in

BIAUTO Group festeggia 100 anni di storia al Museo Nazionale dell’Automobile di Torino

Tempo di lettura: 3 minuti

BIAUTO Group ha organizzato una cena-evento al Museo Nazionale dell’Automobile per riunire e ringraziare i presenti in occasione dei 100 anni di questa realtà del tessuto industriale del capoluogo piemontese. Nata a Torino nel 1922, oggi BIAUTO Group conta 18 sedi sparse tra Piemonte e Liguria e oltre 200.000 clienti.

Oggi impegnata nella delicata fase della transizione ecologica, BIAUTO Group rappresenta il gruppo di concessionarie in Italia per i marchi BMW, MINI, Mercedes-Benz, Smart, Jaguar, Land Rover, MG, INEOS Grenadier e Triumph per quanto riguarda le due ruote. Tra la prima officina in provincia di Torino specializzata nella vendita e riparazione di veicoli della più grande fabbrica italiana di automobili ad un Gruppo che conta oggi 18 sedi tra concessionarie e centri assistenza ufficiali distribuiti su 102.000 metri quadri di superficie nei territori di Piemonte e Liguria, 384 persone tra dipendenti e collaboratori, 9 brand di fascia Premium, 9.300 auto consegnate (fino a ottobre di quest’anno) e un fatturato annuo di oltre 340 milioni di euro c’è una storia che è oggi arrivata al secolo di vita.

Dal 2018 BIAUTO Group è inserita tra i 10 Top Dealers in Italia grazie a investimenti continui in infrastrutture, strategie commerciali, digitalizzazione di processo, formazione delle risorse umane e attività di responsabilità sociale in ambito ambientale e di welfare aziendale.

Per festeggiare questa importante e pioneristica ricorrenza la famiglia Utili, composta dalla mamma Luigina Delmastro, Presidente del CdA di BIAUTO GROUP, Marco Utili, Amministratore Delegato, e dalle sorelle Manuela e Annalisa Utili, membri del CdA, ha organizzato una cena-evento – con  menù ideato e preparato dagli chef Marcello Trentini, Nicola Batavia, Andrea Larossa, Filippo Novelli -, al Museo Nazionale dell’Automobile di Torino per riunire e ringraziare direttamente tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo traguardo: circa 500 invitati tra dipendenti e collaboratori, realtà partner nei settori automobilistico, finanziario e assicurativo, e personaggi torinesi del mondo dello spettacolo e del giornalismo. Madrina dell’evento Eleonora Pedron, attrice, stilista, eletta Miss Italia nel 2002.

Oggi continuiamo a ragionare e a operare come faceva la mia famiglia 100 anni fa, con radici salde e una forte apertura alle nuove sfide. Grazie ai nostri investimenti in nuovi settori, per esempio le Classic Car e le sportive iconiche, alle innovazioni in ambito digitale e green, all’offerta di servizi e assistenza di qualità, alla formazione del personale e a metodi incentivanti per premiare il loro lavoro, prevediamo una crescita del fatturato nei prossimi anni compresa tra il 10 e 15%, al netto di nuove acquisizioni”.

Marco Utili, Amministratore Delegato BIAUTO GROUP
famiglia utili

BIAUTO Group: i festeggiamenti anche ai fini della beneficenza

Durante la serata, oltre alla presentazione dei numeri e dei risultati che attestano il successo del Gruppo in questi 100 anni e alla proiezione di un video emozionale a cui hanno preso parte anche i dipendenti, si è svolto un momento di beneficienza fortemente voluto dalla famiglia Utili con la consegna di un assegno del valore di 10 mila euro raccolti anche grazie alla donazione effettuata dagli stessi dipendenti e collaboratori a favore di Make-A-Wish Italia Onlus, organizzazione non profit operativa dal 2004 e presente su tutto il territorio nazionale che, attraverso un network di oltre 250 volontari e in collaborazione con i più importanti ospedali pediatrici d’Italia, realizza i desideri di bambini e ragazzi di età compresa tra i 3 e i 17 anni affetti da gravi patologie per portar loro gioia, forza e speranza.

BIAUTO: la sua storia

SEDE BIAUTO GROUP TORINO

Tutto nasce nel 1922 a Chivasso con l’apertura di un Garage FIAT (così venivano denominate quelle che oggi sono le Concessionarie e che a breve diventeranno le Agenzie), un’officina specializzata nell’assistenza e nella riparazione dei veicoli della più grande fabbrica di auto italiana, che negli anni si struttura sempre più. Poi nel 1982 la famiglia Utili decide di scommettere anche su un brand di vetture estere che allora non godeva della reputazione di cui gode oggi, BMW, e apre un’altra Concessionaria a Torino in via Cialdini nei pressi dell’attuale Tribunale. Solo nel 1992 la famiglia decide di identificarsi pienamente con le vetture del marchio tedesco, abbandonando FIAT, Lancia ed EVO, e di aprire in via Bologna quella che diventerà la sede centrale di BIAUTO. Seguono negli anni le aperture delle sedi di Asti e di Alba e quella di BiAutlet Remarketing Store a Settimo dedicato alla vendita all’Usato Garantito multimarca. Successivamente la flotta delle auto in vendita si amplia con l’inserimento dei marchi Jaguar e Land Rover. Nel 2018 BIAUTO GROUP si ingrandisce ulteriormente ed esce dai confini del Piemonte grazie all’acquisizione di due Concessionarie in Liguria a Genova, Novelli 1934 e Autobi, con l’inserimento quindi dei brand Mercedes-Benz e Smart. Infine nel 2021 BIAUTO GROUP approda nel mondo delle due ruote, quelle del marchio Triumph, per intercettare questa esigenza dei suoi tanti clienti di auto. Operazione che ha dato fin da subito ottimi risultati con oltre 300 moto vendute in un anno. Nel 2022 gli ultimi due brand di veicoli entrati nel Gruppo: MG, all’avanguardia nel settore dei motori elettrici, e INEOS Grenadier, fuoristrada 4×4.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Federica Masolin si commuove per il ritiro di Vettel: il VIDEO della conduttrice in lacrime

    Nissan Ariya

    Gamma Nissan: ibrida, elettrica, furgone, 4×4