lunedì, 22 ottobre 2018 - 11:55
Home / Notizie / Attualità / L’ Alfa Romeo 33/2 Stradale la più bella al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este
Alfa Romeo 33/2 Stradale

L’ Alfa Romeo 33/2 Stradale la più bella al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este

Tempo di lettura: 2 minuti.

La coppa d’Oro al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este è come un Oscar per una star di Hollywood, solo che qui parliamo di bellezza, di bellezza di automobili. Ecco perché tanto clamore ha suscitato la notizia della vittoria dell’ Alfa Romeo 33/2 Stradale, premiata con il primo premio, la coppa d’oro appunto, assegnato per referendum del pubblico accorso a Cernobbio, sulle rive del Lago di Como.

 

Nata nel 1968, l’Alfa Romeo 33/2 Stradale seguì di un anno la 33 Stradale, presentata al pubblico nel 1967 in occasione del Gran Premio d’Italia, a Monza. La 33/2 Stradale già all’epoca poteva contare su un potente motore V8, 2.0, da 230 CV a 8.800 giri.

Alta solo 99 centimetri, la vettura scelta dal pubblico come la più bella del reame, inteso come la moltitudine di vetture storiche e non che hanno assediato pacificamente Villa d’Este, si chiama Stradale solo per richiamare la sua omologazione in quanto auto da strada, ma l’aspetto e le prestazioni erano quelle di un’auto da corsa.

All’epoca un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,6 secondi equivaleva a quella delle migliori supercar del presente, questo grazie alle sue doti telaistiche, al motore, ma soprattutto al peso ridotto di soli 700 chilogrammi.

Il fatto che gli esperti del settore discutano da decenni sul numero esatto di esemplari prodotti, contribuisce al mito della Stradale. Verosimilmente sono stati prodotti solo 18 telai di cui cinque allestiti da famosi carrozzieri con stili unici, come l’iconica Carabo di Bertone con il suo profilo cuneiforme.

Altra vettura che ha dettato scalpore, oltre all’ Alfa Romeo 33/2 Stradale, nei giardini della Villa affacciata sul Lago di Como, sede ogni anno del famoso Concorso d’Eleganza, è stata la nuova Ferrari SP38, una one-off realizzata su specifica richiesta del cliente; la vettura, derivata da una 488 GTB, si è aggiudicata il Design Award for Concept Cars & Prototypes, assegnato sempre per Referendum Pubblico nei giardini di Villa d’Este.

Alfa Romeo 33/2 Stradale

Un ulteriore doppia conferma che quando si parla di stile, di oggi e di ieri, l’Italia è sempre al primo posto.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Magneti Marelli

Magneti Marelli venduta ai giapponesi di Calsonic Kansei: è ufficiale

FCA ha annunciato oggi, lunedì 22 ottobre, di aver siglato un accordo definitivo per la …

something