domenica, 17 Novembre 2019 - 16:18

Audi Q5 55 TFSI e quattro, ibrida plug-in | Prova su strada in anteprima

Tempo di lettura: 4 minuti.

Audi Q5 PHEV, nelle versioni Audi Q5 55 TFSI e quattro e 50 TFSI e quattro, versioni ibride plug-in della best seller della gamma Q di Audi, debuttano in autunno nelle concessionarie italiane e noi abbiamo subito messo alla prova la versione più potente della gamma.

Il powertrain di Audi Q5 PEHV

Il motore termico della Audi Q5 55 TFSI e quattro è composto da un 4 cilindri 2.0 TFSI – turbo benzina a iniezione diretta – da 252 CV e 370 Nm di coppia. Il propulsore elettrico è del tipo sincrono a magneti permanenti, in grado di erogare 143 CV e 350 Nm. L’Audi Q5 55 TFSI e quattro può così contare su di una potenza complessiva di 367 CV e una coppia di 500 Nm disponibile a un regime molto basso: 1.250 giri/min. Valori che garantiscono, in abbinamento alla trazione quattro con tecnologia ultra, prestazioni degne di una sportiva a fronte di un fabbisogno di carburante abbastanza contenuto. Nella variante Q5 50 TFSI vengono erogati invece 299 CV e 450 Nm.

Quanto al recupero dell’energia, il sistema deriva da quanto adottato dalla Audi e-tron (da noi provata) e permette in fase di frenata di recuperare fino a 80 kW di potenza. L’accumulatore agli ioni di litio, posizionato sotto il vano bagagli, ha una capacità di 14,1 kWh.

Collegandosi a una colonnina in corrente alternata da 7,4 kW, la batteria si ricarica completamente in 2,5 ore (autonomia dichiarata 45 km), che diventano sette collegandosi ad una presa domestica da 230V.

Alla guida di Audi Q5 55 TFSI e quattro S tronic: grinta e consumi ridotti

A livello estetico l’Audi Q5 55 TFSI e quattro è riconoscibile per via dalla specifica griglia single frame e dal Pacchetto S line exterior (di serie) che prevede paraurti, longarine sottoporta, prese d’aria ed estrattore sportivi. La dotazione di serie, particolarmente ricca, include i cerchi in lega da 18’’ (versione Business) e da 19” (versione S line plus).

All’interno il comfort è molto elevato, il climatizzatore automatico trizona e il sistema di infotainment Audi, già apprezzato su altre versioni di Q5, rendono la vita a bordo molto piacevole.

Audi Q5 PHEV adotta, inoltre, la trazione integrale quattro con tecnologia ultra, e, per la prima volta, abbinata all’azione di un motore elettrico, mentre il predictive efficiency assist (PEA) contribuisce all’incremento dell’autonomia elettrica e al comfort. Il guidatore può infatti decidere liberamente se e come intervenire nell’interazione tra i due propulsori.

I programmi di marcia sono tre: “EV”, “Auto” e “Hold”, dando rispettivamente priorità alla trazione elettrica, alla modalità ibrida automatica o al risparmio dell’energia ancora presente nella batteria. Non è prevista la ricarica della batteria attraverso il propulsore termico, quindi la modalità Hold è puramente conservativa e di ricarica attraverso rallentamenti e frenate.

Dobbiamo ammettere che il sistema di ricarica è davvero molto sofisticato e accurato. L’Audi Q5 PHEV infatti sfrutta persino le informazioni provenienti dal navigatore per capire se l’auto si trova in prossimità di una curva o in una discesa ed aumentare così il recupero di energia. Il motore elettrico si occupa delle decelerazioni lievi: le più frequenti nella marcia quotidiana. Le frenate di media intensità (oltre gli 0,2 g) sono invece di competenza dei freni idraulici tradizionali.

Inoltre, in questi casi una leggera pressione sul pedale dell’acceleratore fa intendere a chi guida di sollevare il piede, per evitare così di sprecare inutilmente carburante o corrente elettrica. Il tutto rende l’Audi Q5 PHEV estremamente efficiente in termini di consumi: il dato omologato nel ciclo combinato è di 2,1 – 2,7 litri ogni 100 chilometri. Durante il nostro test sul percorso misto che da Torino porta a Champoluc in Valle d’Aosta abbiamo registrato consumi molto interessanti.

