giovedì, 23 novembre 2017 - 2:47
Home / Notizie / Attualità / Ad Auto e Moto d’Epoca 2017 Peugeot porta la Serie 3, di ieri e di oggi
Auto e Moto d'Epoca Peugeot

Ad Auto e Moto d’Epoca 2017 Peugeot porta la Serie 3, di ieri e di oggi

Tempo di lettura: 2 minuti

Ad Auto e Moto d’Epoca  Peugeot è presente con tutta la sua sportività, forte del decimo titolo appena conquistato da Paolo Andreucci nel Campionato Italiano Rally; per farlo, ha scelto vari modelli della Serie 3.

Si parte dalla pressoché sconosciuta 305 V6 Sport, per la prima volta in Italia direttamente dal museo di Sochaux, dalla 309 GTI, che ha formato tanti piloti (tra cui anche il già citato Paolo Andreucci, fino ad arrivare allo status symbol della sportività del Leone rappresentato oggi dalla nuova 308 GTi by Peugeot Sport, punta di diamante della gamma della rinnovata berlina.

La storia della 305 V6 Sport fu da subito travagliata, non potendo esordire nei rally perché le venne preferito un modello che segnerà a suo modo la storia della disciplina, la mitica 205. Così, la 305 V6 Sport invece di prendere la strada delle competizioni, prese quella del Museo di Sochaux, dove vengono tuttora esposti molti dei modelli della Casa francese e oggi è visibile proprio sullo stand Peugeot ad Auto e Moto d’Epoca.

Parlando della 309 GTI, prodotta dal 1985 al 1993, riprese in parte la componentistica della 205 e della 305, posizionandosi a metà tra di esse. La 309 era una due volumi e mezzo di taglia medio-bassa, un segmento in cui le configurazioni a due volumi e mezzo stavano prendendo piede proprio in quegli anni. Rispetto alla 205, la carrozzeria venne ridisegnata in modo tale da ottenere un miglior coefficiente di penetrazione aerodinamica, che nella 309 divenne pari a 0,33, un risultato più che buono per l’epoca.

Se il frontale ricordava a chiari lettere la 205, era nel posteriore che la due volumi e mezzo si caratterizzava proprio per la presenza della coda più pronunciata. Soprannominata a suo malincuore “il brutto anattrocolo”, la 309 è stata per la Marca francese un vero successo commerciale.

La sua versione più sportiva, la 309 GTI, fu impiegata come base della vettura da rally nel periodo di fine anni ’80 inizio ’90, ovvero quando debuttò il campione italiano Paolo Andreucci, 52 primavere e una vera e propria enciclopedia sulla storia dei rally nel nostro paese.

Infine la 308 GTi by Peugeot Sport, la punta di diamante della produzione del Leone. Pur non disconstandosi troppo dalla berlina da cui deriva, la GTi è dotata di tutte le innovazioni stilistiche introdotte con il nuovo restyling, sia all’esterno sia nell’abitacolo. La potenza è ora di 272 CV grazie al potente 1.6 THP, con lo 0-100 km/h coperto in 6 secondi netti e velocità autolimitata a 250 km/h.

Auto e Moto d'Epoca Peugeot

La nuova 308 GTi by Peugeot Sport è disponibile, in esclusiva, anche nella nuova tinta col taglio Coupe Franche che abbina il colore Blu Magnetic della parte anteriore al Nero Perla di quella posteriore. Disponibile anche nel Coupe France con abbinamento di Rosso Ultimate e Nero Perla, può esser scelta anche in altre 6 tinte monocolore.

 

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Eni e FCA

Eni e FCA e l’intesa per la riduzione delle emissioni

Tempo di lettura: 2 minutiProtocollo d’intesa raggiunta ieri a Palazzo Chigi, alla presenza del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, …