in

Alpine in grande spolvero nell’edizione 2016 della Le Mans Classic

Tempo di lettura: < 1 minuto

Tre Alpine ufficiali e molte altre private sono state schierate da Renault Classic nella recente Le Mans Classic, svoltasi lo scorso week end.

61 anni dopo la sua creazione, il marchio Alpine è ancora presente nelle competizioni e anche quest’anno in occasione della Le Mans Classic ha schierato tre auto ufficiali tra le quali figura il pilota di riferimento della casa francese Jean Ragnotti e molti altre vetture, iscritte da privati.

La storia di Alpine e Le Mans nasce nel 1963, da allora la casa francese ha partecipato undici volte alla regina delle gare endurance totalizzando sette vittorie di classe tra le quali ricordiamo quella del 1978 della Renaul Alpine A442B, pilotata dall’ex pilota di F1 Didier Pironi.

Dopo diversi anni di assenza, Alpine ritornava ufficialmente a Le Mans nel 2013, iscritta con una Alpine A450 nella categoria LMP2, e già nel 2014 giungeva a podio; sono bastati tre anni per raggiungere il gradino più alto del podio, infatti nella recente edizione 2016 la scuderia Signatech Alpine è giunta al primo posto con la sua Alpine A460 N° 36.

Erano poi presenti in gara altri modelli storici della storia Alpine tra le quali la A442B trionfatrice a Le Mans nel 1978 e la M64 che vi partecipò nell’edizione 1963. Guardando invece al futuro era presente nel paddock la nuovissima Alpine Vision presentata quest’anno a Monaco da Carlos Ghosn che corrisponde per l’80% al modello di serie che sarà prodotto dalla casa di Dieppe e che verrà commercializzato nel corso del 2017.

Dì la tua

Jaguar Land Rover e la loro idea di guida autonoma All-Terrain

Foto di Gabriele Bolognesi

Mitsubishi L200 2.4 DI-D | Prova su strada