcoDiesel V6 è abbinato a una trasmissione automatica a otto velocità TorqueFlite 8HP75, calibrata per gestire cambi marcia a bassi regimi e per gestire facilmente terreni rigidi. È inoltre dotato di una presa di aspirazione dell’aria fredda per garantire una maggiore coppia e ridurre i consumi.

Concept Jeep D-Coder by JPP

Jeep® D-Coder Concept by JPP

Il concept Jeep Gladiator D-Coder dalla livrea nero lucido è equipaggiato con oltre 35 accessori JPP e Mopar, tutti nella tinta a contrato Maraschino Red e dotati di codice QR (quick response), che fanno di questo fuoristrada ad alte prestazioni un catalogo su ruote dei prodotti ufficiali a disposizione dei clienti.

Ogni codice QR scansionabile offre un link alla pagina del sito web Mopar eStore contenente i codici, le specifiche e i prezzi dei singoli articoli. I QR code avanzati sul lato del cassone e sul cofano forniscono un link al catalogo JPP.

L’anteriore del concept Gladiator D-Coder presenta un paraurti modulare in tre pezzi Rubicon con griglia tubolare ad anello singolo e protezione del verricello con un paio di luci off-road a LED TYRI da 7 pollici appena sopra il verricello Rubicon Warn.

Il kit di sollevamento JPP da 2 pollici con ammortizzatori FOX garantisce ampio spazio per i cerchi antistallonamento a cinque razze JPP da 17 x 8,5 pollici su cui sono montati pneumatici BFGoodrich KM3 da 37 pollici.

Sul lato del passeggero anteriore, uno snorkel JPP impedisce all’acqua di entrare nel motore Pentastar da 3,6 litri durante il guado di specchi d’acqua profondi consentendo all’aria di entrare in tutta sicurezza all’interno del sistema di prese dell’aria fredda Mopar posizionato sotto il cofano. Completa la versione aggiornata del propulsore un sistema a doppio scarico cat-back di Mopar a flusso libero.

Il parabrezza in Gorilla Glass JPP garantisce una resistenza tre volte superiore a quella dei normali parabrezza di serie. Un paio di luci a LED TYRI da 5 pollici sono saldamente fissate a staffe di montaggio JPP poste sul montante anteriore su ogni lato della zona del cofano.

I rock rails JPP in acciaio pesante offrono protezione ai pannelli inferiori della carrozzeria e sono posizionati proprio sotto le porte tubolari JPP, dotate di specchi per porte tubolari su entrambi i lati. Ulteriori rock rails proteggono la scocca sottopianale dietro le ruote posteriori e presentano un rivestimento in nylon sostituibile.

Le maniglie Mopar permettono di entrare e uscire facilmente dall’abitacolo rialzato, mentre il soft top a rete Mopar garantisce la libertà di guida all’aria aperta.

Il distintivo contrasto della tinta Maraschino Red continua all’interno dell’abitacolo del concept Gladiator D-Coder, dove entrambe le file di sedili sono rivestite in pelle Katzkin. Un codice QR avanzato su ogni sedile fornisce un link diretto al sito web Katzkin, contenente informazioni dettagliate sulle possibilità di personalizzazione in termini di colori, cuciture e inserti, nonché un listino prezzi aggiornato.

Completano gli interni una serie di accessori Mopar, tra cui quattro battitacco, copripedali in acciaio inox e tappetini all-weather.

All’interno del cassone, che è protetto da un rivestimento a spruzzo testurizzato, è montato un gruppo di guide Mopar con un cesto THULE a basso profilo che garantisce ulteriore spazio per i bagagli.

Concept Jeep Birdcage by JPP

Jeep® Birdcage Concept by JPP

Progettato come un veicolo 4×4 per la massima libertà di guida all’aria aperta, il concept Jeep Wrangler 4xe Birdcage presenta una serie di novità personalizzate targate JPP e Mopar, oltre a offrire capacità off-road al top nel settore e un esclusivo propulsore 4xe plug-in hybrid per la guida fuoristrada.

Dotato di un kit di sollevamento da 2 pollici JPP con ammortizzatori FOX al top nel settore, appositamente progettato e messo a punto per la Wrangler 4xe elettrica plug-in hybrid, l’esuberante fuoristrada Eagle Brown presenta elementi Granite Crystal metallizzato ed esclusivi inserti Jeep 4xe Surf Blue. 

