sabato, 20 ottobre 2018 - 19:47
Home / Notizie / Storiche / Alfa Romeo Disco Volante in spedizione in Giappone
Disco Volante
Alfa Romeo Disco Volante Coupè

Alfa Romeo Disco Volante in spedizione in Giappone

Tempo di lettura: 2 minuti.

Si svolgerà dal 29 marzo al 3 aprile il “Concorso d’Eleganza” nel seicentesco Castello Nijō che accoglierà tante vetture d’epoca, e non solo, distintasi per il loro look senza tempo. Alfa Romeo e FCA Heritage portano al concorso la 1900 C52 Coupè, nota ai più come Alfa Romeo Disco Volante, oltre a una modernissima Giulia Quadrifoglio.

FCA Heritage è, insieme al brand Alfa Romeo, attivo sostenitore della manifestazione nata per iniziativa dell’artista Hidemoto Kimura e che punta a replicare il grane successo della prima edizione del 2016. Direttamente dal Museo Storico Alfa Romeo arriverà quindi uno dei modelli più rappresentativi nella storia del Biscione.

L’Alfa Romeo Disco Volante parteciperà alla kermesse in scena a Kyoto fuori concorso, come d’altronde la Giulia Quadrifoglio che accompagna la vettura storica in un connubio tra passato e presente mai così fascinoso parlando di vetture del Biscione.

Alfa Romeo Disco Volante: la sua storia

Disco Volante
Alfa Romeo Disco Volante: la sua aerodinamica la faceva somigliare a una navicella spaziale

Nato come prototipo, la “Disco Volante” nacque tra il 1952 e il 1953 sulla base della 1900 Sprint. Progettata da Gioacchino Colombo, la vettura si caratterizzò per il suo telaio tubolare a traliccio, mentre il motore venne completamente rivisto adottando il monoblocco e la testa in lega leggera, pur mantenendo la cilindrata di 1.997 cm3.

Grazie a queste caratteristiche abbinate alla distribuzione bialbero e alimentazione singola l’Alfa Romeo Disco Volante raggiungeva i 158 CV di potenza e una velocità massima di oltre 220 km/h grazie alla sua leggerezza.

Vero capolavoro della Disco Volante è però la sua carrozzeria realizzata da Touring. Nata sulle forme delle mode dell’epoca, che vedevano tante concept car ispirarsi al mondo dell’aeronautica, la Disco Volante venne così chiamata proprio per la sua forma che ricordava una navicella spaziale.

Merito dei parafanghi che coprono le ruote, bombati lateralmente e perfettamente raccordati alla filante linea bassa. Della Disco Volante ne vennero prodotte solo cinque esemplari: una Spider, una Coupè (la vettura di copertina), una versione “fianchi stretti” (come dice il nome, con i parafanghi a filo delle ruote) e, infine, due spider con meccanica 6C 3000.

Nel 2013 a “Villa d’Este” la carrozzeria Touring Superleggera presentò la Disco Volante Touring 2013, versione moderna della celebre antesignana. 

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Méhari

Citroen Mehari: 50 anni di storia festeggiati al Salone di Padova

Emblema di un’epoca e simbolo di vita spensierata e semplice. 50 anni di Citroen Mehari …

something