in

Alfa Romeo e Sauber ancora insieme nel 2021: nuova livrea per Imola

alfa romeo racing 2021
Tempo di lettura: 2 minuti

Alfa Romeo sarà ancora official sponsor del team Sauber anche per la stagione 2021, l’ultima prima del grande cambiamento regolamentare destinato a scuotere gli equilibri del mondiale di F1 dei prossimi anni. Insieme dal 2018, anche nel 2021 le monoposto C40 “vestiranno” la livrea bianca/rosso Alfa. Per quanto riguarda i piloti, sembrerebbe che Kimi Raikkonen abbia esercitato l’opzione per chiudere la sua carriera a Hinwill, mentre sul secondo pilota sono attese sorprese nelle prossime settimane. 

Livrea che è già destinata a cambiare questo weekend, per il Gran Premio di Imola. Come già accaduto a Monza nel 2019, Alfa Romeo Racing ha infatti aggiunto un po’ di tricolore e uno sticker che omaggia l’autodromo imolese, assente dal calendario iridato dal 2006: “Welcome back Imola”. 

Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN e CEO di Sauber Motorsport AG: “Il rinnovo della nostra collaborazione con Alfa Romeo rappresenta una vera e propria dichiarazione di intenti da parte di entrambi i brand. In Sauber, Alfa Romeo ha trovato un partner fortemente focalizzato sulle performances a cui affidarsi e noi siamo onorati di accogliere nel nostro nome l’eredità e i successi di Alfa Romeo. I due brand condividono fin dall’inizio l’obiettivo di portare avanti una partnership che sia fruttuosa nel lungo periodo: nelle ultime tre stagioni abbiamo costruito delle solide basi e puntiamo a raccogliere i frutti di questo lavoro nel 2021 e oltre”.

Mike Manley, CEO FCA: “Le competizioni sportive e le performance rappresentano l’essenza di Alfa Romeo. Il brand è praticamente nato sui circuiti e oggi continuiamo a competere al livello più alto del motorsport. Grazie alla partnership con Sauber, i nostri clienti possono beneficiare di un know-how esclusivo nell’ambito dell’automobilismo sportivo, come dimostrano le nuove Giulia GTA e GTAm, sviluppate con il contributo tecnico di Sauber Engineering, soprattutto per quanto riguarda le soluzioni aerodinamiche specifiche”. 

Alfa Romeo e Gruppo Sauber: una partnership tecnico-commerciale che va oltre la F1

La partnership tra Alfa Romeo e il Gruppo Sauber non si limita all’ambito sportivo: la collaborazione consente di trasferire le competenze tecniche di Sauber Engineering anche su vetture Alfa Romeo, sfruttando il know-how dei dipartimenti di ingegneria e aerodinamica di Sauber, nonché la sua competenza nella produzione additiva e di materiali compositi. 

Inoltre, Alfa Romeo affida a Sauber Engineering la produzione del maggior numero di componenti in carbonio della Giulia GTA e della GTAm, in particolare di quelli che influiscono sull’aerodinamica. Fra questi si annoverano il nuovo paraurti anteriore e lo splitter anteriore regolabile, le minigonne laterali, l’estrattore, lo spoiler GTA e l’aerowing GTAm.

Come dimostrato da Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi, impegnati in un recente test sulla pista FCA di Balocco, grazie alle ali anteriori e posteriori regolabili manualmente, Giulia GTAm è in grado di adattare il carico aerodinamico a qualsiasi tipo di pista o strada, rispondendo perfettamente alle richieste e alle preferenze del pilota. Lo sviluppo aerodinamico in galleria del vento non è stato limitato all’ala ma è stato testato anche il sottoscocca che, come su Giulia Quadrifoglio, è interamente carenato. GTA e GTAm sono dotate inoltre di un nuovo estrattore dedicato in grado di aumentare l’effetto suolo della vettura e di garantire in tal modo un’ottima tenuta di strada ad alte velocità. In particolare, sulla Giulia GTAm la configurazione aerodinamica implementata è in grado di sviluppare il doppio del carico rispetto alla Giulia GTA, e il triplo rispetto alla Giulia Quadrifoglio, che già in precedenza rappresentava il riferimento nel suo segmento. 

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    ferrari roma car design award

    Ferrari Roma si aggiudica il Car Design Award 2020

    FCA FLEET

    FCA Fleet: ecco come funziona l’offerta per le flotte