in

Citroën Italia sostiene le persone colpite dall’alluvione in Sardegna

Tempo di lettura: < 1 minuto

Il 18 Novembre il ciclone Cleopatra ha colpito in modo particolare Olbia, con 2.000 persone evacuate e 9 vittime, un’immagine tragica che ha visto cancellati strade, ponti, abitazioni, infrastrutture pubbliche, scuole e asili. Dopo la fase dell’emergenza, però, è già iniziata la fase della ricostruzione.

Citroën Italia ha deciso, anche per quest’anno, di celebrare un Natale all’insegna della solidarietà concreta devolvendo 20.000 euro per la ricostruzione dell’Asilo nido di via Lupacciolu che ospiterà 52 bambini dai 3 mesi ai 3 anni. Tale iniziativa è stata concordata su segnalazione dell’amministrazione comunale olbiese.

L’asilo di Via Lupacciolu era stato aperto a giugno 2013 e doveva essere inaugurato a fine novembre. A seguito dell’alluvione sono stati fortemente danneggiati gli impianti termici e parte degli arredi; devastate le aree verdi che circondano lo stabile, crollato un muro di confine.

La referente educatrice dell’asilo Antonella Cabras ha accolto con grande soddisfazione, anche a nome delle famiglie dei piccoli alunni, la notizia della donazione effettuata da Citroën Italia: “Ora aspettiamo con rinnovata speranza e fiducia il momento della ricostruzione e quello in cui ci ritroveremo nei nostri spazi – ha dichiarato la signora Cabras. L’asilo devastato dall’alluvione era stato pensato per le esigenze dei più piccoli, era molto accogliente sia all’interno che all’esterno. Siamo grati a Citroën Italia che, con il suo intervento, dimostra grande sensibilità e questo atto di concreta solidarietà e vicinanza sostiene anche moralmente la nostra comunità così duramente colpita”.

Infine, Citroën Italia ringrazia l’Editore Giunti che ha seguito in modo particolare l’iniziativa e che ha donato dei libri a diverse scuole di Olbia.

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Porsche: conclusi i test LMP1 del 2013 con Mark Webber

Nissan rende noti i prezzi delle versioni del nuovo Qashqai