mercoledì, 26 luglio 2017 - 16:30
Home / Notizie / Motorsport / Carrera Cup Italia 2017 al Mugello: gara1 a Pera e gara 2 a Rovera, il duello continua
Carrera Cup Italia 2017 al Mugello

Carrera Cup Italia 2017 al Mugello: gara1 a Pera e gara 2 a Rovera, il duello continua

Tempo di lettura: 4 minuti

Lo spettacolo della Carrera Cup Italia è continuato anche nel quarto round stagionale al Mugello.

Dopo le emozioni forti di gara 1 sabato, nell’appuntamento domenicale tocca ad Alessio Rovera (Tsunami RT) festeggiare un successo per lui molto importante che lo tiene in piena corsa per il campionato.

Il 22enne varesino di Tsunami RT – Centro Porsche Padova ha infatti accorciato le distanze dal leader Riccardo Pera dopo che il vincitore di gara 1, primo al traguardo anche nella corsa domenicale, è stato penalizzato nel dopogara per un sorpasso effettuato nei primi giri in regime di bandiere gialle.

Pera, il 18enne lucchese di Ebimotors – Centro Porsche Verona, ha rimontato dalla sesta posizione di partenza fino a raggiungere la testa proprio ai danni di Rovera, ma la penalty di 5 secondi rimediata per l’irregolarità lo ha retrocesso in terza posizione. Mentre Rovera è stato promosso vincitore, a sua volta Gianmarco Quaresmini, autore di una rimonta-show dalle retrovie, da terzo è stato classificato secondo.

Un risultato che riscatta lo sfortunato ritiro di gara 1 sabato per il 21enne bresciano di Dinamic Motorsport – Centro Porche Bologna, che dopo la pole position conquistata era stato toccato da Enrico Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) lasciando via libera alla vittoria di Pera.

Le emozioni sono dunque infinite in questa Carrera Cup Italia 2017, che ha confermato livelli di agonismo notevoli fra i vari contendenti che non si sono mai risparmiati nelle sfide sui saliscendo toscani, uno dei tracciati più impegnativi, veloci e tecnici in assoluto. Altre rimonte hanno, infatti, animato una gara 2 da cineteca. Scattato 14°, Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano) ha lottato fino all’ultimo per il podio riuscendo a sopravanzare Daniele Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) per la quarta piazza. Jonathan Giacon, invece, al primo weekend con il team Tsunami RT, dalla 15^ posizione sulla griglia ha concluso 6°, precedendo i grandi protagonisti della Michelin Cup.

Anche per la categoria dei gentlemen drivers è stata una gara 2 vissuta su una rimonta super dalla 18^ casella della griglia di partenza. L’autore è lo svizzero Ivan Jacoma (Ghinzani Arco Motorsport), che, settimo assoluto, si è aggiudicato la vittoria della Michelin Cup dopo un ruota a ruota mozzafiato e continuo con Niccolò Mercatali. Il toscano di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna scattava dalla pole position in gara 2 per effetto della griglia invertita rispetto all’arrivo di gara 1 (dove si era classificato sesto assoluto) e, dopo non aver ostacolato i piloti Pro e aver resistito invece al rivale diretto Jacoma, ha preceduto Stefano Zanini, nono assoluto e di nuovo sul podio in Michelin Cup con la 911 GT3 Cup di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena. Con questo successo Jacoma ha ritrovato la testa della classifica della categoria, persa invece da Alex De Giacomi. Il bresciano di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova è stato costretto al ritiro a causa di una toccata nel duello con la compagna di squadra Francesca Linossi, la 25enne bresciana che sabato in gara 1 era stata la prima donna al mondo nella storia della Carrera Cup a salire sul podio assoluto (2° posto) del monomarca targato Porsche.

In tutto 19 piloti, in rappresentanza di cinque team, sono scesi in pista per la quarta tappa della Carrera Cup Italia 2017, che ora si prende una pausa estiva per tornare a dare spettacolo fin dall’appuntamento di rientro in programma a Imola in settembre.

