lunedì, 22 ottobre 2018 - 22:54
Home / Notizie / Motorsport / Campionato Formula E: gara di Putrajaya

Campionato Formula E: gara di Putrajaya

Tempo di lettura: 2 minuti.

Rimonte spettacolari, lotte agguerrite e animazioni affollate hanno ritmato la gara di Putrajaya. La seconda corsa della storia del Campionato FIA Formula E ha confermato l’entusiasmo crescente per questa nuova categoria sportiva. I piloti delle Spark-Renault SRT01_E hanno assicurato, ancora una volta, uno spettacolo di altissima qualità.

Dopo il successo della gara inaugurale del Campionato FIA Formula E a Pechino a settembre scorso, tutte le scuderie ed i partner coinvolti puntavano ad una conferma a Putrajaya.

Impegnate fin dalla genesi del progetto, le équipe di Renault Sport non si sono sedute sugli allori. La loro ricerca continua di un’affidabilità assoluta, una sicurezza massima ed un’architettura ottimizzata, le ha portate a rafforzare l’installazione del cambio per rispondere meglio alle sfide della capitale amministrativa della Malesia.
Missione raggiunta, poiché le Spark-Renault SRT01_E non hanno avuto problemi tecnici durante questa seconda gara di Formula E della storia. Inoltre, le monoposto si sono dimostrate ancora una volta robuste e sicure, come possono testimoniare i concorrenti che si sono sfidati sul tracciato urbano di Putrajaya. D’altronde, le caratteristiche del circuito hanno consentito ai piloti di distinguersi durante i 31 giri della gara, per una lotta accanita ed incredibili rimonte.

Prima della partenza, al pubblico entusiasta è stato offerto uno show elettrico inedito, che ha evidenziato le performance della gamma Renault ZE. Durante la giornata, in molti hanno provato i modelli emblematici della gamma, ZOE e Twizy, all’interno dell’ eVillage.

Nicolas Prost (e.dams Renault) ha ceduto la sua pole position a Oriol Servia (Dragon Racing) a seguito della sua penalità presa a Pechino. Al quinto giro, Sam Bird (Virgin Racing) superava il Catalano e dominava fino al suo cambio di monoposto. Terzo della Formula Renault 3.5 Series nel 2012, il Britannico tornava al comando a quattro giri dalla fine superando Daniel Abt (Audi Sport ABT) che adottava una strategia diversa. Sam Bird si imponeva alla fine davanti a Lucas di Grassi (Audi Sport ABT) e Sébastien Buemi (e.dams-Renault), entrambi risaliti dal fondo della griglia di partenza.
Il Brasiliano rimane in testa al Campionato prima della gara di Punta del Este, in Uruguay, che si disputerà il prossimo 13 dicembre.

Kuan Kim Luen, Presidente-Direttore Generale di TC Euro Cars, unico importatore di Renault in Malesia: «I veicoli elettrici giocano un ruolo chiave nello sviluppo di Renault in Malesia. Lo spettacolo di oggi ci rende fieri e ci ispira fiducia nel futuro. Non solo, abbiamo assistito ad una gara molto avvincente, ma anche ad un’ottima performance delle e.dams-Renault che si classificano terza e quarta!
Renault, che è anche impegnata in un programma di car-sharing, era presente anche con una flotta di ZOE e di Twizy a disposizione del pubblico per delle sessioni di prova, senza dimenticare il Renault Electric Show. Senza dubbio una giornata fantastica per Renault, sia in pista che fuori! »

CLASSIFICA
1. Sam Bird (Virgin Racing) 31 giri
2. Lucas di Grassi (Audi Sport ABT) +4”175
3. Sébastien Buemi (e.dams-Renault) +5”739
4. Nicolas Prost (e.dams-Renault) +9”552
5. Jérôme d’Ambrosio (Dragon Racing) +13”722
6. Karun Chandhok (Mahindra Racing) +17”158
7. Oriol Servia (Dragon Racing) +18”621
8. Antonio Félix de Costa (Amlin Aguri) +19”926
9. Jaime Alguersuari (Virgin Racing) +20”053
10. Daniel Abt (Audi Sport ABT) +45”663
Miglior giro: Jaime Alguersuari (Virgin Racing) 1’24”429

CAMPIONATO
PILOTI
1. Lucas di Grassi (Audi Sport ABT), 43 punti
2. Sam Bird (Virgin Racing), 40
3. Franck Montagny (Andretti), 18
4. Nicolas Prost (e.dams-Renault), 18
5. Jérôme d’Ambrosio (Dragon Racing), 18
6. Karun Chandhok (Mahindra Racing), 18
7. Sébastien Buemi (e.dams-Renault), 15
8. Charles Pic (Andretti), 12
9. Oriol Servia (Dragon Racing), 12
10. Nelson Piquet Jr (China Racing), 4

TEAM
1. Audi Sport ABT, 45 points
2. Virgin Racing, 44
3. e.dams-Renault, 33
4. Andretti, 30
5. Dragon Racing, 30
6. Mahindra Racing, 18
7. Amlin Aguri, 6
8. China Racing, 4
9. Venturi, 2
10. Trulli, 0

 

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

ultima di schumacher in rosso

GP Interlagos 2006: l’ ultima di Schumacher in rosso

Tempo di anniversari. Se la meritata vittoria di Raikkonen ad Austin è arrivata esattamente undici …

something