in

Aston Martin in F1: la mossa vincente di Lawrence Stroll

Aston Martin in F1
Tempo di lettura: < 1 minuto

La notizia, pubblicata ufficialmente sul sito F1.com, spalanca le porte all’ingresso di Aston Martin in F1, a partire dal 2021. Come saprete, in realtà la Casa di Gaydon ha già messo un piede in F1 a partire dal 2018, quando divenne Title Sponsor di Red Bull Racing. Grazie all’investimento di Lawrence Stroll, papà di Lance, dal 2021 Racing Point diventerà la squadra ufficiale Aston Martin in F1. 

Proprio il miliardario Stroll ha investito 237 milioni di dollari per rilevare il 16,7% delle quote di Aston Martin, reduce da un periodo economicamente non facile. Un’iniezione di capitali che permetterà al magnate canadese di diventare anche Executive Chairman, presidente operativo, regalando al figliolo la permanenza in F1 per gli anni a venire.

Già nell’estate del 2018 Lawrence Stroll rilevò il controllo di una Force India sul lastrico, trasformando la scuderia in Racing Point nel 2019. Il passaggio ad Aston Martin Formula One Team, questo potrebbe diventare il nuovo nome ufficiale, avverrà però solo a 2020 concluso. Aston Martin ritornerà così protagonista diretta in F1 quasi sessant’anni dopo l’apparizione a fine anni ‘50 in alcuni gran premi. 

Aston Martin F1

Con un tweet, anche Red Bull Racing ha confermato che manterrà gli adesivi della Casa inglese sulle sue RB16 per tutta la stagione. 

Dì la tua

gamma elettrificata Peugeot

Gamma elettrificata Peugeot: modelli, prezzi, configuratore

coronavirus

Virus cinese: gli effetti del Coronavirus sul mondo dell’auto