in

Albert Uderzo, lo scomparso “papà” di Asterix, era un collezionista Ferrari

Albert Uderzo
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il 24 marzo è scomparso Albert Uderzo, alla veneranda età di 92 anni. Forse non tutti sanno che i suoi genitori erano italiani e, forse, gli passarono nel DNA la passione per le macchine rossi.

Il famoso fumettista, per molti anni autore della serie Asterix, era un appassionato collezionista di vetture della Casa di Maranello e, negli anni, il suo garage si è riempito di modelli iconici.

Negli anni, Uderzo nacque nel 1927, quindi era appena ventenne quando Enzo Ferrari fondò la casa che porta il suo nome, il suo garage accolse modelli di primo piano come la 512BB LM (1978), la F40 (1987) e l’erede F50 (1995), senza contare tutte le altre. In realtà il battesimo della…passione avvenne nel 1975, quando Albert Uderzo scelse la sua prima Ferrari, una 365 GT/4 BB usata. 

Uderzo amava anche cimentarsi in qualità di pilota ed era solito partecipare a raduni sia in Francia sia nel resto d’Europa: una volta distrusse una 365 P2, vettura da competizione creata negli anni ‘60 e non certo “facile” da guidare come una stradale. 

Albert Uderzo

In conclusione, sappiate che il mondo ha perso un grande appassionato di motori e di Ferrari. Se la sua passione è sparita con lui, rimarrà indelebile nella memoria collettiva la sua nomina a presidente del Ferrari Club France, datata 1978. 

Dì la tua

calendario pirelli 2021 annullato

Calendario Pirelli 2021 annullato causa Coronavirus

Maserati tricolore Modena

Coronavirus: Maserati illumina la sede di Modena con il tricolore