giovedì, 6 Agosto 2020 - 18:16
Home / Notizie / Anteprime / Audi Q4 Sportback e-tron concept: presentata la variante Coupé del SUV elettrico
audi q4 sportback e-tron concept

Audi Q4 Sportback e-tron concept: presentata la variante Coupé del SUV elettrico

Tempo di lettura: 3 minuti.

Si tratta ancora di una concept ma è sempre più vicino il debutto della nuova Audi Q4 e-tron, ora anche nella variante Sportback. Grazie alla piattaforma MEB e a un motore totalmente elettrico da 306 CV, il nuovo SUV di Ingoldstadt sposa l’elettrificazione e arriverà su strada nel 2021. Sarà il settimo modello totalmente elettrico Audi. 

Se Audi Q4 e-tron concept fece il suo debutto, statico, al Salone di Ginevra 2019, la Casa tedesca ha tolto i veli dalla variante Sportback, secondo SUV coupé della gamma elettrica che arriverà su strada, dopo e-tron Sportback. Un SUV più sportivo e dinamico, non solo per linee di carrozzeria, che propone diverse novità, a partire dalla banda luminosa che unisce i due gruppi ottici al posteriori, un elemento stilistico ripreso dalla “sorella” e da Audi e-tron Sportback, al pari del motivo a V dei segmenti a LED che compongono la firma luminosa. Una cura meticolosa dell’assetto aerodinamico ha poi permesso di ottenere un Cx di 0,26. 

La verniciatura nella tonalità “Kinetic grey”, una tinta metallizzata a effetto perla con riflessi verdi in funzione dell’incidenza della luce, è a contrasto rispetto alle sezioni inferiori della carrozzeria in grigio scuro. Una soluzione che enfatizza l’impronta a terra della vettura.

A livello di dimensioni, la versione Sportback di Audi Q4 e-tron supera la variante normale di un solo centimetro, superando quindi di poco i 4,6 metri di lunghezza, mentre un ulteriore centimetro viene guadagnato in altezza (1,6 metri). Identici la larghezza di 1,9 metri e il passo di 2,77 metri, così da offrire maggiore abitabilità cui va aggiunta l’assenza dell’albero della trasmissione per liberare ulteriore spazio per le gambe.

Sotto la carrozzeria non cambia, invece nulla: entrambe possono contare, nella configurazione top di gamma, su di un powertrain composto da due motori elettrici in grado di erogare complessivamente una potenza massima di 306 CV, scaricata a terra grazie alla trazione integrale quattro elettrica. Audi Q4 e-tron concept e Audi Q4 Sportback e-tron concept scattano da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi, mentre la velocità massima è autolimitata a 180 km/h. 

La batteria ad alta tensione, collocata tra gli assali in corrispondenza del sottoscocca, ha una capacità di 82 kWh. L’autonomia di oltre 450 chilometri (secondo il ciclo combinato WLTP) garantisce una buona percorrenza ma nelle varianti con la sola trazione posteriore, si sale a circa 500 km. La tecnologia che si nasconde dietro queste prestazioni è resa possibile, anche, dalla piattaforma modulare elettrica (MEB) che il Gruppo Volkswagen destinerà a molteplici modelli a zero emissioni, spaziando dalle berline compatte (Volkswagen ID.3) alle auto di medie dimensioni. 

La batteria, da 82 kWh e ricarica a 125 kW (l’80% dell’energia viene accumulata in 30 minuti da colonnina preposta), offre un’ulteriore modalità per risparmiare. In condizioni di marcia ordinaria, infatti Audi Q4 Sportback e-tron concept utilizza in misura prevalente, quando non esclusiva, il motore elettrico posteriore (un propulsore sincrono a magneti permanenti), mentre quello anteriore entra in funzione, in modo predittivo.

audi q4 sportback e-tron concept

Interni Audi Q4 e-tron Sportback 

Dietro al volante spicca il display dell’Audi virtual cockpit che riporta le indicazioni più importanti relative a velocità, stato di carica e navigazione. Una novità è costituita dall’head-up display con funzioni di realtà aumentata, in grado di sovrapporre alla visualizzazione della strada le informazioni più importanti, ad esempio le frecce direzionali per la svolta.

In corrispondenza delle razze del volante sono presenti comandi touch per le funzioni utilizzate con maggiore frequenza. Al centro della plancia, al vertice della console, è presente un touchscreen da 12,3 pollici orientato verso il conducente, dedicato alla gestione delle funzioni d’infotainment e delle funzioni vettura. Al di sotto di questo display, una serie di comandi consente d’impostare la climatizzazione.

La consolle centrale assume la forma di uno spazioso scomparto con postazione di carica per lo smartphone, non dovendo ospitare elementi funzionali come la leva del cambio o l’azionamento del freno di stazionamento. Una raffinata superficie orizzontale funge da rivestimento della zona anteriore della consolle e integra il tasto di selezione della modalità di marcia. Quanto alle portiere, alle classiche tasche portaoggetti si aggiunge un’ingegnosa soluzione che consente di stivare le bottiglie in vani specifici, facilmente raggiungibili.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

eVMP

Groupe PSA e la nuova piattaforma eVMP, al centro del progetto Stellantis

Si chiama eVMP (Electric Vehicle Modular Platform) e rappresenta il cardine attraverso il quale nasceranno …