sabato, 19 Settembre 2020 - 20:59
Home / Notizie / Tecnica / Batteria auto: tutti gli accessori per non rimanere a piedi

Batteria auto: tutti gli accessori per non rimanere a piedi

Tempo di lettura: 3 minuti.

Quando si scarica la batteria auto? Come faccio a farla durare di più? Dovrò stare parecchio tempo lontano da casa e la macchina rimarrà ferma: come fare per mantenere in vita la batteria? 

Capire quando occorre sostituire la batteria auto può essere un’impresa anche per il più esperto degli elettrauti. Perché le cause che portano alla perdita di voltaggio possono essere molteplici: presenza di dispersioni, accumulatori che col tempo perdono potenza, frequenza d’uso della macchina e molto altro.

Esistono però diversi accorgimenti e strumenti che consentiranno alla tua batteria di vivere più a lungo o di ripartire in caso di lunghe soste: si tratta di piccole manutenzioni ordinarie, alla portata di tutti, anche di chi non è pratico di elettromeccanica.

1. Se non necessario, quando sei con la macchina in sosta, spegni sempre luci e radio

Il primo suggerimento sembrerebbe banale, ma il “dimenticarsi le luci accese” è tra le principali motivazioni per le quali la batteria auto si scarica. Qui ci raccomandiamo: luci e radio sempre spente a veicolo fermo consentono alla tua batteria di scaricarsi con più difficoltà!

2. Controlla gli elettroliti della batteria

Gli elettroliti della batteria funzionano efficientemente solo quando sono immersi in acqua distillata. Precisamente 1 cm sotto la parte superiore del catodo.

A causa di perdite, dell’evaporazione o di un sovraccarico, il livello dell’acqua potrebbe scendere esponendo la parte metallica all’aria aperta il che ne causa il danneggiamento in pochi giorni. Per questo, circa una volta ogni 3 mesi, ti consigliamo di effettuare un controllo ed un eventuale rabbocco con strumenti appositi dei livelli d’acqua, seguendo questi semplici step:

  • assicurati, innanzitutto, che la macchina sia spenta
  • apri il cofano della macchina, individua la batteria e puliscila con carta imbevuta di ammoniaca
  • estrai la batteria rimuovendo i tappi
  • con l’aiuto di una torcia controlla se, per tutti i fori, c’è livello sufficiente di acqua
  • se si intravvede una parte metallica che fuoriesce, riempi con il rabboccatore ed esclusivamente con acqua distillata non oltre 1 cm dal catodo e dell’anodo
  • asciuga ogni residuo di acqua nella batteria, riapplica i tappi e installala nell’auto

Se farai questa operazione da solo dotati di tutti gli strumenti di sicurezza necessari, tra cui occhiali di protezione, guanti e maniche fino ai polsi: molti degli acidi presenti nelle batterie auto sono corrosivi ed è opportuno fare attenzione.

Se non ti senti sicuro, non avventurarti: porta la macchina dal tuo meccanico di fiducia. Il controllo spesso viene fatto in velocità e gratuitamente.

3. Macchina ferma per tanto tempo? Dotarsi di caricatore o mantenitore di batteria

Se ti trasferisci per un periodo piuttosto lungo fuori casa e dovrai lasciare la macchina ferma per mesi, fai in modo che la macchina non rimanga a lungo senza avviamenti. Il rischio, in questi casi, è che quando troverai, la batteria sarà da cambiare poiché non più ricaricabile. Come evitare che accada questo? Ecco due soluzioni:

  • trova un amico o un famigliare che tenga in movimento la macchina almeno per 20 minuti, una volta a settimana. In questo modo la batteria si manterrà sempre carica
  • acquista un mantenitore di batteria che aiuta la batteria a conservare un voltaggio ottimale, preservandone la durata.

4. Temperature eccessivamente alte o basse, i tuoi nemici. Ed ecco la soluzione

È una regola fondamentale per tutti i tipi di batterie, e quella dell’auto non fa eccezione. Se vivi in posti particolarmente caldi o freddi, è necessario che tu protegga la batteria con una copertura termica, che è in grado di proteggere la batteria dai picchi di temperatura alti e bassi. Nel caso tu rimanga a piedi con l’auto, un avviatore di emergenza può tornarti utile. Ne esistono anche di leggeri con batteria al litio.

5. Terminali sempre ben puliti

I terminali della batteria sono quei contatti elettrici con i quali è possibile caricarla inserendo lo spinotto rosso e nero. Nonostante nel tempo siano inevitabilmente soggetti alla corrosione, esiste un modo per ritardare questo processo: tenere i terminali sempre ben puliti.

Altri consigli (importanti) per una batteria auto sempre in forma

Questi 5 punti che hai appena letto ti consentiranno di far durare la tua batteria auto più a lungo risparmiando denaro e arrabbiature (chi di noi non si è mai arrabbiato quando la batteria, da un giorno all’altro, ci lascia senza macchina? A tal proposito, in questo articolo spieghiamo come cavarcela quando ci lascia sul più bello).

Quando arriverà il momento di cambiare la batteria, rivolgetevi in officina o, al limite, ad un rivenditore autorizzato di ricambi auto, se pensate di cavarvela da soli per la sostituzione anche su internet o al discount si possono trovare batteria di marca: il prezzo sarà senz’altro più elevato, ma la vostra batteria durerà più a lungo. Durante la sostituzione torna utile un mantenitore di memorie, per non dover ripristinare il tutto. Non male anche l’utensile sbocco di connettore elettrici, se si deve intervenire sul cablaggio.

Infine una nota importante: la vita media di una batteria auto va dai 3 ai, massimo, 5 anni. Quindi, giunto al quarto anno d’età, controlla spesso il suo stato di carica e comincia a pensare alla sua sostituzione.

Autore: Redazione Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

Interni DS 7 Crossback

DS 7 Crossback: il focus sul comfort

L’abitacolo di DS 7 Crossback è studiato per garantire un buon comfort e gli ingegneri …