venerdì, 18 Settembre 2020 - 19:26
Home / Notizie / Motorsport / Carrera Cup Italia 2016: Ledogar si laurea il Campione al Mugello

Carrera Cup Italia 2016: Ledogar si laurea il Campione al Mugello

Tempo di lettura: 4 minuti.

La Carrera Cup Italia, giunta al Mugello questo fine settimana per il settimo ed ultimo appuntamento della stagione 2016, ha proclamato il vincitore dell’edizione del decennale: Cóme Ledogar.

Il pilota lionese, con sette vittorie quest’anno al proprio attivo nella serie riservata alle 911 GT3 Cup, si è laureato Campione nella prima delle due gare sprint che si sono disputate oggi e nella quale gli è stato sufficiente il secondo posto per mettere matematicamente il titolo in tasca.

Gara 1 ha anche regalato la prima vittoria a Mikael Grenier, autore di un’ottima condotta in cui il team Tsunami RT – Centro Porsche Padova ha potuto celebrare una bella doppietta. Sempre nella “sprint race” della mattina ad attestarsi terzo è stato Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena), che dopo essere partito dalla pole conquistata nella giornata di ieri, ha lamentato problemi di setup sulla sua vettura che non gli hanno permesso di essere competitivo al cento per cento.

Avvincente il duello per la quarta posizione, con continui sorpassi che alla fine hanno dato ragione al varesino Alessio Rovera (Ebimotors – Centro Porsche Verona), abile nel risalire dal settimo piazzamento iniziale. Positivo anche il debutto di Ronnie Valori, anche lui al volante di una vettura schierata dalla squadra guidata da Enrico Borghi (Ebimotors – Centro Porsche Firenze), quinto proprio alle spalle di Rovera. A terminare sesto è stato invece Simone Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano), il quale a sua volta ha preceduto il romano Daniele Di Amato (Dinamic Motorsport), scivolato indietro a metà gara a seguito di un “lungo” quando era quarto.

Nella seconda gara, Drudi ha tenuto dietro il neocampione Ledogar, conquistando l’ottava affermazione stagionale, mentre va evidenziata la performance di un altro giovane proveniente dalla fucina dello Scholarship Programme: Simone Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano), terzo al termine di una corsa senza sbavature. A terminare la gara a ridosso del podio è stato ancora una volta Rovera, leggermente in difficoltà in questa prima parte di weekend. Bene Gianmarco Quaresmini, quinto alla sua prima uscita con i colori del team Dinamic Motorsport, il quale ha preceduto il suo compagno di squadra Alex De Giacomi, primo in entrambe le manche della Michelin Cup in cui detiene il primato. Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma), secondo di classe questo pomeriggio davanti a Stefano Zanini (Dinamic – Centro Porsche Bologna), ha ancora la possibilità di ambire al titolo dedicato ai gentlemen driver Porsche.

Poca fortuna ancora una volta per Di Amato, secondo nella prima parte della gara, vittima successivamente di una foratura che lo ha costretto a rientrare in pit-lane, per poi chiudere decimo davanti a Francesca Linossi (Dinamic – Centro Porsche Brescia), prima donna a gareggiare nella Carrera Cup Italia.

Va ricordato inoltre che la classifica della Carrera Cup Italia non è più sub iudice, poiché è stato accolto l’appello avanzato dal team Dinamic Motorsport dopo le qualifiche di Vallelunga.

Oggi va in scena Gara 3 (45’ più un giro da completare) che prenderà il via alle ore 12.50 con partenza lanciata. La mini-endurance sarà proposta in diretta sull’emittente televisiva DMAX, canale 52 del Digitale Terrestre e sulla piattaforma di Sky sul canale 136 e 137 (+1). Lo streaming live online invece sarà su www.carreracupitalia.it, con Il commento di Guido Schittone e Matteo Bobbi, mentre gli approfondimenti dalla griglia di partenza e dalla pit lane arriveranno da Mauro Gentile.

