sabato, 23 Febbraio 2019 - 5:24
Home / Notizie / Motorsport / CITE 2015, Imola: debutta la Abarth 695 Assetto Corse Endurance
Autoappassionati

CITE 2015, Imola: debutta la Abarth 695 Assetto Corse Endurance

Tempo di lettura: 2 minuti.

Lo schieramento del Campionato Italiano Turismo Endurance continua a riservare sorprese. A partire dalla prossima tappa, in programma dal 26 al 28 giugno ad Imola per il terzo appuntamento stagionale, farà infatti il suo debutto la nuova Abarth 695 Assetto Corse Endurance.

Nata sulla base della versione Evoluzione 1.4 Turbo da 215 CV già protagonista in pista nell’ambito dei trofei Abarth Selenia Europa e Italia, la 695 Assetto Corse Endurance ne differisce per l’installazione di un serbatoio supplementare ed una nuova distribuzione dei pesi ottimizzata anche attraverso un setup specifico delle sospensioni.

A rendere ancora più ambizioso il progetto è senza dubbio il pilota che la porterà in gara. A sedere al volante sarà infatti Andrea Bertolini, il 41enne modenese pilota e collaudatore Ferrari e Maserati, recente vincitore nella categoria GTE-Am24 della “24 Ore di Le Mans” con la Ferrari 458 Italia del Team SMP Racing e già Campione del Mondo FIA GT1 nel 2010 e 3 volte campione FIA GT (2006, 2008, 2009) sempre al volante di una Maserati MC12.

Il programma 2015 prevede la partecipazione ad alcuni appuntamenti del Campionato Italiano Turismo Endurance e sarà seguita dalla Squadra Corse che ne curerà la messa a punto nelle Officine Abarth di Torino.

La Abarth 695 Assetto Corse Endurance sarà inserita nella Seconda Divisione dove finora sono principali protagoniste la BMW 320 e la Honda Civic Type-R. La Abarth 695 Assetto Corse Endurance dovrà rispettare integralmente il Regolamento Tecnico del Trofeo Abarth 2015 ad eccezione degli pneumatici e del carburante (98 RON) che dovranno essere quelli previsti dal Regolamento del Campionato Italiano Turismo Endurance 2015.

“Venerdì abbiamo provato ad Adria con Andrea ed è andato tutto molto bene. Certo non avevamo raffronti diretti perché non avevamo mai corso lì, ma rispetto ai dati delle gare svolte sullo stesso circuito possiamo essere fiduciosi. Ci interessava solo che tutto funzionasse perfettamente”. Spiega Ermanno Gagliolo, Direttore Sportivo Abarth & C. Spa.

Differenze rispetto al modello impegnato nel trofeo Abarth?

“Nessuna, la macchina è esattamente la stessa. Il serbatoio supplementare comporta una diversa distribuzione dei pesi, ma per il resto non ci sono evoluzioni. L’idea è comunque quella di allestire un kit specifico per questo tipo di gare in modo da offrire una fruibilità diversa della vettura. Vogliamo dare la possibilità ai clienti sportivi di Abarth di utilizzare la 695 anche al di fuori delle gare del Trofeo”.

Anche in questa ottica non è un caso la scelta di Andrea Bertolini.

“Assolutamente. È un pilota e collaudatore del gruppo. È stata una scelta assolutamente naturale per questo nuovo progetto. Per me poi era l’ideale visto che avevamo lavorato insieme ai tempi della Maserati MC12”.

CITE 0001

Autore: Matteo Di Lallo

Potrebbe interessarti

Adler e Alfa Romeo Racing

Adler e Alfa Romeo Racing: insieme per la Formula 1

Il gruppo campano leader nella componentistica automotive ha siglato con Sauber Motorsport un accordo di …