lunedì, 6 Luglio 2020 - 22:18
Home / Notizie / Tuning e prodotti / Carglass consiglia cosa fare quando il freddo diventa nemico del vostro parabrezza
carglass

Carglass consiglia cosa fare quando il freddo diventa nemico del vostro parabrezza

Tempo di lettura: 2 minuti.

Sull’Italia cade la neve e a questo si sommano le forte escursioni termiche che da sempre sono uno dei mali peggiori per chi si trova costretto a parcheggiare la propria auto al di fuori di un posto coperto. Oltre ad essere determinanti per gli aspetti meccanici della vettura, il freddo invernale è nemico numero uno del vostro parabrezza, come ci aiuta a capire Carglass.

In primis, le forti escursioni termiche tendono a far cristalizzare i liquidi lungo le spaccature dei manti stradali, con la conseguenza che è molto più facile incappare in detriti sollevati da altri veicoli sul vostro parabrezza.
Anche lo sbalzo di temperatura non fa bene ai vetri dell’auto: se si è già in presenza di una scheggiatura, con l’escursione termica improvvisa generata dal riscaldamento della vettura impostato al massimo, il danno potrebbe trasformarsi in pochi istanti in una crepa, costringendoci a sostituire un parabrezza che avremmo potuto riparare, anche gratuitamente se si è coperti dalla polizza cristalli.

Con il procedere dell’inverno Carglass invita tutti gli automobilisti ad effettuare un check-up gratuito dei cristalli della vostra auto. Il controllo richiede pochi minuti e l’eventuale riparazione circa 30 minuti, con il parabrezza portato al suo stato iniziale e soprattutto garantito a vita. Poiché la prevenzione non conosce compromessi e “mezze misure”, Carglass offre il check-up gratuito dei cristalli anche per le flotte aziendali, i veicoli commerciali, i mezzi pesanti e i bus.

Le 4 regole di Carglass per la salvaguardia del vostro parabrezza

  1. Non utilizzare mai il sale per liberare il vetro dal ghiaccio: oltre a graffiare il parabrezza, il sale può attaccare e corrodere lo strato interno del vetro in caso di crepa o scheggiatura.
  2. Non tentare di rompere lo strato di ghiaccio con oggetti appuntiti o spigolosi: un comportamento di questo tipo comporta la possibilità di danneggiare il vetro. È bene attendere che il parabrezza sia parzialmente scongelato e poi raschiare il ghiaccio con una spatola di plastica. È possibile utilizzare spray chimici per lo sbrinamento purché non siano presenti scheggiature o crepe nel parabrezza.
  3. Non utilizzare tergicristalli danneggiati: durante l’autunno e l’inverno i tergicristalli fanno gli straordinari! Un tergicristallo logorato potrebbe danneggiare il parabrezza. Nei centri Carglass è possibile effettuarne il check up gratuito e, se è il caso, effettuare la loro sostituzione, raccomandata in ogni caso almeno 1 volta all’anno.
  4. Non generare shock termici improvvisi: se già in presenza di una scheggiatura sul vetro, con le temperature esterne molto fredde, è buona norma evitare di dirigere aria calda esclusivamente sul parabrezza e azionare le ventole ad alta velocità immediatamente appena entrati in auto. È dunque importante riscaldare il vetro lentamente evitando getti diretti di aria molto calda. Inoltre, è bene ricordare di non versare acqua calda o bollente sul parabrezza, qualora, con le basse temperature notturne, ci si ritrovi con il parabrezza congelato

Inoltre, da qualche mese, gli automobilisti italiani possono recarsi nei centri Carglass anche per riparare qualsiasi genere di danno alla carrozzeria della vettura potendo contare sull’intervento di carrozzieri esperti, tecnologie all’avanguardia e rapidità del servizio. Se volete procedere con il check-up, su questo sito potete trovare tutte le officine autorizzate o sentire comodamente il numero verde 800 36 0036.

Autore: Redazione Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

sound 488 pista novitec

Ferrari 488 Pista Novitec: il sound del V8 modificato è brutale [VIDEO]

Sound 488 Pista Novitec: grazie al tuning adoperato dai tecnici specializzati dell’azienda tedesca, dal V8 …