Gli amanti dei social potranno seguirci anche su Twitter con gli account @auto_app, @carreracupitaly e l’hashtag #venividivici. Mentre chi vuole rivivere le emozioni delle gare della serie tricolore trova i video on demand su YouTube accedendo a Porsche Carrera Cup Italia Channel.

La Classifica di Gara 1

1.Mikael Grenier (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) 13 giri in 28’28”282 alla media di 143.691 Km/h; 2. Come Ledogar (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 0”615; 3. Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 2”752; 4. Alessio Rovera (Ebimotors – Centro Porsche Verona) a 15”004; 5. Ronnie Valori (Ebimotors – Centro Porsche Firenze) a 18”376; 6. Simone Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 26”611; 7. Daniele Di Amato (Dinamic Motorsport) a 27”946; 8. Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport) a 47”148; 9. Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) a 47”587; 10. Stefano Zanini (Dinamic – Centro Porsche Bologna) a 1’26”705; 11. Edoardo Liberati (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) a 2 giri; 12. Gianmarco Quaresmini (Dinamic Motorsport) a 2 giri.

Giro più veloce il 4. di Ledogar in 2’09”522 alla media di 145,782 Km/h.

La Classifica di Gara 2

1. Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) 15 giri in 28’26”659 alla media di 165. 955 Km/h; 2. Come Ledogar (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 0”652; 3. Simone Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 9”279; 4. Alessio Rovera (Ebimotors – Centro Porsche Verona) a 14”268; 5. Gianmarco Quaresmini (Dinamic Motorsport) a 25”412; 6. Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport) a 44”279; 7. Oleksandr Gaidai (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 44”370; 8. Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) a 46”474; 9. Ronnie Valori (Ebimotors – Centro Porsche Firenze) a 46”665; 10. Daniele Di Amato (Dinamic Motorsport) a 1’03”797; 11. Francesca Linossi (Dinamic – Centro Porsche Brescia) a 1’16”474; 12. Stefano Zanini (Dinamic – Centro Porsche Bologna) a 1’18”175; 13. Walter Ben (Dinamic – Centro Porsche Varese) a 1 giro

Giro più veloce il 6. di Ledogar in 1’52”932 alla media di 167.197 Km/h.

Le classifiche

Assoluta: 1. Ledogar 227 punti, 2. Rovera 183; 3. Drudi 182; 4. Grenier 131; 5. Fulgenzi 124; 6. Di Amato 110; 7. Iaquinta 103; 8. Gaidai 102; 9. Scalvini 91; 10. De Giacomi 77; 11. Quaresmini 72; 12. Cassarà 62; 13. Giovesi 58; 14. Zanini 50; 15. Cairoli 43; 16. Pellegrini 32; 17. Liberati 28; 18. Koller 26; 19. Selva 25; 20. Torta 24; 21. Ben 20; 22. Solieri 16; 23. Giraudi 14; 24. Valori 6.

Michelin Cup: 1. De Giacomi 134 punti; 2. Cassarà 125; 3. Zanini 106; 4. Pellegrini 72; 5. Ben 64; 6. Selva 55; 7. Solieri 23; 8. Minetti 7.

Team: 1. Dinamic Motorsport 298 punti; 2. Tsunami RT 288; 3. Ebimotors 250; 4. Ghinzani Arco Motorsport 179,5; 5. TAM Racing 94; 6. Dinamic 65.

Le statistiche

Vittorie: Ledogar 7, Drudi 8, Cairoli 3, Rovera e Grenier 1

Pole position: Drudi 6, Ledogar 5, Cairoli 2, Giraudi 1

Giro più veloce: Ledogar 10, Drudi 6, Cairoli 3, Giraudi 1

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

esuberi ferrari

Ferrari e budget cap: 300 dipendenti sarebbero a rischio esubero

Che non tiri una bella aria a Maranello, specie dopo le recenti dichiarazioni di Camilleri …