in

Cambiare gli pneumatici: come si fa e che strumenti servono?

Cambio gomme Beta
Tempo di lettura: 3 minuti

Cambiare le gomme (pneumatico e cerchio), magari per l’inverno, oppure girare l’asse anteriore, posteriore è un’operazione che si può fare comodamente a casa.

Si possono utilizzare gli attrezzi in dotazione all’auto certo, ma sicuramente se vogliamo ripetere l’operazione sovente, meglio dotarsi di kit di attrezzi appositi che semplificano la vita di chi si diletta nel box di casa. Beta fornisce proprio questi strumenti, destinati ai neofiti, agli specializzati del fai da te e anche alle officine e gommisti professionisti.

Beta Utensili S.p.A. è diventata leader nella produzione di utensileria manuale e di attrezzature dirette principalmente all’industria, all’autoriparazione e alla ferramenta e vanta una capillare rete di distribuzione anche in mercati internazionali. Nasce per i professionisti della meccanica, della manutenzione industriale, dell’autoriparazione e per coloro il cui hobby è molto di più di un semplice passatempo. Pertanto riesce a offrire molteplici strumenti, da quelli semplici e poco costosi, a quelli per un’officina attrezzata di tutto punto.

Cambiare gli pneumatici: gli strumenti che deve avere anche un neofita

La vettura dotata di ruota di scorta, ormai non più molte, fornisce sempre la chiave di serraggio dei dadi. Sfortunatamente si tratta di una chiave dalla leva corta, pertanto è consigliabile avere in garage una chiave a croce. Con essa si possono svitare i dadi molto più velocemente e con molta meno fatica.

Inoltre anche la stessa vettura può essere dotata di un cric sollevatore, di solito del tipo a pantografo, che è utile in caso di foratura, ma l’utilizzo frequente è sconsigliabile, via del suo scomodo azionamento a vite e per l’instabilità tipica della soluzione a pantografo. Pertanto per un cambio gomme ottimale un cric idraulico potrebbe essere l’ideale.

Cambio gomme Beta

Non ultimo interessante il calibro di profondità per battistrada, che misurando il battistrada residuo, ci indica quanta strada possiamo ancora fare con il suddetto pneumatico. Il pneumatico di un’auto nuova ha una profondità di partenza del battistrada di circa 8-9 mm. Per legge, è possibile guidare con gli stessi pneumatici, finché questi non abbiano raggiunto una profondità del battistrada pari a 1,6 mm, distribuita sul 75% della larghezza del pneumatico e lungo tutta la circonferenza. È però vero che si consiglia di sostituire, comunque, i pneumatici estivi e all season una volta raggiunti i 3 mm e i 4 mm per i pneumatici invernali. Questo perché, una volta raggiunti tali valori, i pneumatici iniziano a usurarsi molto velocemente e a calare di prestazioni. Inoltre per controllare la pressione corretta dopo il montaggio degli pneumatici meglio fare affidamento al misuratore di pressione.

Con questi semplici strumenti avremo velocizzato e reso più facile e sicuro ogni cambio gomme stagionale. Raccomandiamo sempre di allentare i dadi con ruota appena sollevata e poi di ultimare il sollevamento successivamente. Dopo aver cambiato la ruota avvitare i dadi tra loro in posizioni opposte per evitare disallineamenti tra ruota e mozzo.

Gli strumenti dell’esperto di fai da te: per ridurre stress e fatica

Se invece siamo già ad un livello più avanzato del fai da te, e magari abbiamo più mezzi motorizzati a cui occorre cambiare le gomme più volte l’anno ecco alcuni strumenti aggiuntivi offerti da Beta, che vanno a completare il kit per velocizzare e facilitare i lavori in garage.

Oltre la chiave a croce può tornare utile un avvitatore a impulsi a batteria che permette di avvitare e svitare i dadi ruota con estrema facilità e minimo sforzo. Nonché un seggiolino con rotelle per lavorare alla giusta altezza senza sforzo alcuno.

Se il box non dispone di molto spazio meglio dotarsi di carrello per movimentazione veicoli, che permette di spostare a mano la vettura in tutte le direzioni. Sempre per riporre gli pneumatici per l’inverno, meglio avere una base per movimentazione ruote, che grazie alle ruote girevoli permette di posizionare i pneumatici impilati in orizzontale e spostarli nei vari angoli del box.

Cambio gomme Beta

Per velocizzare l’operazione è utile avere pronti una coppia di cavalletti per sostenere l’auto mentre si smontano glii pneumatici. Inoltre per stringere i dadi alla coppia di serraggio prevista dal produttore è meglio dotarsi di chiave dinamometrica a lettura elettronica. Essa assicura, dopo aver avvitato i dadi con l’avvitatore, di fornire la giusta coppia per garantire un corretto serraggio degli stessi, come prescritto dalla casa madre.

E per l’officina autorizzata o il gommista, quali strumenti è bene usare?

Come dicevamo in apertura Beta offre soluzioni “casalinghe” per il fai da te, ma anche prodotti personalizzati per ogni officina o gommista professionisti. In aggiunta agli strumenti precedenti ecco cosa potrebbe tornare utile a chi passa l’intera giornata a effettuare queste operazione di cambio pneumatici sulle vetture.

Sicuramente movimentare parecchie gomme al giorno non è consigliabile per lo sforzo fisico, pertanto occorre dotarsi di carrello trasporta pneumatici. Per svitare ogni tipo di dado, anche quelli non ordinari occorrono inserti corretti, come ad esempio la chiave a bussola con inserto polimerico per vite ruota con profilo Mercedes, ma troviamo anche altre marche. Inoltre visto che l’operazione va ripetuta diverse volte al giorno meglio non usare l’avvitatore a batteria precedente, ma occorre puntare sull’aria compressa, sempre presente nelle officine, ecco quindi un avvitatore Reversibile in materiale composito per ridurne peso e ingombro.

Per programmare i sensori di pressione gomme, potrebbe tornare comodo lo strumento per sensore di pressione pneumatici. Esso include oltre 50 marche di veicoli, una programmazione per sensori universali, oltre ad 1° anno di aggiornamenti incluso.

 

Dì la tua

c1 jcc+

Citroen C1 JCC+: ordinabile in Italia la serie speciale

Toyota C-HR

Promozioni Toyota C-HR giugno 2020: Hybrid Bonus su qualunque usato