venerdì, 18 Settembre 2020 - 22:13
Home / Notizie / Attualità / Avis Budget Group porta in Europa le auto connesse con il Gruppo PSA
Avis Gruppo PSA

Avis Budget Group porta in Europa le auto connesse con il Gruppo PSA

Tempo di lettura: 2 minuti.

Avis Budget Group ha annunciato l’ampliamento della flotta di auto connesse in Europa con l’aggiunta di 6.000 auto Peugeot, Citroën e DS e altre 5.000 auto in più sono previste entro la fine dell’anno.

Questi veicoli opereranno con i marchi Avis e Budget in Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svizzera e Regno Unito e in Italia, dove opereranno anche con il brand Maggiore.

La auto connesse forniranno ai clienti un’esperienza migliore e più personalizzata e nello stesso tempo genereranno una maggiore efficienza a livello operativo e di gestione della flotta per l’azienda. Avis Budget Group prevede che tutti i veicoli Peugeot, Citroën e DS saranno connessi entro il 2020.

“Utilizzare sia i dati delle auto connesse che quelli dei viaggiatori connessi ci permette di ottenere un risparmio significativo e un incremento dei margini” ha dichiarato Mark Servodidio, president, International, Avis Budget Group “Le informazioni, riportate automaticamente e in tempo reale, eliminano o riducono molti dei compiti manuali del personale, e il tutto si traduce in una eccellente customer experience, una maggiore efficienza del personale e una migliore manutenzione dei veicoli”.

Per Avis reinventare l’esperienza di noleggio significa avere una flotta connessa ma anche la Avis mobile app. Dal suo lancio nel luglio 2016, il suo utilizzo è aumentato fino a raggiungere oltre 1.25 milioni di transazioni effettuate da più di 360.000 clienti unici, ed ha aumentato del 20% la quota di customer satisfaction.

Avis Budget Group avrà globalmente più di 100.000 auto connesse quest’anno e il suo impegno è quello di avere una flotta globale totalmente connessa entro il 2020. Nell’ambito di questo impegno, all’inizio dell’anno Avis Budget Group ha iniziato ad installare 50.000 dispositivi Unified Telematics Platform (UTP), forniti da I.D. Systems, raddoppiando la flotta esistente di veicoli connessi. Il mese scorso, l’azienda ha annunciato la partnership con Toyota Motor Company per dislocare negli Stati Uniti 10.000 veicoli connessi nel 2018.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

archiproducts next

ArchiproductsNEXT: alla Milano Design City protagonista la mobilità sostenibile

Saranno gli spazi di Archiproducts Milano, via Tortona 31, dal 28 settembre al 10 ottobre …