in

Bosch all’Auto Shanghai 2015

Autoappassionati
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Fornitore Globale, leader nel settore della tecnologia e dei servizi, ha presentato le sue ultime novità tecnologiche in fatto di mobilità al 16° Salone Internazionale dell’Auto di Shanghai.

Puntando su connettività, automazione ed elettrificazione, Bosch propone una serie di soluzioni integrate per la mobilità in grado di soddisfare la crescente domanda dei clienti cinesi per una guida più pulita, più sicura, più efficiente e più confortevole.

La Cina, infatti, rappresenta il più grande mercato mondiale dell’automobile, al tempo stesso sta affrontando molteplici sfide comprendenti, fra l’altro, l’inquinamento ambientale, la scarsità di energia e gli incidenti stradali.

Guida interconnessa:

La connettività dei veicoli renderà possibili maggiori informazioni e servizi, che renderanno la mobilità più pulita, più sicura, più confortevole e più conveniente. Una delle soluzioni proposte da Bosch in questo campo è la connectivity control unit (CCU), che gestisce le connessioni di un veicolo con il mondo esterno.

Grazie all’attivazione di innovative funzioni connesse, tra le quali il servizio eCall di chiamata automatica d’emergenza di Bosch, la gestione di flotte, la navigazione predittiva e la manutenzione predittiva, è possibile incrementare significativamente l’efficienza, la sicurezza e il comfort di guida.

Se un veicolo dotato del dispositivo eCall viene coinvolto in un incidente, il sistema eCall lo rileva e invia le informazioni ad un centro assistenza Bosch 24 ore su 24, che allerta i servizi di emergenza locali.

Guida elettrica e automatizzata:

Per realizzare la propria visione di una guida priva di incidenti, Bosch investe continuamente nello sviluppo e nel miglioramento delle funzioni automatizzate di sicurezza e assistenza. Basate su radar, video e sensori ultrasuoni, varie funzioni di guida automatizzata sono già una realtà, come il sistema di frenata di emergenza automatica (AEB), il parking assistant, e il “traffic jam assist”.

Inoltre, con la completa acquisizione del 50% della joint venture Robert Bosch Automotive Steering GmbH, Bosch ora è in grado di offrire tutte le tecnologie fondamentali per una guida completamente automatizzata, che secondo le previsioni diverrà realtà entro il prossimo decennio.

Oltre ad occuparsi della messa a punto di tecnologie di sicurezza per vetture e autocarri, Bosch è impegnata anche nello sviluppo di sistemi frenanti antibloccaggio per minibus e motocicli, che rappresentano una delle cause principali degli incidenti stradali in Cina.

Bosch prevede che entro il 2025 circa il 15% di tutte le nuove vetture costruite nel mondo saranno dotate di propulsione ibrida. Inoltre Bosch ritiene che esista il potenziale per un ulteriore risparmio del 20% nel consumo di carburante per le attuali vetture ad alimentazione tradizionale.

Dì la tua

Autoappassionati

Nuova BMW Serie 7: un concentrato di tecnologia

Crash-test EuroNCAP: 5 stelle per Espace e Vitara, 4 per Mazda 2 e Fiat 500X