in

Alfa Romeo Giulia GTAm ospite speciale in pit lane a Imola

Alfa Romeo Giulia GTAm
Tempo di lettura: < 1 minuto

Mancano poche ore al Gran Premio dell’Emilia Romagna e del Made in Italy e nei box del circuito Enzo e Dino Ferrari è comparsa, non senza l’effetto sorpresa, la nuova Alfa Romeo Giulia GTAm.

Un palcoscenico internazionale per la versione definitiva, in livrea rossa, per la Giulia più estrema di sempre. Putroppo manca il pubblico ad ammirarla ma l’eco mediatica garantita dalla F1 non può che far bene all’ultima nata grazie allo sviluppo congiunto con Sauber Engineering.

Per l’occasione inoltre la Regione Emilia Romagna, di concerto col Ministero per gli Affari Esteri, ha approntato una campagna di comunicazione incentrata sul Made in Italy e sull’eccellenza italiana nell’automotive. Alfa Romeo non poteva quindi non scegliere questo palcoscenico per l’esordio ufficiale della Giulia GTAm.

La supercar del Biscione, perchè di questo si tratta, spicca anche con il suo logo stampato sulle tute dei piloti del team Alfa Romeo Racing ORLEN, è stata ritratta a fianco dei piloti Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi che, con la loro esperienza, hanno contribuito a svilupparla in sessioni di test dedicate sul proving ground FCA di Balocco.

Giulia GTAm, insieme alla “sorella” GTA, raccoglie l’eredità della Giulia Gran Turismo Alleggerita del 1965, una delle vetture Alfa Romeo più vincenti della storia. Colpiscono alcune soluzioni aerodinamiche che strizzano l’occhio al mondo delle corse, come l’ampio di utilizzo di componenti in carbonio, mentre i cerchi da 20″ presentano il monodado, anche questa soluzione notoriamente presente in F1 ma molto rara tra le berline stradali, seppur ad alte prestazioni.

alfa romeo giulia GTAm

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Record di vendite per Lamborghini nel primo trimestre 2021

    Gamma Citroen C5 Aircross: versioni e allestimenti del SUV francese