lunedì, 11 dicembre 2017 - 14:01
Home / Notizie / Anteprime / Volkswagen Polo GTI R5: effetto della nostalgia
Polo R5

Volkswagen Polo GTI R5: effetto della nostalgia

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo il ritiro ufficiale di Volkswagen dal mondo dei rally a fine 2016 l’opera sembrava incompiuta, nonostante i quattro titoli mondiali di Ogier e della sua Polo R WRC conquistati a cavallo tra il 2012 e il 2016. A Wolfsburg hanno chiuso un libro per aprirne un altro, risultato la Polo GTI R5, che segna il ritorno nei rally con la compatta che tanto piace ai giovani. Il primo teaser della vettura dà l’idea sulle forme della nuova nata, in attesa di foto e dati ufficiali.

Il programma di sviluppo è iniziato parallelamente alla fine di quello dedicato alla vittoriosa Polo R WRC, ovvero tra fine 2016 e inizio 2017. Inevitabile il travaso di tecnologia tra le due sportive made in Wolfsburg. Le due auto hanno infatti lo stesso “papà”, il Direttore Tecnico di Volkswagen Motorsport François-Xavier “FX” Demaison, responsabile dello sviluppo della Polo GTI R5, mentre Gerard-Jan de Jongh, ex ingegnere di gara del plurititolato Sébastien Ogier, porterà tutta la sua esperienza maturata sulle speciali. 

Il motore è strettamente derivato da quello della Polo GTI di serie, la cui commercializzazione inizierà verso la fine dell’anno, ovvero un quattro cilindri turbo a iniezione diretta. Per rendere meglio su ogni tipo di fondo per la Polo R5 GTI si è resa indispensabile la trazione integrale, un sequenziale a cinque rapporti e tutti i requisiti di sicurezza richiesti dalla FIA per poter partecipare alle competizioni iridate. Questa configurazione permette ai privati e ai team di partecipare a campionati nazionali e internazionali con auto da rally potenti e dai costi sostenibili.

Volkswagen Motorsport avrà così due programmi ufficiali nel motorsport dedicati ai suoi clienti e a tutti i possibili interessati, a costi tutto sommato sostenibili: la Golf GTI TCR, già vittoriosa nel 2016 nelle categorie turismo e appunto la nuova Polo GTI R5, con la quale la speranza di rinverdire i fasti dei recenti successi è più che probabile. 

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

McLaren Senna

McLaren Senna: quale miglior omaggio al campione brasiliano

Tempo di lettura: 3 minutiUn nome decisamente importante per colei che si presenta al mondo come l’erede dell’hypercar P1, …