mercoledì, 17 gennaio 2018 - 2:16
Home / Notizie / Motorsport / Dakar 2013, riassunto 7° e 8° tappa.
Foto by Iveco

Dakar 2013, riassunto 7° e 8° tappa.

Tempo di lettura: 2 minuti. 

Ecco quello che è successo nelle ultime due tappe della Dakar 2013. Tante sorprese e il maltempo che prova a fare il guastafeste.

Dakar 2013, 7° tappa: l’Iveco Powerstar e Gerard de Rooy vincono la prova speciale della settima tappa e conducono la classifica generale.

Sono sei su sette le tappe conquistate dal pilota olandese De Rooy, a bordo di un Iveco Powerstar, che guida la classifica generale. Dopo una tappa di grande tensione, caratterizzata da una battaglia all’ultimo secondo tra i veicoli dei grandi costruttori, De Rooy è riuscito a mettere in fila tutti i concorrenti, regalando ai suoi sostenitori un’altra vittoria. Ottima anche la gara per Miki Biasion, che sta recuperando terreno in graduatoria, grazie anche al prezioso risultato ottenuto nella prova speciale con un quinto posto.

Gerard de Rooy al traguardo ha commentato: “La prima parte della prova ci ha permesso di tenere il piede fermo sull’acceleratore. Abbiamo tenuto una media di 133 chilometri all’ora, durante i primi 130 chilometri di percorso. Nella seconda parte, invece, a causa delle presenza di numerose pietre, abbiamo dovuto guidare con prudenza”. De Rooy ha inoltre sottolineato il ruolo del compagno di squadra Miki Biasion, sua spalla nella corsa: “è una sicurezza per me”, ha aggiunto.

Iveco alla Dakar 2013, 8° tappa: oltre la prima settimana di gara. Ottava tappa annullata per i Truck a causa del maltempo. Jo Adua costretto al ritiro.

La prova speciale dell’ottava tappa è stata annullata a causa di pioggia intensa e delle pessime condizioni del terreno di gara. Le forti precipitazioni, che nelle ultime ore si sono abbattute sulla regione interessata dalla Dakar, hanno costretto le autorità organizzatrici a cancellare la prova speciale per la categoria Truck. La carovana ha affrontato comunque il trasferimento da Salta a San Miguel De Tucuman, meta prevista per una giornata di stop.

Dopo la prima settimana di gara, che ha messo a dura prova i piloti, anche a causa delle difficili condizioni delle strade, il Team Iveco arriva a metà impresa con due componenti in meno: dopo aver perso Stacey due giorni fa, anche il francese Jo Adua è costretto al ritiro, a causa dei danneggiamenti subiti dal veicolo durante il percorso.

Ieri, domenica, è stata una giornata di riposo, nel corso della quale veicoli e piloti sono rimasti fermi nella cittadina di San Miguel de Tucuman, in Argentina. Si è rivelata invece una dura giornata di lavoro per i meccanici del Team che non hanno fermato le attività di manutenzione dei veicoli: filtri dell’olio, pastiglie dei freni, ammortizzatori sono stati controllati con attenzione e, se necessario, sostituiti.

Al momento la classifica generale vede De Rooy in testa, seguito dai concorrenti della Kamaz e di Tatra. L’italiano Biasion, attualmente al quindicesimo posto in graduatoria, sta lentamente risalendo la classifica. La gara riprende oggi da San Miguel de Tucuman a Cordoba, in Argentina.

Autore: Andrea Fiorello

Potrebbe interessarti

Sauber e Alfa Romeo

Nuovi dettagli sulla partnership tra Sauber e Alfa Romeo

Tempo di lettura: 2 minuti. Secondo il team principal del neonato Alfa Romeo Sauber F1 Team, Frederic Vasseur, ex Renault, …

something