La piastra parasassi sottoscocca personalizzata che collega due barre di supporto rotonde da 2 pollici integrate nella griglia a sette feritoie migliora l’angolo di attacco del concept Wrangler 4xe Birdcage. La piastra parasassi protegge il verricello Warn incassato, posizionato in maniera da garantire migliori prestazioni sui terreni rocciosi.Due ganci di traino chiusi Surf Blue bassi sono saldamente fissati dietro la piastra sottoscocca sul lato del telaio per offrire migliori prestazioni di traino e un look esclusivo.

I cerchi antistallonamento a cinque razze JPP misurano 17 x 8,5 pollici e montano pneumatici BFGoodrich KM3 da 37 pollici. I nuovi passaruota piatti, progettati espressamente per una combinazione di cerchi e pneumatici maggiorati garantiscono una maggiore altezza da terra.

I passaruota piatti presentano coperture delle luci diurne (DRL) rimovibili integrali per gli amanti della guida fuoristrada che desiderano una maggiore altezza da terra in situazioni off-road estreme. Questo concept è il primo veicolo a essere dotato di passaruota con DRL OEM omologati in 50 stati e conforme alle normative di 50 stati in tema di copertura degli pneumatici.

Per una maggiore protezione nella guida fuoristrada con pneumatici da 37 pollici, il team di progettisti Jeep ha creato dei distanziatori per le luci posteriori che consentono di soddisfare i requisiti federali in tema di impianto di illuminazione. Le protezioni di alluminio delle luci posteriori offrono al gruppo luci così posizionato un migliore riparo da qualsiasi incidente possa verificarsi sul percorso.   

Luci antisassi sottoscocca poste sui quattro lati illuminano il terreno sotto il concept Jeep Wrangler 4xe Birdcage mentre rock rails personalizzati su ogni lato presentano tubi parasassi supplementari per una maggiore protezione della carrozzeria.

Per i veri appassionati della guida off-road che amano guidare con il vento in faccia, il parabrezza e i tergicristalli sono stati rimossi. Il team dei progettisti ha elegantemente isolato il quadro strumenti e creato dei pannelli di copertura per il cofano e il sistema di riempimento dei tergicristalli, dando al veicolo un look semplice e garantendo al contempo protezione da sporco e detriti. Tre luci off-road a LED TYRI da 14 pollici JPP montate sulla barra garantiscono un’illuminazione elegante e moderna.

Nell’abitacolo, i sedili in pelle Tobacco Leaf e Cocoa Brown presentano esclusivi inserti e cuciture Surf Blue, che caratterizzano anche il quadro strumenti, il volante, il soffietto della leva del cambio e la maniglia del freno di emergenza.  

Gli occupanti dei sedili posteriori potranno porre i propri dispositivi mobili sulla barra personalizzata JPP del quadro strumenti in tutta sicurezza. I copripedali Mopar in acciaio inox e gomma nera offrono al guidatore una grande trazione sui pedali del freno e dell’acceleratore. Il pavimento della cabina in vinile Armorlite è resistente e facile da pulire ed è dotato di tappi di scarico per il risciacquo.  

Il team dei progettisti di Mopar ha creato il pannello Add-A-Trunk che offre protezione agli accessori quando il tetto viene rimosso. Progettato per qualsiasi modello Jeep Wrangler in grado di contenere con facilità una borsa termica full-size, Add-A-Trunk si serve di ammortizzatori a gas per sollevare il pannello e garantire l’accesso quando il portellone è aperto. Otto cinghie e cinque ganci offrono una maggiore funzionalità.

Per una maggiore capacità del bagagliaio, un cesto Rhino-Rack con una capienza di circa 200 chili è saldamente fissato alla gabbia di protezione.

Un tavolo ribaltabile JPP inserito nel pannello del portellone offre un perfetto spazio per lavorare o per mangiare posizionato vicino al compressore dell’aria integrato.

Easter Jeep Safari

Easter Jeep Safari, ospitato dal drive club a quattro ruote del Moab Red Rock 4-Wheelers, consiste in percorsi su sentieri, per lo più gite di un giorno, con partenza da Moab, Utah, durante i nove giorni dell’evento. Il Jeep Safari è stato effettuato per la prima volta nel 1967: in quell’occasione, si trattò di una singola escursione off-road giornaliera organizzata dalla Camera di Commercio di Moab. Col passare degli anni, la crescente partecipazione degli appassionati ha fatto sì che il Safari si sviluppasse fino a raggiungere l’attuale durata di nove giorni. L’evento clou del Safari è però sempre il “Big Saturday”, che si celebra il fine settimana di Pasqua.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Morgan

    Auto Morgan 2022: i modelli in vendita

    Hyundai Kona N

    Hyundai Kona N: prezzo, motore, scheda tecnica, prova su strada