mercoledì, 19 settembre 2018 - 20:57
Home / Notizie / Sicurezza / #CoverYourPhone: la campagna sulla sicurezza di Zanardi e BMW Italia

#CoverYourPhone: la campagna sulla sicurezza di Zanardi e BMW Italia

Tempo di lettura: 2 minuti.

BMW Italia è scesa in campo al fianco del suo Ambassador Alex Zanardi per promuovere un’iniziativa di sensibilizzazione contro le distrazioni alla guida causate dallo smartphone, chiamata #CoverYourPhone.

Tutte nasce da un tweet: ‘Viaggiamo circondati da “guidatori” con gli occhi sul telefono! Scusate, non sono un santo, ma vorrei fare la mia parte nel passare parola…’. Ecco, con questa parole scritte il 30 ottobre 2017 sul famoso social network, Alex Zanardi – Brand Ambassador BMW, medaglia olimpica e pilota ufficiale BMW Motorsport – ha lanciato un appello circa l’importanza di essere sempre attenti alla guida, evitando tutte quelle distrazioni causate oggi dall’eccessivo utilizzo dello smartphone.

Una frase che BMW Italia ha deciso subito di raccogliere, mettendosi al fianco di Alex lanciando questa campagna sulla sicurezza stradale dal titolo #CoverYourPhone.

«Abbiamo accolto con entusiasmo la provocazione di Alessandro Zanardi – ha dichiarato Sergio Solero, Presidente e Amministratore Delegato BMW Italia – che alla fine dello scorso anno ha twittato il suo disappunto per questa pratica, divenuta ormai tanto naturale, quanto terribilmente pericolosa per la vita propria e quella degli altri. Da lì è nato un percorso che ci ha portato a realizzare una campagna che lanciamo oggi e che ha ottenuto il supporto della Polizia di Stato, la quale ha concesso l’uso del logo araldico come segno tangibile dell’apprezzamento dell’iniziativa e di condivisione del progetto».

“Oggi, questi oggetti qui – dice Alex nel video della campagna riferendosi agli smartphone – sono diventati una dipendenza. Perciò, prima di mettermi al volante, tolgo la cover al mio smartphone e la uso per coprire lo schermo. Una piccola attenzione per evitare di distrarmi”.

Una piccola attenzione che fa di #CoverYourPhone un vero e proprio invito ad agire attraverso un gesto semplice, ma molto efficace, un modo per dire no alla distrazione e sì alla sicurezza, ma anche un invito a far circolare il più possibile quel senso di responsabilità che ci deve accompagnare alla guida.

«Ringrazio ancora sia Alex che la Polizia di Stato – continua Sergio Solero – e invito tutti a supportare questa campagna sia dal punto di vista dell’informazione, sia della diffusione dei video, sia della viralizzazione del gesto di coprire il proprio smartphone quando guidate. Se ognuno di noi fa un video replicando il gesto suggerito da Alex e lo posta sui propri social, contribuiamo tutti a evitare tanti incidenti e salvare delle vite».

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

Nuovo Tutor

Nuovo Tutor: ecco le 22 tratte dove è stato riattivato

Tempo di lettura: 1 minuto. Come vi abbiamo anticipato qualche giorno fa, da venerdì 27 la polizia stradale è tornata …

something