in

Area B Milano: sta per tornare attiva, meglio non arrivare impreparati

Il Duomo di Milano
Tempo di lettura: 2 minuti

Spenti da marzo, nel pieno dell’emergenza Coronavirus, i varchi elettronici della ztl Area B di Milano saranno riattivati dai prossimi giorni: lo ha annunciato Beppe Sala, sindaco della città, durante la festa di domenica 4 ottobre per la Polizia Locale.

Area B Milano: sarà accesa, ma…

Secondo Sala ed i tecnici del Comune, a Milano lo smog è destinato a crescere dai prossimi giorni: colpa dell’incremento del traffico e dell’avvicinarsi del periodo invernale, che porta all’accensione dei riscaldamenti domestici, responsabili – insieme al traffico – del peggioramento della qualità dell’aria. E così il sindaco ha deciso di riavviare Area B, con la promessa però di spegnere nuovamente i varchi elettronici se la situazione sanitaria dovesse peggiorare. 

Accesso vietato ai veicoli più inquinanti

Ma cos’è Area B, in poche parole? E’ una grande zona a traffico limitato, che coincide con gran parte del territorio della città di Milano, dove valgono divieti di accesso e circolazione per i veicoli più inquinanti e per quelli con lunghezza superiore ai 12 metri che trasportano merci. Area B è attiva dal lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 19:30, festivi esclusi; l’accesso è gratuito, a differenza della famosa Area C.

Area B: chi può accedere

Autoveicoli per trasporto persone

  • Euro 5 e 6 benzina
  • GPL, metano, bifuel, ibride ed elettriche

Ciclomotori e motoveicoli

  • a due tempi di classe Euro 5, a benzina 4 tempi di classe Euro 4 e Euro 5
  • GPL, metano, bifuel, ibridi ed elettrici​

Area B: chi non può accedere oggi

Autoveicoli per trasporto persone

Dal 25 febbraio 2019

  • Euro 0 benzina
  • Euro 0, 1, 2, 3 diesel senza FAP       
  • Euro 3 diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione (V5) > 0,025 g/km oppure senza valore (In assenza, è possibile dimostrare la conformità alla disciplina di Area B attraverso il certificato di omologazione rilasciato dalla casa produttrice del veicolo)
  • Euro 0, 1, 2, 3 diesel con FAP after-market con classe massa particolato inferiore a Euro 4
  • a doppia alimentazione gasolio-GPL e gasolio-metano Euro 0, 1, 2

Dal 1 ottobre 2019

  • Euro 4 diesel senza FAP
  • Euro 3, 4 diesel con FAP di serie e con V.5 > 0,0045 g/km
  • Euro 4 diesel con FAP di serie e senza valore nel V.5 (In assenza di quest’ultimo, è possibile dimostrare la conformità alla disciplina di Area B attraverso il certificato di omologazione rilasciato dalla casa produttrice del veicolo)
  • Euro 0, 1, 2, 3, 4 diesel con FAP after-market installato dopo 31.12.2018  e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4

1 aprile 2020

  • a doppia alimentazione gasolio-GPL e gasolio-metano Euro 3

1 ottobre 2020

  • Euro 1 benzina

Area B: i divieti, da qui al futuro per le auto

1 ottobre 2022

  • Euro 2 benzina
  • Euro 3, 4 diesel con FAP di serie e con V.5 <= 0,0045 g/km
  • Euro 0, 1, 2, 3, 4 diesel con FAP after-market installato entro 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4
  • Euro 5 diesel

1 ottobre 2025

  • Euro 3 benzina
  • Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati dopo 31.12.2018

1 ottobre 2028

  • Euro 4 benzina
  • Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati entro il 31.12.2018

1 ottobre 2030

  • Euro 6 diesel D_TEMP
  • Euro 6 diesel D

Ciclomotori e motoveicoli

1 ottobre 2024

  • a due tempi Euro 2
  • a gasolio Euro 2
  • a benzina a quattro tempi Euro 0, 1

1 ottobre 2025

  • a due tempi Euro 3
  • a gasolio Euro 3
  • a benzina  a quattro tempi Euro 2

1 ottobre 2028

  • a benzina a quattro tempi Euro 3

1 ottobre 2030

  • a due tempi Euro 4
  • a gasolio di classe Euro 4, 5

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    stig sf90 stradale

    Stig guida la SF90 Stradale: il giro più veloce di sempre? [VIDEO]

    Janik Sinner

    Il talento del tennis Janik Sinner sceglie Alfa Romeo