in

Auto aziendali: diesel, benzina o ibride? Ecco le scelte degli italiani

Auto Aziendali carburante
Tempo di lettura: < 1 minuto

Le auto aziendali rappresentano una fetta di mercato di grande rilevanza a livello italiano e non solo. Se nel mondo dei privati le auto a gasolio stanno perdendo, mese dopo mese, quote nel mix delle preferenze, all’interno delle flotte il diesel continua ad essere l’alimentazione regina.

Secondo i dati di una rilevazione condotta da Econometrica per Auto Aziendali Magazine, infatti, l’88% delle auto aziendali è diesel. Seguono, con quote molto minori: ibrido (5,2%), benzina (4%), metano (2%), GPL (0,5%) ed elettrico (0,3%). Anche in futuro le auto aziendali continueranno ad essere diesel.

Nell’ambito della rilevazione è stato infatti chiesto ai fleet manager in che modo pensino di sostituire le auto diesel che usciranno dalle loro flotte nei prossimi anni. La risposta più frequente è che queste vetture saranno sostituite con altre auto diesel (64,9% delle preferenze). Se la prima scelta per la sostituzione di un diesel è un altro diesel, la seconda è un’auto ibrida (24%). Seguono, con percentuali molto minori le altre alimentazioni.

Considerata l’importanza di questo settore per i risultati totali del mercato italiano si può affermare che il diesel tutt’altro che morto.

Pilota professionista

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Alfa Romeo Racing

Alfa Romeo Racing al GP Austria: entrambe le monoposto a punti, Giovinazzi festeggia così

Le reazioni social del GP Austria 2019: da Twitter un plauso allo spettacolo