in

Citroen 2CV 007: si celebra l’anniversario e intanto le quotazioni salgono

citroen 2cv 007
Tempo di lettura: 2 minuti

Nel 2020 cadeva l’anniversario, il 40°, della 2CV Charleston, quest’anno è il turno di un’altra serie speciale rimasta nel cuore degli appassionati, la 2C 007. Solitamente associato al noto Marchio premium inglese di Gaydon, nel film “Solo per i tuoi occhi”, protagonisti Roger Moore e Carole Bouquet, fu proprio l’utilitaria francese a rendersi protagonista di un folle inseguimento, e da lì al libro di storia il passo fu molto breve. 

Presentata nel 1981, la Citroen 2CV 007 è stata prodotta in 500 esemplari, da cui ne deriva il grande valore conservato dalle vetture arrivate fino ai giorni nostri. Pensate che ne sono “sopravvissute” solo una decina!

Per meglio riapprezzarne la storia, ecco alcuni aneddoti sulla 2CV 007 che è passata alla storia.

citroen 2cv 007

#1: La 2CV 007 del film era dotata di un allestimento 2CV 6 Club Giallo Mimosa AC 333 con un telaio rinforzato e un motore 4 cilindri. Grazie a un sistema di scarico specifico, era stato possibile mantenere il tipico suono della 2CV. Si riconosce facilmente l’allestimento Club dai due fari anteriori rettangolari e dall’adesivo 2CV 6 Club, chiaramente visibili nella scena dell’inseguimento nel film. 

#2: La serie speciale 2CV 007 fu presentata per la prima volta in Inghilterra, in pochi esemplari con guida a destra, e poi in Francia, in soli 500 esemplari.

#3: La 2CV 007 è una 2CV 6 Spécial di colore giallo con adesivi neri che includono la scritta 007, e il 7 è corredato da una pistola stilizzata, sulle porte, sul cofano e sul portellone del bagagliaio. La vettura veniva consegnata con un sacchetto di adesivi sul cruscotto, che riproducevano i fori dei proiettili di una pistola. Citroen aveva poi fatto attaccare in fabbrica questi adesivi, senza un predefinito posizionamento sulla carrozzeria delle vetture: non ce n’erano dunque due uguali tra loro! Si narra che gli operai li attaccassero nei punti in cui c’era un grumo o una goccia di vernice… pratico! 

#4: Citroen offriva poi ai clienti la possibilità di attaccare da soli questi adesivi sull’auto, il che permetteva a qualsiasi acquirente di 2CV di personalizzare con finti fori di proiettile una 2CV di qualunque colore ed edizione!

citroen 2cv 007

#5: La 2CV 007 è unica perché è la sola 2CV ad aver avuto il color giallo Hélios AC 336 (la Charleston aveva anche alcune parti della carrozzeria colorate in nero). Infatti, quando Citroen inizia la produzione della serie speciale 2CV 007, il giallo Mimosa della 2CV del film era già stato ritirato dal catalogo un anno prima. Il giallo Hélios è leggermente più intenso del giallo Mimosa ma altrettanto spettacolare. L’interno era quello della 2CV Spécial senza alcuna aggiunta. La capote della serie limitata è nera mentre nel film è gialla. L’unica analogia della serie speciale con il modello usato nel film sono i fari rettangolari.

#6: I primi esemplari della serie limitata Citroen 2CV 007 sono stati presentati, insieme agli attori del film, a Place Vendôme a Parigi, nell’ottobre 1981. Come si può notare non ci sono due vetture uguali: nessuna di esse ha i fori dei proiettili nello stesso posto!

#7: Per le riprese del film sono state utilizzate tre 2CV 6. I veicoli subirono molte modifiche (motori, telaio della Ami Super, scarichi, roll bar, …). La meccanica proveniva da una GS, il motore da 1015 cm3 permetteva prestazioni nettamente superiori, ma era stato modificato il suono per imitare il rumore della 2CV. Due vetture sono state usate per le riprese dell’inseguimento, la terza è stata usata solo per le scene interne.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Dacia Sandero GPL

    Dacia Sandero è la compatta più venduta d’Europa: parlano i dati, e sono esemplari

    Mercedes EQE teaser

    Salone di Monaco 2021: le novità da non perdere e di cui sentirete parlare