in

Amazon e Stellantis insieme per studiare nuove soluzioni di mobilità

amazon stellantis
Tempo di lettura: 4 minuti

Annunciata la partnership, a seguito del Software Day dello scorso inizio dicembre, tra Amazon e Stellantis. I due giganti, uno il quarto gruppo automotive del mondo, l’altro leader rinomato dell’e-commerce, collaboreranno per fornire nuove soluzioni sotto l’egida della STLA SmartCockpit. 

Sarà, infatti, chiamato così il nuovo abitacolo digitale in arrivo sui modelli dal 2024 in avanti. Alla base del funzionamento dei nuovi sistemi operativi AWS, provider cloud, mentre già nel 2023 Amazon diventerà “cliente” del nuovo veicolo elettrico Ram ProMaster. Un accordo ad ampio respiro, che guarda avanti, e che si pone come obiettivo quello di trasformare Stellantis in un’azienda di mobilità sostenibile ai vertici del mercato. 

I software di Amazon non finiranno solo in abitacolo, bensì serviranno per rivedere tutta l’organizzazione di Stellantis; sviluppo veicolo, nuovi prodotti e servizi, aggiornamenti over-the-air (OTA), sono solo alcuni degli aspetti che verranno coinvolti dalla partnership tra Amazon e Stellantis. 

Partnership Amazon e Stellantis: i dettagli dell’accordo

STLA SmartCockpit: di cosa si tratta e perchè è importante

Amazon e Stellantis collaboreranno allo sviluppo del software per STLA SmartCockpit, che sarà operativo su milioni di veicoli a livello globale a partire dal 2024. La piattaforma si integrerà con la vita digitale dei clienti per creare un’esperienza personalizzata e intuitiva a bordo dei veicoli. Questo obiettivo verrà centrato grazie ad applicazioni potenziate dall’intelligenza artificiale che miglioreranno intrattenimento, navigazione, manutenzione del veicolo, assistenza vocale fornita da Alexa, utilizzo di piattaforme di e-commerce e servizi di pagamento. 

La piattaforma STLA SmartCockpit utilizzerà prodotti e servizi Amazon appositamente sviluppati per i veicoli di Stellantis, che potrà contare così sulla flessibilità necessaria per creare funzionalità personalizzate, specifiche per marchio e modello. Il software offrirà soluzioni ed esperienze su misura attraverso un app store caratterizzato da design intelligente e interfaccia utente responsiva. Verranno presentate informazioni pertinenti e tempestive, oltre a opzioni adatte alle esigenze e alle preferenze individuali dei clienti. 

Sarà un sistema multimediale in grado di adattarsi, durante il viaggio, alle esigenze degli utenti presenti in abitacolo. I veicoli Chrysler Pacifica, ad esempio, potrebbero offrire un planner di viaggio per famiglie che raccomandi contenuti multimediali, punti di interesse e altre fermate divertenti lungo il percorso. I modelli Jeep potrebbero essere dotati invece di un “coach” digitale off-road che aiuterebbe i clienti a calibrare il veicolo e a ottimizzarne le prestazioni prima di affrontare i terreni più difficili.

Il lavoro di sviluppo su STLA SmartCockpit sfrutterà Mobile Drive, la joint venture costituita nel 2021 da Stellantis e Foxconn per sviluppare cockpit digitali innovativi e servizi connessi personalizzati.

Provider Cloud: un nuovo tipo di “ingegneria”

Stellantis prevede di migrare l’attuale pipeline di dati relativa a marchi e aree geografiche sul cloud AWS, facendo uso delle capacità avanzate di AWS per lo streaming scalabile e durevole di informazioni in tempo reale. Passando a una rete di dati potenziata da AWS, gli ingegneri di Stellantis potranno utilizzare l’interfaccia e gli strumenti più adatti a ciascun progetto. Inoltre, Stellantis intende accelerare il time to market per i nuovi prodotti digitali che sfruttano il machine learning di AWS, in modo da offrire maggiore personalizzazione e una manutenzione predittiva più accurata. 

Entrambe le aziende sono impegnate nello sviluppo di “Virtual Engineering Workbench“, ambiente di sviluppo del prodotto basato su cloud. Questo fornirà flussi di lavoro automatizzati per gestire lo sviluppo e il test di software, effettuare simulazioni ad alte prestazioni, fornire formazione su modelli di apprendimento automatico, raccolta e analisi di dati. 

Ampliamento della rete di consegna sostenibile di Amazon

Dal 2018, Stellantis ha fornito ad Amazon decine di migliaia di veicoli commerciali leggeri per supportare la logistica dell’ultimo miglio in Nord America e in Europa. Tra i modelli coinvolti rientrano Ram ProMaster, Fiat Ducato e i veicoli commerciali leggeri di Peugeot e Citroën.

Amazon sta trasformando la logistica dell’ultimo miglio in nuove soluzioni sostenibili. L’iniziativa rientra nell’ambito del Climate Pledge, programma che si pone l’obiettivo di azzerare le emissioni di carbonio entro il 2040. Come parte di un accordo separato con Stellantis, Amazon sarà il primo cliente commerciale del nuovo veicolo elettrico a batteria (BEV) Ram ProMaster, che verrà lanciato nel 2023 a servizio dei clienti statunitensi. Con il contributo di Amazon, Stellantis ha progettato il modello arricchendolo di caratteristiche uniche, finalizzate alla consegna dell’ultimo miglio. 

Partnership Amazon Stellantis: le dichiarazioni dei rispettivi CEO

Negli ultimi due decenni, Amazon ha sviluppato tecnologie, competenze e una rinnovata cultura dell’innovazione con l’obiettivo di diventare leader mondiale nel cloud computing, così come nell’intelligenza artificiale e nell’apprendimento automatico. Abbiamo sfruttato la nostra esperienza per migliorare la vita dei clienti in tutto il mondo attraverso prodotti e servizi come Alexa, Kindle e Fire TV. Con AWS, inoltre, abbiamo aiutato migliaia di aziende a trasformarsi e a trasformare i loro settori di appartenenza. Siamo entusiasti di collaborare con Stellantis per innovare l’industria automobilistica e reinventare l’esperienza a bordo dei veicoli“, ha dichiarato Andy Jassy, CEO di Amazon. “Stiamo implementando soluzioni che aiuteranno Stellantis ad accelerare le esperienze connesse e personalizzate a bordo delle automobili, in modo da rendere ogni spostamento più smart, sicuro e a misura di viaggiatore. Insieme, creeremo le basi per la trasformazione di Stellantis da una casa automobilistica tradizionale in un leader globale nello sviluppo e nell’ingegneria basati su software.” 

La collaborazione con Amazon è parte integrante della roadmap di crescita delle nostre capacità, basata sia sullo sviluppo di competenze interne, che su collaborazioni con i maggiori leader tecnologici. Questa partnership apporterà conoscenze significative a una delle nostre piattaforme chiave, STLA SmartCockpit“, ha affermato Carlos Tavares, CEO di Stellantis. “Sfruttando l’intelligenza artificiale e le soluzioni cloud, trasformeremo i nostri veicoli in spazi di vita personalizzati e miglioreremo l’esperienza globale del cliente. Le nostre automobili diventeranno più accattivanti e ricercate, apprezzabili anche quando non si guida.”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Ferrari: il nuovo assetto dell’AD. Vigna per progettare il futuro

    marco pigozzi jeep

    Intervista a Marco Pigozzi: il presente e il futuro di Jeep, i risultati in Italia