in

Alfa Romeo Giulia GT electric: bello il restomod, ma a che prezzo? [VIDEO]

giulia gt electric video
Tempo di lettura: 2 minuti

A marzo scorso, la notizia dell’avvio del progetto di riportare a nuova vita, grazie all’elettrico, uno splendido esemplare di Alfa Romeo Giulia GT del passato aveva fatto venire un certo languorino a tanti. Oggi che Totem Electric ha fatto sapere i contorni più precisi di questo affascinante progetto, sorge subito una domanda, quella che ci siamo posti nel titolo.

Partiamo dalle cose belle, come le prestazioni. Alfa Romeo Giulia GT elettrica (o GT Electric) può contare su un motore elettrico da ben 518 CV e 940 Nm, neanche lontanamente paragonabile ai dati del passato. Il tutto si traduce in uno 0-100 km/h in 3,4 secondi, per 245 km/h di velocità massima. Benissimo!

C’è poi un design che lascia esterrefatti tanti grazie alla qualità dei materiali, al gusto per gli abbinamenti e a quei LED che non hanno per niente rovinato l’immagine di una vecchia gloria, bensì hanno contribuito a riscriverne la storia. Volenti o nolenti, anche questo è progresso e, sulle storiche, si stanno delineando contorni interessanti dal punto di vista di una seconda vita per auto già molto ambite dai collezionisti, specie ora che non saranno più vittime di blocchi alla circolazione grazie all’assenza di emissioni.

Veniamo ora alle cose negative, il brutto lato della medaglia di Afrodite, così è stata rinominata la vettura dai ragazzi di Totem vista la sua oggettiva bellezza. Innanzitutto il peso: a tali prestazioni, sopra descritte, corrisponde un peso che, solo per il pacco batterie (50,4 kWh) arriva a toccare i 330 chilogrammi, la croce di tante elettriche nonostante la disposizione sul pianale che “salva” il baricentro (ma non la trazione, che diventa integrale).

totem gt electric

C’è poi un pacchetto sopraffino che riguarda le tante componenti in carbonio che spiccano sulla GT Electric, le sospensioni MacPherson settabili davanti e ugualmente regolabili dietro, ma Multilink; stona un po’ la leva del cambio “fasulla” visto che, essendo un’elettrica, trattasi di monomarcia con rapporti simulati.

Infine, il prezzo: a recuperare una Giulia dei tempi andati ci pensa Totem Electric, o potete anche fornirgliela voi appassionati collezionisti, ma dovete essere disposti a spendere qualcosa come 430.000 euro e verrà prodotta in una piccola serie. Quella che vedete è la vettura che viene ancora considerata un prototipo, il lancio ufficiale, passata la pandemia, è previsto non prima del 2022.

Alfa Romeo Giulia GT Electric: lascia esterrefatti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    mcdonald's enelx

    Presto da McDonald’s fino a 200 colonnine di ricarica veloce Enel X

    Lancia Delta Integrale

    Il Piemonte “libera” i veicoli di interesse storico e collezionistico