in

Avvistata la Ferrari Icona: il posteriore ricorda tanto un modello del passato

ferrari icona p4 rear
Tempo di lettura: 2 minuti

Sul web circolano nuovo foto spia dell’hypercar italiana. La Casa di Maranello è prossima a preparare il debutto ufficiale dell’hypercar Ferrari Icona. All’atto pratico potrebbe trattarsi di una oneoff dal design particolarmente estroso, a confermarlo è un prototipo avvistato poco fuori la fabbrica dove nascono i sogni.

Si tratta di una supercar Icona in edizione limitata e dal sapore retrò, che verrà presentata tra meno di un mese alle Finali Mondiali Ferrari che si terranno sul circuito del Mugello.

Delle foto spia sono state rese pubbliche sul web nelle scorse ore, ad essere immortalato è stato un nuovo prototipo completamente camuffato, in tal caso vorrebbe dire che la vettura stia attraversando le ultime fasi finali di test prima della presentazione (l’avevamo già sorpresa, questa volta grazie a un video, durante una prova a velocità costante). Gli scatti sembrerebbero confermare che la nuova vettura della Casa modenese si ispirerà decisamente alla Ferrari 330 P4 degli anni60. A spiccare vistosamente sono la coda alta e lo spoiler posteriore prominente che somigliano infatti alla sportiva a motore centrale che arrivò prima e seconda nella 24 Ore di Daytona del 1967.

Ferrari Icona: due indizi…fanno una prova

Le estremità degli scarichi invece sono state sicuramente posizionate centralmente ed il loro diametro appare abbondantemente ampio. Altre immagini permettono anche di scrutare i massicci cerchi a cinque razze sdoppiate. Il tetto è arrotondato ed a forma di bolla, gli specchietti retrovisori esterni sono stati spostati dalla portiera ai parafanghi anteriori in pieno stile retrò (altro dettaglio che combacia con l’antenata).

Sotto il design ispirato alla 330 P4, però, ci sarà una moderna hypercar decappottabile basata sulla Ferrari LaFerrari Aperta. Il telaio monoscocca sarà in fibra di carbonio per la nuova hypercar. Tuttavia, il motore dovrebbe essere completamente endotermico, ovviamente V12 come sulla Monza SP1 e SP2, ed abbandonare la tecnologia ibrida HYKERS presente su LaFerrari. Sarà forse l’ultima Icona a montare un V12 aspirato, lo stesso da 830 CV della 812 Competizione.

Quest’avvistamento pare abbia riscosso il totale apprezzamento degli appassionati dai gusti più eccentrici, altri hanno manifestato diffidenza. Toccherà aspettare un altro po’, poco più di un mese, e tutto sarà più chiaro.

Autore: Angelo Petrucci

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Google Maps

    Google Maps si fa più sostenibile: dal 2022 nuove mappe e percorsi più intelligenti

    Assetto auto: come cambiare molle e ammortizzatori