in

Citroen presenta e-Jumpy Hydrogen, il primo van del marchio Fuel Cell

e-Jumpy Hydrogen
Tempo di lettura: 2 minuti

Citroen presenta il nuovo e-Jumpy Hydrogen, veicolo commerciale elettrico ma alimentato con l’innovativa tecnologa ad idrogeno. Dal 1928, Citroen continua ad innovarsi per anticipare le evoluzioni della società e rendere la vita quotidiana dei professionisti più facile. In risposta alle nuove sfide ambientali e sociali, nel 2021 Citroen presenta e-Jumpy Hydrogen, veicolo che permette di viaggiare ad emissioni zero senza l’annosa questione dell’ansia da ricarica.

e-Jumpy Hydrogen completa la nostra gamma di veicoli commerciali leggeri. La sua architettura, che associa pila a combustibile a idrogeno e batteria, fornisce al nostro furgone il meglio di entrambe le tecnologie. L’integrazione dei vari componenti è frutto di una progettazione ingegnosa, in modo che le loro dimensioni non influiscano sulla capacità di carico del veicolo, parametro essenziale per i professionisti di questo segmento. e-Jumpy Hydrogen soddisfa le esigenze e gli utilizzi dei professionisti, che beneficeranno di un’autonomia di oltre 400 km, di un minor impatto della temperatura esterna sull’autonomia, di un tempo di ricarica di soli 3 minuti e della capacità di recuperare più energia nelle fasi di decelerazione” dichiara Laurence Hansen – Direttrice Prodotto e strategia Citroen

La tecnologia a idrogeno completa la gamma di veicoli commerciali elettrici per soddisfare le esigenze dell’8% delle aziende che hanno bisogno di percorrere tragitti superiori a 300 km oppure che non hanno tempo per ricaricare la batteria dei loro veicoli durante il giorno.

Piattaforma e-Jumpy Hydrogen

e-Jumpy Hydrogen, un furgone elettrico con celle a combustibile ed è il primo modello Citroen a introdurre questa nuova fonte di energia. Con questa tecnologia, mantiene il suo volume utile e la sua capacità di carico. Il mezzo offre un’autonomia di oltre 400 km e i suoi tre serbatoi di idrogeno in fibra di carbonio da 700 bar, posizionati vicino alla batteria sotto i sedili anteriori, possono essere riempiti in soli tre minuti. Con zero emissioni di CO2, gli artigiani o i commercianti potranno continuare ad accedere in totale libertà alle strade delle aree urbane soggette a limitazioni di traffico.

e-Jumpy Hydrogen è completamente elettrico e beneficia di due fonti di energia: una pila a combustibile da 45 kW che produce elettricità consumando l’idrogeno immagazzinato in un serbatoio composto da tre cilindri ad una pressione di 700 bar, e una batteria da 10,5 kWh che funge da riserva per 50 km e subentra automaticamente quando il serbatoio di idrogeno è vuoto. La pila a idrogeno assicura l’autonomia del veicolo e la batteria è necessaria durante le fasi transitorie, come le forti accelerazioni e le pendenze che richiedono maggiore potenza. Queste due fonti di energia si combinano per alimentare il motore. La batteria, che recupera energia durante le fasi di decelerazione, si ricarica automaticamente utilizzando l’elettricità prodotta dalla pila a combustibile a idrogeno per garantire un livello di carica sufficiente e può anche essere ricaricata collegando il suo cavo a una stazione di ricarica dedicata ai veicoli elettrici.

Jumpy, prodotto nello stabilimento di SevelNord, sarà trasformato presso il Centro di Ricerca e Sviluppo sulla pila a combustibile a idrogeno di Russelsheim in Germania, centro specializzato del Gruppo Stellantis. È disponibile in due lunghezze, M (4,95 m) e XL (5,30 m) e le prime consegne di e-Jumpy Hydrogen ai clienti flotte sono previste nell’autunno 2021.       

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    novak djokovic

    Il campione Novak Djokovic scelto da Peugeot per la nuova 508 PSE [VIDEO]

    Si chiamerà Palade il primo SUV Alfa Romeo dell’era “Stellantis”?