in

Concorso Italiano: passione italiana in California

Tempo di lettura: < 1 minuto

Concorso Italiano è il più grande raduno di auto italiane al mondo e si tiene in estate a Monterey, sotto il sole della California. Fondato tre decenni fa da Frank Mandarano, si appresta a vivere, il prossimo 20 agosto, la trentunesima edizione, sotto la regia di Tom Mc Dowell, che lo dirige dal 2009.

Mc Dowell è recentemente stato in Italia per incontri con le case automobilistiche, designer e istituzioni e noi ne abbiamo approfittato per porgli alcune domande.

Che cosa ha di speciale Concorso Italiano ? “Ogni anno riuniamo tra 800 e mille auto italiane o comunque a cui un designer italiano ha messo mano. È una festa della cultura automobilistica italiana. Non solo Lamborghini, Maserati e Ferrari, ma anche personalità dell’auto e tanto tanto pubblico.” Sono circa 8000 infatti gli spettatori che sborsano tra i 100 e i 180 dollari per vivere una giornata sul campo da golf trasformato in parcheggio di lusso. “Quest’anno” continua Mc Dowell, “celebreremo tanti cinquantesimi anniversari: Alfa Romeo Duetto, Fiat 850 e 124 Spider, De Tomaso Mangusta, Ferrari 330 GTC e 330 GTS, Lamborghini Miura. Saremmo felici di avere anche una Topolino, per i suoi 80 anni.

Molti proprietari partecipano anche ai vari concorsi di eleganza e il 2016 segnerà il ritorno del Vintage Ferrari Concours del Ferrari Club Of America aperto a tutti i bolidi del Cavallino precedenti al 2008 che saranno giudicati secondo i criteri del IAC/PFA.

Un buon segno per una manifestazione che sta crescendo, in costante ripresa dopo un paio di anni difficili tra il 2007 e il 2008, e che si accredita come una delle migliori vetrine del Made in Italy a quattro ruote nel mercato più importante al mondo per le supercar.

Tom Mc Dowell - Concorso Italiano
Tom Mc Dowell al Museo Lamborghini con il direttore Sebastiano Bisson

Dì la tua

Casa 500: tappa metropolitana per il caravan di Fiat

L’auto (anche obsoleta) a portata di smartphone