in

Circolazione Diesel Euro 4: a Torino sono scattati i divieti, ma non tutti sono d’accordo

diesel inquinamento auto
Tempo di lettura: 2 minuti

Con una nota pubblicata sul sito del Comune di Torino si rendono effettivi gli attesi blocchi alla circolazione dei Diesel Euro 4, già paventati a novembre ma poi rimandati a causa della pandemia, nel quale siamo ancora tutti coinvolti. Da oggi, lunedì 4 gennaio, scattano quindi le misure di contenimento alla circolazione delle auto spinte da un motore a gasolio e classificate come Euro 4.

Le deroghe attese non sono arrivate, dai laboratori di analisi dell’aria il messaggio è chiaro: c’è troppo inquinamento. Ci permettiamo di pensare che, con una buona fetta della popolazione costretta a casa dai vari divieti imposti dai recenti dpcm, se la causa non sia da ricercare (anche) altrove…

Il quotidiano torinese La Stampa stima circa 250.000 veicoli convoilti dall’ordinanza che bloccherà la circolazione dei Diesel Euro 4 dal lunedì al venerdì (dalle 8:00 alle 19:00) lasciando uno spiraglio per muoversi nei weekend (aree rosse o arancioni permettendo).

Non potranno più muoversi in queste fasce orarie non solo i Diesel Euro 4 bensì anche i benzina, GPL e metano fino a Euro 0. Tutti questi divieti sono applicati nell’area metropolitana di Torino, quindi capoluogo e i comuni limitrofi.

Sofferto l’appello dei sindaci dei comuni coinvolti che, loro malgrado, non possono neanche alzare la voce con Roma, visto che queste decisioni dipendo da Bruxelles…

Sempre sul sito della Città di Torino, si spiega che: “Sono previste una serie di esenzioni tali da garantire in primo luogo la mobilità al personale sanitario e dell’assistenza che è impegnato nella gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Per questo motivo medici, infermieri, operatori socio-sanitari, operatori assistenziali (compresi i volontari che operano per enti o associazioni che erogano servizi di assistenza), ma anche pazienti e loro accompagnatori che si recano presso strutture sanitarie per terapie, interventi o esami diagnostici, sono esentati dalle limitazioni della circolazione negli spostamenti necessari alla loro attività. Sono compresi in questa lista anche tutti i mezzi dei servizi di soccorso e i veicoli utilizzati per il rifornimento di medicinali e per il trasporto di pasti. Sono inoltre esentati i veicoli degli incaricati dei servizi di pompe funebri e quelli utilizzati per il trasporto di persone che partecipano a cerimonie funebri.”

L’elenco completo di tutte le tipologie di veicoli esentati dai blocchi e la mappa dei percorsi esclusi dalle limitazioni alla circolazione sono disponibili nella sezione dedicata sul sito.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    fusione FCA PSA

    Oggi è il giorno di Stellantis: tutti i numeri della fusione e cosa ci aspetta

    nuova citroen c4

    Nuova Citroen C4 ed e-C4: ecco dove nascono i nuovi modelli