martedì, 23 maggio 2017 - 9:03
Home / Notizie / Curiosità / A Cassino prende vita la collaborazione tra Alfa Romeo e Samsung

A Cassino prende vita la collaborazione tra Alfa Romeo e Samsung

Tempo di lettura: 2 minuti

Nella culla di Stelvio, lo stabilimento di Cassino, sta prendendo vita la collaborazione tra Alfa Romeo e Samsung che punta ad una maggiore efficienza e una migliore qualità del lavoro negli impianti FCA in Italia.

Cassino, la fabbrica della nuova generazione Alfa Romeo

Sorto nel 1972 in prossimità della storica abbazia benedettina, lo stabilimento di FCA a Cassino (Frosinone) ha finora prodotto oltre 7,3 milioni di vetture e si è ingrandito fino a raggiungere gli attuali due milioni di metri quadrati, di cui 530 mila coperti.

A Cassino lavorano 4.300 dipendenti che sono di nuovo entrati a pieno regime con il lancio della nuova Giulia e successivamente di Stelvio. Lo stabilimento rappresenta lo stato dell’arte della capacità produttiva di FCA, grazie all’implementazione e all’allineamento di tutte le migliori tecnologie degli altri stabilimenti FCA nel mondo, aggiornandole per realizzare prodotti unici 100% Made in Italy.

 Alfa Romeo e Samsung per la digitalizzazione 4.0

Alfa Romeo e Samsung

Da quando ha avuto inizio il processo di trasformazione di Fiat Chrysler Automobiles, gli impianti produttivi dell’azienda hanno svolto un ruolo centrale nell’affermazione e nel successo dei diversi marchi del Gruppo. In questo ambito è iniziata la relazione tra FCA e Samsung.

La prima fase del processo di digitalizzazione ha riguardato la massa di informazioni disponibili all’interno delle fabbriche. Sono stati integrati dei dispositivi di visualizzazione – monitor Samsung ad alta luminosità lungo la linea di produzione, eBoard touchscreen in alcuni punti strategici – sui quali viene mostrato l’andamento della produzione stessa. Nel caso di situazioni anomale, vengono generati degli avvisi presi immediatamente in carico.

La seconda fase del progetto di digitalizzazione presenta alcuni aspetti particolarmente interessanti. Innanzitutto, si è trattato di un processo articolato che, partendo da una discussione libera e creativa con i team leader, che hanno la responsabilità di un gruppo di lavoro, ha portato loro stessi a identificare le esigenze e a disegnare personalmente le soluzioni e i dispositivi che avrebbero potuto aiutarli a svolgere al meglio il lavoro. Sono emerse due soluzioni che, integrate tra loro, avrebbero potuto rispondere alle esigenze e alla maggiore efficienza: uno smartphone e uno smartwatch.

Samsung ha messo a disposizione dispositivi tecnologicamente avanzati e una soluzione, Samsung Knox, personalizzabile e in grado di garantire la totale sicurezza dei dati presenti sul terminale. Samsung Knox infatti trasforma un dispositivo in uno smartphone o tablet adatto alle esigenze professionali.

Alfa Romeo e Samsung

La collaborazione tra Alfa Romeo e Samsung ha visto poi l’adozione degli smartwatch prodotti dalla Casa coreana (Samsung Gear S3 Frontier) da destinare al personale di linea, sicuramente uno degli aspetti più innovativi del progetto di digitalizzazione: un dispositivo “indossabile”  è utilizzato all’interno dell’impianto produttivo per snellire i processi, migliorare i flussi e l’ergonomia del lavoro.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

sesto scudetto

Jeep festeggia con la Juventus il sesto scudetto consecutivo

Tempo di lettura: 2 minutiGrande festa ieri a Torino per la conquista del sesto scudetto consecutivo da parte della …