Tramite il sistema Audi drive select, il conducente ha anche a disposizione i classici programmi di guida, ossia auto, comfort, dynamic, efficiency, allroad, offroad e individual, programmi che incidono sull’erogazione, sul setup delle sospensioni (sospensioni pneumatiche optional da 2.345 euro) e taratura dello sterzo.

Il cambio S tronic a sette rapporti è ormai una garanzia, caratterizzato dall’operato di due frizioni a dischi collocate l’una dinanzi all’altra in senso assiale, con una conseguente riduzione delle coppie a vuoto, ed è ottimizzato per l’integrazione con la tecnologia PHEV dell’Audi Q5 55 TFSI e quattro.

Gli interni della Audi Q5 55 TFSI e quattro

L’accoppiata benzina/elettrico permette ad Audi Q5 55 TFSI e quattro di scattare da 0 a 100 km/h in 5,3 secondi e di raggiungere la velocità massima di 239 km/h (135 km/h in modalità puramente elettrica).

Il feeling di guida, anche con l’accoppiata benzina/elettrico rimane tipico dei SUV Audi. Lo sterzo è leggero, ma preciso e restituisce un buon feeling.

Il peso di questa Audi Q5 55 TFSI e quattro è di 2.105 kg di cui la batteria pesa 135 kg, non certo un peso piuma, incide solo parzialmente sulla dinamica della vettura che resta buona anche tra le curve più tortuose. Risultato ottenuto anche grazie alla trazione integrale quattro in grado di ripartire la coppia sulle 4 ruote, dando sempre la prevalenza all’assale anteriore.

Audi Q5 PHEV | Prezzi e allestimenti

Audi Q5 50 TFSI e quattro S tronic da 299 CV, offerta nelle versioni Base, Business, Business Design ed S line plus, vede il listino partire da 57.500 euro. Prezzi, per la variante high performance Q5 55 TFSI e quattro S tronic da 367 CV, da 64.800 euro e che, nel dettaglio, è proposta nelle varianti Business ed S line plus.

Nella valutazione del prezzo bisogna tenere conto anche di tutti i vantaggi economici derivanti dall’ibrido. Non si deve pagare il bollo per i primi anni (la durata varia in base alla regione di residenza), molto comuni italiani offrono poi l’accesso in ZTL o la gratuita sosta.

Il segmento di appartenenza della Audi Q5 PHEV è quello dei SUV di segmento D: i principali competitor sono la Volvo XC60 T8 eAWD e, che debutterà a breve sul mercato, la BMW X3 xDrive 30e oltre alla Mercedes-Benz GLC 350e 4Matic.

La dotazione di serie di Audi Q5 55 TFSI e quattro include il sistema di ricarica e-tron compact, costituito da un’unità di comando, un cavo di collegamento vettura (lungo 4,5 m) e due differenti cavi d’alimentazione con connettore per prese, rispettivamente, di tipo domestico o industriale. A richiesta, Audi fornisce un connettore e un cavo per le stazioni pubbliche. Collegandosi a una colonnina da 7,2 kW, la batteria si ricarica completamente in due ore, che diventano sei attingendo a una presa domestica da 220V.

La versione Business, offerta a partire da 64.800 euro, aggiunge alla dotazione standard il Pacchetto di navigazione, il sistema di ausilio al parcheggio plus, il cruise control, la regolazione del supporto lombare a 4 vie per i sedili anteriori e il volante multifunzionale plus in pelle a tre razze.

L’allestimento S line plus aggiunge alla già ricca dotazione della versione Business i cerchi in lega da 19 pollici, il pacchetto S line e il pacchetto luci.

« 1 di 2 »

Autore: Federico Ferrero

Direttore Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

Renault Zoe 2020

Renault Zoe 2020 | Prova su strada in anteprima

Era il 2013 quando Renault decise di far debuttare la sua Zoe, l’auto che ha …