in

Aprilia Days: a marzo acquistare Aprilia conviene

Tempo di lettura: < 1 minuto

Torna l’appuntamento con gli Aprilia Days: attivo al 1° al 31 marzo è un periodo di promozioni eccezionali dedicate ai modelli Aprilia.

L’apertura straordinaria dei concessionari aderenti, per tutta la settimana dall’11 al 16 marzo, consentirà ai motociclisti di conoscere a fondo l’intera gamma Aprilia, nonché i dettagli delle promozioni.

Al centro dell’offerta di primavera è l’Aprilia RSV4 1100 Factory, ultima evoluzione della SBK spinta dal nuovo motore 4 cilindri a V da 217 CV. Su questa moto è proposta supervalutazione dell’usato che si tramuta in un vantaggio per il cliente di 1.500 Euro.

La promozione dedicata ad Aprilia RSV4 1000 RR, Tuono V4 1100 Factory e Tuono V4 1100 RR prevede invece l’omaggio dello scarico slip-on omologato in titanio realizzato da Akrapovic.

Aprilia Days
Aprilia Shiver 900

Le Aprilia Shiver 900 e Dorsoduro 900 sono invece proposte con un vantaggio cliente pari a 500 Euro.

Inoltre chi acquisterà entro il 31 marzo un qualsiasi modello della gamma moto Aprilia concorrerà all’estrazione di esclusivi pass per vivere insieme al team Aprilia Racing una delle due tappe italiane del Campionato del Mondo MotoGP 2019.

Tutti i dettagli e i concessionari aderenti all’iniziativa sono disponibili sul sito web www.aprilia.com.

Aprilia Days
Aprilia all Stars. In pista al Mugello

Sabato 23 marzo, infine, il circuito del Mugello sarà teatro dell’evento denominato Aprilia All Stars, una giornata speciale da vivere coi piloti ufficiali Aprilia Racing MotoGP Andrea Iannone e Aleix Espargaró.

Ci sarà un’esposizione delle moto da corsa, l’organizzazione di test ride, shopping targato Aprilia, intrattenimenti e parata di fine giornata riservata a tutti i possessori di Aprilia.

Ingresso libero a partire dalle 10 del mattino. Per registrarsi all’evento accedere alla pagina web allstars.aprilia.com.

BMW X4 20d xDrive

BMW X4 20d xDrive | Prova su strada

Test F1 Barcellona

Test F1 Barcellona: Ferrari in vetta coi tempi, c’è fiducia per Melbourne?