in

Nuova Alfa Romeo Duetto: si può sognare, ma prima ci sono i SUV [RENDER]

Nuova Alfa Romeo Duetto
Tempo di lettura: 3 minuti

Alfa Romeo Duetto, nel 2028 il ritorno? Dopo il rilancio coi SUV, potrebbe tornare in versione elettrica

I prossimi anni saranno fondamentali per il futuro del marchio Alfa Romeo. La Casa del Biscione, infatti, inizierà proprio da quest’anno l’ennesima rifondazione, per tentare una nuova rinascita sotto la direzione del Gruppo Stellantis. L’offensiva di Alfa Romeo partirà subito dai SUV, e da quel Tonale atteso da anni e che quest’anno vedrà finalmente la luce. Per il rilancio di Stellantis ci saranno 5 nuovi modelli, che riporteranno Alfa all’interno dei segmenti più popolari. Dopo di essi, però, potrebbe esserci spazio per una sportiva, magari per il ritorno dell’amatissima Alfa Romeo Duetto.

Alfa Romeo Duetto, il ritorno è posticipato: prima 5 nuovi modelli in 5 anni

L’indiscrezione arriva direttamente dal CEO di Alfa Romeo Jean-Philippe Imparato, che nelle scorse settimane ha dichiarato che, in futuro, potrebbe tornare una nuova Alfa Romeo Duetto, ma solo a determinate condizioni. Innanzitutto, il suo ritorno non sarà una questione di mesi, anzi. Il focus principale del Biscione è infatti quello di tornare a numeri di vendita importanti.

Proprio per questo, al momento una spider tutta sportività ed emozioni non è l’automobile ideale per il rilancio della Casa di Arese. Il futuro prossimo di Alfa Romeo è infatti basato su 5 nuovi modelli in arrivo nei prossimi cinque anni, come promesso da Imparato negli scorsi mesi. E i modelli saranno principalmente SUV: quest’anno arriverà l’attesissimo Tonale, mentre nel 2023 dovremmo vedere le prime immagini di Alfa Romeo Brennero.

Se Alfa Romeo Tonale sfrutterà ancora una piattaforma di origine FCA, quella di Jeep Compass nello specifico, Brennero sarà la prima automobile dell’ex-FCA ad essere costruita sulla nuova piattaforma by Stellantis, la STLA Small. Avrà motori benzina, ibridi e plug-in, e sarà la prima Alfa Romeo elettrica della storia. Dopo questi due SUV compatti, arriverà anche la nuova generazione di Stelvio. Le ultime indiscrezioni, infine, parlano anche di una probabile nuova generazione di Giulia, e del clamoroso ritorno di Giulietta.

Tonale, Brennero, Stelvio, Giulia e Giulietta: saranno molto probabilmente questi i famosi 5 modelli in 5 anni di Alfa Romeo. Per la nuova Alfa Romeo Duetto, quindi, ci sarà ancora da aspettare. Ma quanto? Da quanto ha detto Imparato, una volta presentate 5 auto in 5 anni, e in caso di buoni risultati di vendita da parte di queste fondamentali vetture, ci potrebbe essere spazio per modelli più emozionali.

Nuova Alfa Romeo Duetto, nel 2028 l’ipotetico ritorno: sportiva, a tiratura limitata ed elettrica

Solo quindi se il rilancio avverrà con successo e che l’immagine di Alfa Romeo sarà rivalutata potremo vedere una nuova Duetto. Ma noi, che siamo degli ottimisti cronici, vogliamo provare ad immaginarci questo scenario ideale, e di conseguenza la futura Duetto. La nuova Alfa Romeo Duetto è già stata idealizzata da diversi render di designer ed appassionati in giro per il mondo, come quello che vediamo in queste immagini.

La nuova Spider dovrebbe riprendere gli stilemi che verranno inaugurati su nuova Tonale. Dovrebbero quindi tornare i tre gruppi ottici separati come sull’ultima Spider, uscita di produzione nel 2010, e un’estetica sportiva e minacciosa. Difficilmente, però, vedremo una Duetto alla portata di tutti, come è stato per il primo modello del 1966, per la Spider su base GTV 916 degli anni ’90 o l’altra Spider su base Brera del 2006.

Come ha dimostrato l’esperimento FIAT 124 Spider, le scoperte due posti economiche sono ormai una piccolissima nicchia di mercato. Se Alfa Romeo vorrà riportare in auge il nome Alfa Romeo, lo farà con una scoperta a tiratura limitata. Le prestazioni saranno quindi molto importanti, così come le finiture, le funzionalità e il prezzo, che sarà piuttosto alto trattandosi di una limited edition. Inoltre, la nuova Alfa Romeo Duetto dovrebbe arrivare non prima del 2028. Questo la porrà quindi oltre il limite segnato da Alfa Romeo per la sua completa elettrificazione, che arriverà nel 2026.

Al 100% quindi la nuova Alfa Romeo Duetto sarà elettrica, se mai verrà prodotta. Sarà davvero così? Vedremo mai il ritorno della leggendaria Spider di Arese? Per scoprirlo dobbiamo attendere i risultati di Tonale e Brennero, e aspettare qualche anno. Un indizio però potremmo già averlo il prossimo 1 marzo: sarà questa la data della presentazione del piano di rilancio di Alfa Romeo. Se, nei piani del Biscione, ci sarà spazio per una sportiva a lungo termine, sarà possibile sognare.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    schermi oper

    Interni Renault Megane E-Tech: rivoluzione digitale con i display OpenR

    Jeep e Hybrid compass e renegade

    Motore mild hybrid 1.5 Jeep e-Hybrid: come funziona, CV, consumi, ibrido