domenica, 22 luglio 2018 - 14:38
Home / Notizie / Motorsport / Il potenziale della Citroen C3 WRC emerge sul finale del Rally di Montecarlo

Il potenziale della Citroen C3 WRC emerge sul finale del Rally di Montecarlo

Tempo di lettura: 2 minuti.

Iniziato male, malissimo, terminato bene. Così si potrebbe riassumere in poche parole quello che è stato il Rally di Montecarlo per il team Citroen Total Abu Dhabi WRT e le due Citroen C3 WRC +.

Solo nella giornata finale, in concomitanza con l’ultima tappa, Meeke e Breen hanno potuto dimostrare il potenziale della C3 WRC cogliendo rispettivamente la quarta e la nona posizione finale che non ha dimostrato il reale potenziale dell’arma “rossa” del Double Chevron.

Un Rally di Montecarlo che ha confermato al 100% le caratteristiche che lo rendono tutti gli anni l’appuntamento più incerto della stagione. Freddo, neve, asfalto bagnato e asfalto asciutto nella stessa speciale e  soprattutto ghiaccio sono state le insidie che hanno tratto in inganno Meeke nelle due speciali di apertura corse giovedì sera mentre su Montecarlo calava il buio della sera.

Da quel momento è stato un rincorrere le posizioni di vertice con Breen attardato da un guaio ai freni all’inizio della prima tappa. Tirando le somme il pilota di punta Kris Meeke ha dimostrato solidità, resistendo al ritorno di avversari molto decisi, e conquistando il quarto posto conclusivo, con il miglior tempo assoluto nella Power Stage finale.

Kris Meeke: “È stata l’edizione del Montecarlo più dura che mi sia mai capitata. Abbiamo visto di tutto: ghiaccio vivo con i pneumatici slick giovedì sera, pioggia venerdì, neve sabato e ghiaccio sul Col de Turini ieri. Mi sorprende essere riuscito a concludere il rally con diciassette punti in tasca, ma li prendo volentieri! Dobbiamo restare concentrati e proseguire gli sforzi per migliorare.”

Citroen C3 WRC
Citroen C3 WRC+

Craig Breen: “Il week end è iniziato in modo difficile, con l’errore di giovedì sera. Poi le cose non sono andate come previsto con il problema ai freni di venerdì, che ci ha relegato al ruolo di apripista sabato. Ma ci siamo fatti valere in più occasioni, anche domenica su asciutto. Ora dobbiamo continuare a lavorare nelle condizioni più variabili, che hanno caratterizzato questo Montecarlo.

Dopo il primo appuntamento del mondiale in classifica piloti comanda Ogier con 26 punti mentre Meeke è quarto con 17. Tra i costruttori terzo posto per Citroen davanti a Hyundai mentre in fronte, a parimerito, Ford e Toyota che ha piazzato tre macchine nei primi quattro posti.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Rally di Roma Capitale

Rally di Roma Capitale: dopo lo spavento di Andreucci, Campedelli è il favorito

Tempo di lettura: 2 minuti. Il Campionato Italiano Rally, dopo la parentesi su terra del San Marino Rally di fine …

something