in

Carrera Cup Italia 2015: Ledogar vince Gara 1 ma con penalità, classifica finale congelata

Foto di Alex Galli
Tempo di lettura: 5 minuti

Côme Ledogar (Tsunami RT) ha vinto Gara 1 della Carrera Cup Italia che ha aperto la stagione 2015 a Monza.

Il francese sul traguardo ha preceduto Riccardo Agostini (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino) di 451 millesimi, ma il risultato è sub judice perché sulla classifica pende un appello presentato dal team Tsunami RT a seguito di una penalizzazione di 1” notificata dai commissari sportivi nel dopo gara. Côme era stato retrocesso al secondo posto per non aver ceduto la posizione all’italiano dopo il taglio di chicane alla prima curva subito dopo la partenza, ma il ricorso dello Tsunami RT, giunto a tarda serata, ha congelato la classifica di una gara che è stata tiratissima nella quale il francese è stato abile a controllare il ritorno del padovano sotto la bandiera a scacchi dopo essere scattato dalla pole position.

Alle spalle dei giovani guerrieri si è inserito Gian Luca Giraudi (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino), l’unico che ha cercato di reggere il ritmo indiavolato dei primi due: il torinese è stato attento a non farsi coinvolgere nelle ripetute mischie che si sono create intorno a lui e alla fine è stato premiato con un meritatissimo podio. Fra le sorprese della giornata è giusto inserire Andrea Fontana (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma): il bellunese, anche lui alla prima uscita nel monomarca riservato alle 911 GT3 Cup, partito nono è risalito fino al quarto posto con una condotta di gara esemplare, anche se il distacco di oltre mezzo minuto dal vincitore dimostra che deve ancora lavorare sulla messa a punto della propria vettura.

Monza PODIO GARA1 1

Toccherà a Olexsandr Gaidai, compagno di squadra di Côme Ledogar, partire dalla pole position in Gara 2 oggi all’ora di pranzo: l’ucraino dello Tsunami RT è stato arcigno nel cercare la posizione che valesse lo start al palo con l’inversione della griglia dei primi sei. Consistente la rimonta di Stefano Colombo (LEM Racing – Centri Porsche di Milano). Il giovane di Borgomanero partito in ultima fila ha colto un brillante settimo posto nonostante un testacoda.

Dietro al piemontese due stranieri dello Scholarship Programme, il finlandese Aku Pellinen (LEM Racing – Centri Porsche di Milano) e il nipponico Takashi Kasai (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova). Può recriminare Da Sheng Zhang (LEM Racing – Centri Porsche di Milano) risalito fino al quinto posto: poi il cinese è stato centrato da Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport – Centro Porsche Latina). Lo jesino ha accusato ancora un problema in frenata come nelle libere e in qualifica, ma il collegio dei commissari sportivi gli ha comminato una penalizzazione di cinque posizioni da scontare in Gara 2. Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna), il 16enne romagnolo, dopo un avvio lento, da quarto è finito undicesimo al primo giro, ha rovinato con un testacoda alla Prima Variante una bella rimonta.

In Michelin Cup Alberto De Amicis (Ebimotors – Centro Porsche Verona) si aggiudica il primo successo nella classifica riservata ai gentleman driver dopo una gara controversa. Il pilota di Cortona, dopo una partenza perfetta che lo ha portato dal sesto al quarto posto, è stato protagonista di qualche errore (un testacoda e alcuni contatti) dettati dall’eccessiva aggressività. Precipitato al nono posto assoluto è poi risalito fino alla quinta posizione finale, grazie alla quale scatterà in prima fila nello schieramento di Gara 2.

