in

Auto elettriche a Parma. Accesso ZTL, strisce blu e altre agevolazioni

auto elettriche parma
Tempo di lettura: 3 minuti

A Parma i possessori di auto elettriche/ibride o i semplici turisti di passaggio sono soggetti a tutta una serie di agevolazioni che va a coprire diversi aspetti. Vediamo i vantaggi per i parmensi quando si parla di tasse ed esenzioni, con un’amministrazione comunale che si è dimostrata attenta alla mobilità sostenibile. Non dimentichiamo, infine, che Iren sta ampliando le sue soluzioni nonché stazioni di ricarica, maggiori informazioni si possono trovare a questo link

Sempre parlando di stazioni di ricarica, Iren ha in gestione a Parma le 10 colonnine precedentemente gestite da un altro fornitore grazie a un’accordo con la Regione Emilia Romagna, e il comune parmense, nel 2013. Le suddette stazioni sono frutto di un profondo aggiornamento e presentano, cadauna, due prese di ricarica da 22 kW in corrente alternata. I clienti potranno gestire la ricarica tramite app e/o una card dedicata.

Le colonnine già aggiornate sono disponibili presso Largo Calamandrei, Via Kennedy, Via Passo Buole, Via Spinelli e in Piazzale Rondani. Nel corso del 2020, Iren proseguirà nell’installazione di altre colonnine di ricarica in città che saranno localizzate Borgo San Vitale, Via Monte Altissimo, Via Dante, Via Abbeveratoia, Viale Vittoria e nel cortile del parcheggio Du Brassè. Complessivamente saranno 11 le stazioni di ricarica completamente rinnovate ed aggiornate entro la fine dell’anno.

Già approvate dalla Giunta Comunale lo scorso novembre, 51 nuove colonnine sono pronte a debuttare sul territorio di Parma, come ricordato dall’Assessore alle Politiche di Sostenibilità Ambientale, Tiziana Benassi: “Il progetto di sviluppo delle infrastrutture elettriche di ricarica auto prevedendo una distribuzione di ulteriori nuove 51 colonnine supertecnologiche e performanti da aggiungersi alle 11 colonnine Iren attive. È  seguito un bando pubblico ed una recente assegnazione delle 51 nuove installazioni a due operatori che daranno il via ai lavori durante l’estate. Sul territorio comunale si prevede così di poter avere funzionanti dopo l’estate ben 62 colonnine, di cui la maggior parte consentiranno una ricarica rapida del veicolo in massimo 2 ore ed alcune ancor più rapide, in appena 30 minuti. Questo ha mosso anche un importante progetto insieme ad IRETI per la revisione e potenziamento dell’elettrificazione cittadina che porterà alla strutturazione di nuove cabine di trasformazione”.

La sostituzione di queste stazioni di ricarica conferma il sostegno di Iren al territorio, che passa anche attraverso lo sviluppo di modelli di mobilità innovativi e sostenibili, con forte attenzione all’ambiente e caratterizzati da un impegno strategico a supporto della ripartenza del Paese per uscire quanto prima da questo delicato momento di emergenza”. Sottolinea Gianluca Bufo, Amministratore Delegato Iren Mercato.

L’accesso alle zone ZTL a Parma, ad esempio, è particolarmente vantaggioso per chi possiede un’auto elettrificata. Si chiama permesso AAA ed è un certificato di valenza annuale che i residenti nel comune di Parma in possesso di un veicolo ibrido possono richiedere (su questo sito si può scaricare la documentazione) per poter transitare e sostare, per un massimo di 30 minuti, esponendo il disco orario, in zona ZTL, senza incorrere in sanzioni. Per chi invece possiede un veicolo puramente elettrico, il permesso diventa AAA@ e ciò concede ulteriori vantaggi: 

– la sosta gratuita in tutte le aree regolate con sosta a pagamento, compreso quelle dove vige la sosta notturna riservata ai residenti (righe bianco-blu);

– l’accesso nelle isole ambientali e la sosta per 30 minuti con esposizione di disco orario per sole operazioni di carico e scarico;

– la sosta nelle vie sensibili gratuita;

– transito nelle corsie preferenziali bus

auto elettriche parma
La mappa delle ZTL a Parma

Il permesso non consente: il transito e la sosta in Isola Ambientale, La sosta nelle vie sensibili e la sosta ove è in vigore la sosta notturna riservata ai residenti (righe bianco – blu).

Infine, come si legge sul sito del Comune di Parma, il permesso…”può essere rilasciato anche al cittadino che abbia in uso privato l’autovettura di proprietà di una ditta o di un parente, ossia genitore, figlio, coniuge, fratello o sorella, previa presentazione di una dichiarazione della ditta o del parente stesso sull’uso dell’autovettura da parte del richiedente

Sia il permesso AAA sia l’AAA@ ha durata annuale e sono dotati di un microchip e TAG RFID. Sul sito ufficiale è possibile consultare il varco degli accessi.

La domanda per il rilascio di entrambe le tipologie di permesso può essere presentata presso gli Sportelli Polifunzionali del DUC (Piano -1) – L.go Torello de Strada, 11/a – Parma, previo appuntamento telefonando al numero verde 800238630. Il costo è di 10 euro e il permesso deve essere obbligatoriamente essere esposto sul parabrezza. 

Bollo auto: la Regione Emilia Romagna concede l’esenzione per 5 anni

Chi compra un’auto elettrica nella Regione Emilia Romagna è esentato dal pagamento del bollo auto per i successivi 5 anni all’acquisto, data dopo la quale, il pagamento è pari a ¼ rispetto all’equivalente veicolo a benzina. Per le ibride, invece, la Regione Emilia Romagna non ha una regolamentazione precisa per quanto riguarda il bollo ma, notizia dell’aprile scorso, il rinnovo del contributo annuo fino a un massimo di 191 euro (pari al costo del bollo medio), ai cittadini residenti in Emilia-Romagna che acquisteranno un’auto ibrida di prima immatricolazione ad uso privato con alimentazione benzina-elettrico, gasolio-elettrico, gpl-elettrico, metano-elettrico o benzina-idrogeno.

Dì la tua

Corse clandestine catania 2020

Gare clandestine in autostrada a Catania: velocità oltre i 260 km/h [VIDEO]

suv ferrari

SUV Ferrari: a Maranello proseguono i test [VIDEO]