mercoledì, 19 dicembre 2018 - 6:16
Home / Notizie / Motorsport / CIR 2013: 20° Rally Adriatico
Acisport

CIR 2013: 20° Rally Adriatico

Tempo di lettura: 2 minuti.

Sono 71, in totale, le adesioni al 20° Rally dell’Adriatico, in programma il 17 e 18 maggio, prima prova sterrata del Campionato Italiano Rally 2013.
Nel mirino di tutti ci sarà Alex Perico su Peugeot 207 S2000. Il driver bergamasco ha dichiarato di non amare particolarmente questo tipo di fondo e di essere al via solo in virtù della leadership di campionato. Posizione che proveranno ad agguantare sia Giandomenico Basso, vincitore al Ciocco nella gara di apertura e ritirato al 1000 Miglia per incidente, che Umberto Scandola, pilota ufficiale Skoda Italia.

Presenti molti altri piloti in grado di occupare le posizioni di vertice della classifica assoluta: su tutti spiccano i nomi di Stefano Albertini e Mauro Trentin, campione in carica del Trofeo Terra, entrambi su Peugeot 207 S2000. 

Lotta serrata nella classifica dedicata alle due ruote motrici dove a fare da padrone troveremo gli equipaggi del campionato produzione, riservato alle vetture di classe R3. Il favorito sarà Simone Campedelli, molto esperto nella guida sulle strade bianche, quest’anno impegnato anche nel Citroen Top Driver all’interno del campionato del mondo rally.                            Osservato speciale sarà il capoclassifica, Alessandro Bosca, che dovrà cercare di mantenere la posizione e guardarsi da diversi attacchi, come da quelli che arriveranno dal siciliano Andrea Nucita, leader anche del Citroën Racing Trophy.

campedelli arch 12


Il Campione in carica Paolo Andreucci, vincitore a Cingoli lo scorso anno, sarà come al solito il paragone più stimolante per tutti sia tra le due ruote motrici che per la corsa al titolo R2.
Il pilota ufficiale di Peugeot Italia, con la sua nuova 208, cercherà di sfruttare tutta la sua esperienza sui fondi sterrati per portare la “francesina” nei quartieri alti della classifica. A contrastarlo le giovani leve impegnate nel Campionato Italiano Junior: Giacomo Cunial, su Citroën C2, il varesino Andrea Crugnola, leader del trofeo Renault Twingo, il savonese Fabrizio Andolfi Junior ed il piacentino Andrea Carella, su Peugeot 208 R2. 

La prima gara su terra del CIR 2013 sarà contraddistinta da un tocco internazionale: considerando i sammarinesi, saranno sei, gli stranieri al via. Tra essi spicca il nome del 18enne sudafricano Henk Lategan pilota ufficiale del team Sasol Volkswagen con la Polo S2000 nel Campionato Nazionale del suo Paese, dove di recente ha conquistato il quarto posto assoluto al South Africa Rally. Sarà in Italia per provare la Skoda Fabia S2000 che gli verrà consegnata in occasione di questa gara. 

Ai motivi sportivi, il 20° Rally Adriatico accosterà la novità della partenza da Osimo, con l’introduzione della Prova Speciale “Spettacolo” prevista nella Zona Industriale, in programma per la serata di venerdì 17 maggio, gestita in concerto con la Auximon Racing e con il forte contributo dell’Amministrazione Comunale.                                                                                             La “piesse” spettacolo sarà trasmessa in diretta da RAI Sport 2 con inizio del collegamento previsto per le ore 22.10. Il tratto cronometrato, di 3,300 Km. totali sarà completamente coperto dalle telecamere di AciSport e la telecronaca, come consuetudine, sarà di Lorenzo Leonarduzzi, che si avvarrà del commento tecnico di Andrea Nicoli.

Il percorso del sabato si svilupperà poi nei luoghi già toccati nel recente passato, con altre tre prove speciali da ripetere altrettante volte. Saranno la “Castelletta” (Km. 11,970), la “Castel Sant’Angelo” (Km. 18,290) e la “Colli del Verdicchio” (Km. 9,120) per vedere sventolare la bandiera a scacchi a Cingoli.

Autore: CIR 2013: 20° Rally Adriatico

Potrebbe interessarti

Formula E

BMW vince e convince ma DS Techeetah è in testa alla Formula E

Dominatrice dei test pre-stagionali, BMW esce a testa alta dalla prima gara della quinta stagione …