Alessio Rovera (1°): “Sono chiaramente contento della vittoria in gara 2 in ottica campionato, aperto e dove ci sarà da dare il massimo fino alla fine. Però dobbiamo ancora risolvere qualcosa a livello di frenata, servirà un test”.

Gianmarco Quaresmini (2°): “Ok, il 2° posto è migliore del 3° e oggi abbiamo fatto una bella rimonta, ma resta chiaramente l’amaro in bocca per quanto successo ieri. In questo weekend avevamo il potenziale giusto per puntare alla vittoria in entrambe le gare. Da ora in poi proprio la vittoria sarà il nostro unico obiettivo”.

Riccardo Pera (3°): “E’ andata così e il podio è comunque positivo, ma essere a +23 anziché a +33 in classifica è una bella differenza. Siamo sempre avanti ma ora dovremo fare molta più attenzione”.

La classifica di gara 2 (domenica)
1. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) 14 giri in 30’04”846 alla media di 146, 465 km/h; 2. Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 2”058; 3. Pera (Ebimotors – Centro Porsche Verona) a 2”680; 4. Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano) a 2”748; 5. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 5”619; 6. Giacon (Tsunami RT) a 12”989; 7. Jacoma (Ghinzani Arco Motorsport) a 13”315; 8. Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 14”982; 9. Zanini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 15”455; 10. Koller (Ghinanzi Arco Motorsport – Centri Porsche Milano) a 15”659; 11. Curti L. (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 15”795; 12. Curti C. (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 19”973; 13. Selva (Ebimotors – Centro Porsche Firenze) a 21”540; 14. Reggiani (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Roma) a 21”914; 15. Minetti (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Roma) a 35”951; 16. Walter Ben (Bonaldi Motorsport) a 39”753.

Giro più veloce: il 13° di Pera in 1’53”376 alla media di 166,543 km/h.

La classifica di gara 1 (sabato)
1. Pera (Ebimotors – Centro Porsche Verona), 14 giri in 33’31”615 alla media di 131,410 km/h; 2. Linossi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 0”264; 3. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 1”624; 4. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 2”226; 5. De Giacomi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) a 2”499; 6. Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 2”690; 7. Zanini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 2”867; 8. Selva (Ebimotors – Centro Porsche Firenze) a 4”246; 9. Curti L. (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 4”375; 10. Curti C. (Tsumani RT – Centro Porsche Padova) a 5”307; 11. Minetti (Ghinzani Arco Motorsprot – Centri Porsche Roma) a 6”125; 12. Walter Ben (Bonaldi Motorsport) a 6”364; 13. Koller (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano) a 7”356; 14. Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano) a 2’02”289; 15. Giacon (Tsunami RT) a 3 giri; 16. Reggiani (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Roma) a 3 giri.

Giro più veloce: l’11° di Pera in 1’54”085 alla media di 165,508 km/h.

Le classifiche di campionato
Assoluta: 1. Pera 123; 2. Rovera 100; 3. Fulgenzi 69; 4. Cazzaniga 56; 5. Quaresmini 54.
Michelin Cup: 1. Jacoma 50 punti; 2. Mercatali 48; 3. De Giacomi 44; 4. Curti L. 34; 5. Zanini 24.
Team: 1. Ebimotors 118 punti; 2. Tsunami RT 97; 3. Dinamic Motorsport 82; 4. Ghinzani Arco Motorsport 81; 5. Bonaldi Motorsport 55.
Calendario Carrera Cup Italia 2017: 29-30 aprile Imola; 3-4 giugno Misano; 24-25 giugno Vallelunga; 15-16 luglio Mugello; 9-10 settembre Imola; 30 settembre-1° ottobre Mugello (Porsche Festival); 21-22 ottobre Monza.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

Montreal

DS Virgin Racing arriva a Montreal sull’onda del successo

Tempo di lettura: 2 minutiSam Bird, dopo le due vittorie di New York, non nasconde le proprie ambizioni: “Vogliamo …