in

Una speciale Audi e-tron che cattura lo smog, ecco l’Audi Urban Purifier

Tempo di lettura: 2 minuti

Audi ha lanciato una speciale e-tron capace di intrappolare le polveri sottili prodotte da altre tre vetture. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Mann+Hummell, equipaggiando quest’auto elettrica con un innovativo filtro antiparticolato che è in grado di intrappolare le particelle in sospensione nell’aria raccogliendo lo smog. Si tratta di particelle con diametro fino a 10 micrometri, che possono essere assorbite grazie all’Audi Urban Purifier, una tecnologia che è stata presentata ufficialmente al Greentech Festival di Londra.

L’Audi e-tron che cattura lo smog fa una vera pulizia attiva

Audi e-tron Sportback

Audi ha ideato il tutto considerando che l’85% delle polveri sottili imputabili alla mobilità veicolare sarebbero causate dall’attrito delle superfici frenanti e dal consumo delle gomme sull’asfalto. Un qualcosa che sommandosi alle emissioni di CO2, pericolose per i loro effetti climalteranti, compromettono fortemente la qualità dell’aria. Quindi il sistema di filtraggio di Audi e Mann+Hummel riesce a raccogliere ed intrappolare le polveri attraverso una tecnologia che assorbe sia quanto prodotto dal veicolo sul quale il sistema è montato sia quanto prodotto da altri veicoli e presente nell’aria.

L’Audi e-tron intrappola le polveri di altre 3 auto

Questo particolarissimo ed innovativo filtro è stato installato da Audi nel cofano motore, a monte del radiatore. Il dispositivo ha la parte filtrante integrata nel collettore dei flussi deputati al raffreddamento delle elettroniche di potenza. Il sistema, che per essere montato ha richiesto modifiche minime all’interno del cofano motore, funziona come essenzialmente come una “banale” aspirapolvere. I test condotti finora hanno dimostrato che l’auto non riscontra alcun riflesso negativo ed è al contempo in grado di assorbire le polveri sottili prodotte da 3 vetture dopo 50.000 km percorsi. I risultati sarebbero destinati a migliorare, in quanto Audi e Mann+Hummel stanno pensando di modificare il funzionamento del filtro in base alle condizioni metereologiche. Ad esprimere entusiasmo è stato Fabian Groh, project manager di Audi, il quale ha detto:

Abbiamo lanciato questo progetto pilota nel 2020 ed abbiamo deciso di testarlo per 4 anni. Pensiamo che questo tipo di tecnologia possa diventare obbligatoria per legge in un futuro non troppo lontano”.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Cybex Anoris T i-Size: sicurezza, recensioni, prezzo

    vetture stellantis elettrificate

    Stellantis: con un nuovo stabilimento approda in Algeria