in

BMW spiega come utilizzare il Traction Control delle nuove M3 e M4 [VIDEO]

Tempo di lettura: 2 minuti

Un controllo di trazione talmente evoluto e avanzato che saprà farti sentire un vero e proprio dio del volante o pilota mancato.

Le nuove BMW M3 e M4 sono vetture sportive straordinarie e non solo per gli elevati valori di potenza e coppia che sono in grado di erogare o per le innate doti dinamiche che l’ottimo telaio e setup delle sospensioni sono in grado di offrire, ma anche per l’elevatissimo livello tecnologico di cui sono “farcite”. Un contenuto tecnico ed elettronico, che punta non solo a migliorare il comfort e l’esperienza di vita a bordo vettura ma anche la facilità di utilizzo e il piacere di guida offerto, talmente avanzato e complicato che è bene se venga spiegato all’utente medio.

Per questo Bmw ha pensato bene di realizzare alcuni video in cui spiega le capacità e tutte le funzionalità di queste due nuove sportive così da non far scomodare i propri clienti e da permettere loro di non doversi perdere nei meandri dell’enorme manuale di istruzioni. Dopo aver parlato del cambio manuale, spiegato la particolare aerodinamica e mostrato come funzionano le modalità di guida M, ecco che la Casa dell’Elica è tornata sull’argomento con un nuovo video che spiega nel dettaglio come funziona l’innovativo sistema di controllo della trazione che si avvale di diversi livelli di intervento e assistenza.

Driftare con le nuove BMW M3 e M4? Bisogna seguire le istruzioni

Nel video la Casa bavarese spiega che il sistema è in grado di “rilevare” rapidamente e con precisione lo slittamento delle ruote, migliorando di un fattore da 6 a 8 questa capacità rispetto al vecchio sistema. Per mostrare quanto sia migliore l’attuale sistema, il video mostra un test quando si passa da una superficie scivolosa a una asciutta. L’auto è in seconda marcia con i sistemi di controllo della trazione e della stabilità disattivati. Nella M4 (F82), il sistema impiega un po’ di tempo per rilevare che c’è più presa, mentre nella M4 (G82) risponde più rapidamente. Di conseguenza, la nuova generazione è in grado di accelerare più velocemente rispetto alle precedenti generazioni.

BMW ha in sostanza mantenuto il suo controllo di trazione regolabile su più livelli ma vi ha introdotto maggiori sfaccettature di controllo specie nelle impostazioni più estreme. Con tutti i sistemi accesi, l’auto offre la massima trazione possibile per garantire la sicurezza. In modalità M Dynamic, puoi mandare di traverso l’auto ma il sistema di controllo della stabilità rimane attivo. L’idea qui è di dare all’auto una lentezza di risposta che rende molto più facile il controllo di una derapata o di un traverso di potenza.

Cucita addosso

Anche lo stesso sistema DSC può ora essere totalmente disattivato oppure ottimizzato con la bellezza di 10 diversi livelli di trazione disponibili in modo da poter massimizzare la risposta senza compromettere la sicurezza e trovare la configurazione ideale per qualsiasi condizione climatica e dell’asfalto. Insomma un ottimo lavoro da parte degli ingegneri di Monaco di Baviera che saprà sicuramente ridurre il numero di incidenti a bordo di queste sportive pur senza “uccidere” il piacere e il divertimento alla guida.

Driftare con le nuove BMW M3 e M4? Tempi di esempi pratici

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Ferrari 812 Imola: è lei la Speciale di cui tanto si parla?

    Lamborghini Miura SV

    Lamborghini Miura SV: 50 anni dell’icona del Toro