Niccolò Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) ha ottenuto molto più di quanto sperasse al debutto nella Carrera Cup Italia: il farmacista di Borgo San Lorenzo è salito sul podio al debutto con la 911 GT3 Cup. Dopo uno start concitato (ha infatti colpito Angelo Proietti dopo essere stato tamponato da dietro e ha costretto il romano al ritiro nel primo giro), il toscano si è reso autore di una bella progressione conclusa al decimo posto assoluto. La terza piazza è stata appannaggio di un deluso Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena): il bresciano, oltre ad ambire al successo nella Michelin Cup, stava costruendo un piazzamento che poteva valere la pole di Gara 2, mentre il testacoda alla Prima Variante dopo l’ennesino corpo a corpo con Alberto De Amicis lo ha portato in dodicesima posizione a due giri dalla fine della gara. Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) questa volta è rimasto fuori da giochi, ma ha controllato il debuttante Sergio Negroni (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) e Pietro Negra (Ebimotors – Centro Porsche Como).

Monza DEAMICIS 1

Round 2 si disputa oggi, domenica 31 Maggio, alle ore 12,10 sulla distanza di 28 minuti + 1 giro: la gara sarà trasmessa (a partire dalle ore 12,00) in diretta televisiva da DMAX, l’emittente di Discovery Italia visibile sul canale 52 del digitale terrestre e sulla piattaforma di Sky sul canale 136 e 137 (+1) e TivùSat sul canale 28, mentre sarà visibile streaming on line su www.carreracupitalia.it .

Il commento sarà come sempre di Guido Schittone coadiuvato da Matteo Bobbi in cabina mentre ci saranno gli approfondimenti di Mauro Gentile dalla pit lane. Aggiornamenti in diretta saranno previsti anche sul sito di Eurosport (https://it.eurosport.yahoo.com ), insieme a DMAX uno dei 14 canali del Gruppo Discovery.

Come ogni anno, gli appassionati potranno seguirci anche su Twitter con gli account @auto_app, @carreracupitaly e gli hastag #CarreraCup_IT e #venividivici.

La classifica di Gara 1: 1. Côme Ledogar (Tsunami RT) 16 giri in 30’10“876 alla media di 184,262 km/h; 2. Riccardo Agostini (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) a 0”451; 3. Gian Luca Giraudi (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino) a 9”077; 4. Andrea Fontana (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) a 31”214; 5. Alberto De Amicis (Ebimotors – Centro Porsche Verona) a 32”164; 6. Oleksandr Gaidai (Tsunami RT) a 32”273; 7. Stefano Colombo (LEM Racing – Centri Porsche di Milano) a 32”809; 8. Aku Pellinen (LEM Racing – Centri Porsche di Milano) a 37”342; 9. Takashi Kasai (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) a 41”465; 10. Niccolò Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) a 44”734; 11. Da Sheng Zhang (LEM Racing – Centri Porsche di Milano) a 45”038; 12. Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 45”382; 13. Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 45”483; 14. Hans-Peter Koller (TAMRacing) 49”072; 15. Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) a 49”948; 16. Sergio Negroni (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) a 1’02”943; 17. Pietro Negra (Ebimotors – Centro Porsche Como) a 1’21”597; 18. Walter Ben (LEM Racing) a 1’40”373.

Giro più veloce: l’8. di Agostini in 1’52“739 alla media di 184,983 km/h.

Le classifiche

Assoluta: 1. Ledogar punti 22, 2. Agostini 16; Giraudi 12; 4. Fontana 10; 5. De Amicis 8; 6. Gaidai 6; 7. Colombo 4; 8. Pellinen 3; 9. Kasai 2; 10. Mercatali 1.

Michelin Cup: 1. De Amicis punti 10; 2. Mercatali 6; 3. De Giacomi 4; 4. Cassarà 3; 5. Negroni 2; 6. Negra 1.

Team: 1. Tsunami RT 20; 2. Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova 15; 3. Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino 12; 4. Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma 10; 5. Ebimotors – Centri Porsche Como e Verona 8; 6. LEM Racing – Centri Porsche di Milano; 7. Dinamici Motorsport – Centri Porsche Bologna, Mantova e Modena 1.

Le statistiche:

Vittorie: Ledogar 1
Pole Position: Ledogar 1
Giri più veloce: Agostini 1

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

CITE 2015, Monza: Valentina Albanese si aggiudica gara 1

Foto di Alex Galli

Intervista a Mattia Drudi, giovane promessa della Porsche Carrera Cup Italia